MAGAZINE
Logo Magazine

Bonus Sicurezza 2022: come richiederlo

Grazie al Bonus Sicurezza si può risparmiare il 50% della spesa per proteggere la casa: scopri beneficiari, spese ammesse e come fare domanda

04-03-2022
Chiedi un preventivo per
impianti e sistemi di sicurezza per abitazioni e uffici

Ci sono tanti modi per rendere più confortevole la propria abitazione, tra queste spicca l’aumento del livello di sicurezza. D’altronde la casa è il luogo in cui dovremmo sentirci completamente al riparo da calamità naturali, aggressioni di ogni tipo e soprattutto da eventuali malintenzionati. Un sistema di sicurezza è un’ottima soluzione per prevenire furti, incendi, violazioni della privacy e problemi simili. Fortunatamente lo Stato viene in aiuto agli italiani che vogliono proteggere la casa: il Bonus Sicurezza 2022 consente di risparmiare il 50% delle spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di impianti di diverso tipo. Copre i costi di un sistema di videosorveglianza a circuito chiuso ma anche di una porta blindata o di un sistema anti-incendio. Quindi, si può usare per proteggere un immobile da qualsiasi problematica aumentando, così, il suo valore. Il Bonus Sicurezza si può richiedere fino al 31 dicembre, perchè è stato prorogato grazie alla Legge di Bilancio 2022. Ecco come funziona.

Cos’è il Bonus Sicurezza 2022

L’incentivo consiste in una detrazione fiscale del 50% sulle spese sostenute, fino a una spesa complessiva di 96 mila euro. Il rimborso è ripartito in 10 quote annuali di pari importo. Si può richiedere anche senza ristrutturare casa.

Chi ne ha diritto e come pagare

I beneficiari del Bonus sono:

  • proprietari dell’immobile, familiari e conviventi
  • inquilini in affitto, che devono avere però il consenso del proprietario
  • titolari di diritto di godimento di un immobile, come chi ha il comodato d’uso gratuito o l’usufrutto
  • soci di cooperative
  • imprese individuali, familiari, società

I richiedenti devono essere regolari col pagamento dell’IMU ed essere intestatari delle spese. Infatti, usare un metodo di pagamento tracciabile è cruciale per poter ricevere regolarmente l’incentivo. Con ciò si intendono carte di credito o debito, bonifico bancario parlante o bancomat. Al momento del pagamento tramite bonifico occorre indicare il codice fiscale del beneficiario, la Partita Iva o il Codice Fiscale del professionista o l’impresa che effettua i lavori; la causale di versamento (indicare la normativa di riferimento: art. 16-bis del Dpr 917/1986), il numero e data della fattura, oltre all’importo.

Come richiedere il Bonus Sicurezza 2022

Per avere questa agevolazione non è necessario presentare alcuna domanda. Si effettua solo tramite dichiarazione dei redditi, indicando i dati di pagamento e l’importo totale speso l’anno precedente. Inoltre, occorre anche inserire i dati catastali dell’immobile in cui si sono effettuati i lavori, allegando la documentazione.

Bonus Sicurezza 2022: spese ammesse

L’incentivo può essere richiesto per l’installazione di:

  • sistemi d’allarme
  • porte blindate
  • sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso
  • impianti antri-intrusione
  • sistemi di controllo degli accessi
  • impianti di evacuazione
  • impianti antincendio e per il controllo dei fumi
  • impianti per prevenire fughe di gas o allagamenti
  • sistema nebbiogeno

Vantaggi di un impianto di sicurezza

Un impianto di sicurezza offre enormi vantaggi. Innanzitutto, si assicura una protezione costante alla casa e a chi vive al suo interno quotidianamente. Gli immobili che dispongono di allarmi e videosorveglianza vengono evitati da intrusi e ladri. Grazie a questa soluzione, anche quando si è fuori casa per diverso tempo si ha la proprietà sotto controllo, soprattutto grazie a telecamere connesse via app con smartphone. Molti sistemi di allarme si possono anche spostare da un luogo all’altro. Quindi si possono, per esempio, inserire nella casa delle vacanze. Infine, si possono controllare a distanza i dispositivi smart connessi. In questo casi si dovrà acquistare un sistema di sicurezza intelligente. Sicuramente, più la soluzione è sofisticata e maggiore sarà l’investimento necessario. Ma per risparmiare, oltre al bonus, è opportuno chiedere quanti più preventivi possibile, in modo da trovare il sistema ideale per le proprie necessità al miglior prezzo.

Su Pagine Gialle Casa è possibile conoscere e contattare esperti installatori di sistemi di sorveglianza e antifurti della propria zona. Dopo aver completato il form con la propria richiesta si può ricevere un preventivo personalizzato comodamente online.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a impianti e sistemi di sicurezza per abitazioni e uffici
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE