MAGAZINE
Logo Magazine

Installare un condizionatore senza ristrutturazione: si può avere agevolazione?

In questo periodo molte persone vogliono acquistare un condizionatore tramite agevolazione ma senza ristrutturare. Si può infatti risparmiare fino al 65%. Ecco i requisiti

15-04-2021 (Ultimo aggiornamento 28-04-2021)
Chiedi un preventivo per
condizionatori

La bella stagione si avvicina e molte persone per prepararsi al meglio hanno intenzione di acquistare un nuovo condizionatore che possa donare il giusto clima all’abitazione evitando il caldo. Sappiamo bene che negli ultimi anni sono stati stanziati diversi fondi per agevolazioni di vario tipo. I bonus casa sono davvero tanti e tra questi c’è anche la detrazione per i condizionatori.

La domanda che tanti si pongono è la seguente: il bonus condizionatori si può avere anche senza ristrutturazione? L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il requisito fondamentale è che si operi un risparmio energetico e non è fondamentale ristrutturare. Sappiamo però che la detrazione può essere del 50% o del 65% dell’investimento totale sostenuto. Vediamo quali sono le condizioni.

Bonus condizionatori senza ristrutturazione o sostituzione: condizioni

Con la prossima dichiarazione dei redditi 2021, quella relativa all’anno di imposta 2020, è possibile detrarre la spesa in specifiche condizioni. Si può ottenere nel caso in cui sostituisca l’impianto di condizionamento, anche senza ristrutturazione, ma solo nel caso in cui il nuovo dispositivo sia più efficiente a livello energetico. Inoltre, la detrazione può essere del 50% o del 65% in base ai singoli casi.

Per esempio se si installa il condizionatore che consente di avere un efficientamento energetico dell’abitazione, allora si può rientrare nell’ecobonus che prevede una detrazione del 65%. Per ottenere questa agevolazione occorre però che ci sia una sostituzione di un impianto pre-esistente meno efficiente. Se l’acquisto avviene in seguito a ristrutturazione allora si accede alla detrazione del 50%.

Dal 1° gennaio 2018 ad oggi la detrazione del 50% (quindi si taglia metà dell’investimento totale) si può chiedere per le seguenti spese per sostituzione e/o acquisto e installazione di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentate da biomassa.

La detrazione si può ottenere in 10 rate all’anno di pari importo scegliendo tra la detrazione in fase di dichiarazione dei redditi, sconto in fattura da parte dell’azienda che sostiene le spese e cessione a terzi del credito.

Come ottenere l’agevolazione: requisiti

Una volta assodato che si può avere il bonus condizionatori anche senza ristrutturazioni, è importante seguire importanti regole per richiederlo. Innanzitutto è fondamentale che l’immobile sia a norma, quindi regolarmente accatastato. Inoltre è cruciale che il pagamento sia parlante, ovvero venga eseguito con strumenti tracciabili e venga corredato da una fattura dove vengono indicati tutti i dati dell’intervento. Se il pagamento viene effettuato tramite bonifico occorre inserire nella causale il numero della fattura, il riferimento alla legge relativa al bonus (art. 16 bis del Dpr 917/1986), codice fiscale o partita iva di chi ha sostenuto la spesa.

Per accertarsi di compiere tutte le operazioni correttamente è fondamentale affidarsi a un consulente che permetta di gestire al meglio la burocrazia. Naturalmente è importante anche affidarsi una ditta di condizionatori capace e professionale che possa affiancare il cliente in tutti gli step, dall’acquisto all’installazione.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a condizionatori
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali