MAGAZINE
Logo Magazine

I consigli dell'ISS sull'utilizzo del condizionatore

Come utilizzare correttamente il climatizzatore durante l'emergenza Coronavirus? Leggi di seguito le regole che ha stilato L'Istituto Superiore della Sanità in proposito

Chiedi un preventivo per
manutenzione condizionatori
richiedi un preventivo gratis

Durante questa pandemia siamo stati bombardati da milioni di informazioni, ogni medico aveva una posizione in merito, come ogni politico, tanto che molte persone sono arrivate a bere – con pessimi risultati – candeggina per contrastare il virus. A questo punto cerchiamo di fare chiarezza quantomeno nella relazione tra il condizionatore e coronavirus, se e come può essere utilizzato in quest’estate che già ci sta facendo sudare abbastanza.

Condizionatore e Coronavirus: le bufale da smentire

Innanzitutto, sul sito del Ministero si trovano le smentite di fake news che sono girate riguardo ai condizionatori e Coronavirus che è fondamentale tenere bene impresse a mente.

  • Il condizionatore trasmette il Coronavirus

Assolutamente no! I climatizzatori non hanno scambio con l’aria esterna, ciò che fa comunicare il motore con lo split all’interno dell’appartamento è il liquido refrigerante, contenuto in tubature stagne. Il problema potrebbe porsi se nell’abitazione è presente una persona malata, in questo caso l’aria del condizionatore – con il ventilatore si creerebbe lo stesso problema – potrebbe spostare il virus rendendo inefficacie il distanziamento sociale tra le persone di 1metro.

  • Per uccidere il Coronavirus basta impostare il condizionatore sulla temperatura più bassa

Non c’è nessuna evidenza scientifica sul fatto che il freddo protegga dall’infezione del Coronavirus. 

I consigli dell’ISS sull’utilizzo del condizionatore con il Coronavirus

Fortunatamente, le istituzioni come l’Istituto Superiore di Sanità sono intervenute per darci qualche dritta sui comportamenti da tenere sull’uso del condizionatore con il Coronavirus, vediamo insieme quali sono.

  1. Evitare l’aria troppo secca. Non solo potrebbe generare disagi e fastidi nelle persone, ma la secchezza delle mucose nasali aumenta il rischio di contrarre infezioni respiratorie, in particolar modo negli anziani.
  2. Mantenere condizioni climatiche idonee negli ambienti, ovvero tra i 24° e i 26°, con un tasso di umidità al 50%. Per questo può essere utile anche un apparecchio deumidificiatore portatile, che si consiglia di pulire regolarmente prima e dopo l’uso. 
  3. Non far aumentare l’umidità oltre il 70%: tale situazione potrebbe favorire la crescita di batteri, virus, parassiti e muffe.
  4. Pulire regolarmente – almeno una volta al mese – i filtri del climatizzatore: la polvere che catturano è un ambiente favorevole alla proliferazione di batteri e funghi. Generalmente, è sufficiente smontare i filtri e lavarli con acqua e sapone neutro, se si vogliono utilizzare dei prodotti spray per la disinfezione è comunque bene non spruzzarli direttamente sullo split per evitare di inalare sostanze inquinanti. 
  5. Aprire regolarmente balconi e finestre per favorire un ricambio d’aria.
  6. Pulire regolarmente le prese e le griglie di ventilazione con panni in microfibra inumiditi con acqua e con sapone comune, oppure con una soluzione di alcool etilico con una percentuale minima del 70%, asciugando successivamente. La pulizia delle griglie contribuisce in generale a un buon mantenimento generale dell’aria negli ambienti. 

Condizionatore e Coronavirus: detersivi sì o detersivi no

In commercio si trovano molti spray igienizzanti per il condizionatore e, con il Coronavirus, sono in molti a utilizzarli. L’uso non è sconsigliato, anche se un uso ripetuto e eccessivo di prodotti può causare irritazioni delle vie respiratorie o dermatiti, rendendo più vulnerabili a batteri e virus. Quindi, evitiamo l’esagerazione e leggiamo attentamente le etichette e le istruzioni d’uso nel caso di utilizzo di prodotti. Un altro consiglio dell’ISS è quello di scegliere prodotti senza profumazione, perchè il pulito non ha odore e le eventuali fragranze potrebbero degradare la qualità dell’aria indoor. Assolutamente vietato miscelare prodotti di pulizia, il risultato potrebbe essere nocivo per la salute.

Per maggiori informazioni affidati ad un professionista e richiedi un preventivo gratuito.

 

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a manutenzione condizionatori
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali