MAGAZINE
Logo Magazine

Guida alla pulizia del condizionatore esterno

Con l'avvicinarsi dell'estate è fondamentale pulire alla perfezione il condizionatore. Scopri su PG Casa come farlo grazie all'aiuto di un professionista

Chiedi un preventivo per
manutenzione condizionatori
richiedi un preventivo gratis

L’estate ormai bussa alle porte, il caldo torrido sta arrivando! Non facciamoci trovare impreparati, prepariamoci ad accogliere questa stagione al meglio. Come? Semplicissimo, basterà rimettere in funzione il climatizzatore per sopravvivere anche ai picchi di calore massimi che si raggiungeranno. Attenzione, prima di riaccenderlo è bene fare una giusta manutenzione, in modo che il dispositivo non si danneggi. Non tutti sanno che una corretta pulizia del motore esterno del condizionatore è fondamentale per la longevità dei nostri split e potrebbe evitarci costose riparazioni. In linea di massima si dovrebbe pulire il condizionatore esterno ogni sei mesi, o almeno è fondamentale farlo una volta l’anno, prima di rimetterlo in funzione per la stagione estiva. Vediamo insieme come pulire il condizionatore esterno.

I step: rimuovere i detriti

Ovviamente, questa componente trovandosi all’esterno dell’abitazione, è la parte più soggetta a raccogliere detriti e foglie che potrebbero comprometterne il corretto funzionamento. Come pulire il motore esterno del condizionatore? Iniziamo staccando la corrente dell’apparecchio. A questo punto puliamo bene la scocca con un compressore ad aria o ad acqua, oppure – se non ne avessimo uno – con un panno e dell’acqua, facendo attenzione a rimuovere tutte le foglie ammucchiate, carte e i detriti visibili: in questo modo il flusso dell’aria potrà circolare liberamente.

II step: smontare la griglia e pulire l’interno

Ora muniamoci di cacciavite, guanti e prodotti appositi per la pulizia del motore esterno del condizionatore. In questa fase prestiamo molta attenzione a non toccare serpentine o altri componenti delicati che si possano rompere o danneggiare l’apparecchio. Inoltre, cerchiamo di non smontare o staccare i cavi elettrici. Un consiglio che possiamo dare è quello di poggiare le viti che togliamo per smontare la griglia in un posto sicuro, magari segnandole, per essere sicuri di non smarrirle e riuscire a rimontare il tutto alla perfezione. A questo punto rimuoviamo tutti i detriti che si sono infiltrati in profondità con le mani, aiutandoci con un cacciavite per raggiungere ogni angolo del climatizzatore. È giunto il momento di pulire la ventola e tutto il motore esterno del condizionatore con un’aspirapolvere, mentre per le pale possiamo utilizzare anche un panno umido. Ovviamente sarebbe meglio indossare i guanti per effettuare questa operazione. Per una migliore detersione possiamo utilizzare dei detergenti appositi per le pareti interne e le griglie, facendo attenzione a non farli entrare a contatto con motore o cavi elettrici. Infine possiamo risciacquare tutto.

III step: controllare le alette

Per terminare la pulizia del motore esterno del condizionatore è necessario controllare le alette delle griglie: se sono piegate possiamo raddrizzarle con un pettine per alette, che si trova facilmente in commercio. Finalmente possiamo rimontare tutto. In questo modo, almeno la parte che si trova fuori dall’abitazione, è pronta ad essere rimessa in funzione.

Per i meno esperti

Se non siamo molto bravi nel fai da te e temiamo di fare qualche danno irreversibile che possa danneggiare il climatizzatore, forse è opportuno rivolgersi a un professionista del mestiere che saprà come pulire il condizionatore esterno e interno al meglio. Richiedi un preventivo su PG Casa.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a manutenzione condizionatori
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali