magazine

tutti gli articoli

Gli elementi essenziali per rifinire una casa: sistemi antintrusione, climatizzatori ed impianti elettrici

Aumenta la sicurezza della tua casa installando porte e cancelli automatici

Negli ultimi anni, visto l'aumento dei fenomeni legati agli atti vandalici, si sta ponendo maggiore attenzione nei confronti dell'ingresso alla propria abitazione. Questo, infatti, necessita di particolari sistemi di antintrusione, al fine di preservare la sicurezza della casa e di chi vi abita. A tal proposito sono state messe a punto numerose tipologie di porte e cancelli automatici, come quelli proposti dalla Hörmann, una delle aziende leader nel settore, che permettono di creare delle barriere molto efficaci. Sul mercato sono presenti, dunque, cancelli automatici scorrevoli, il cui movimento avviene su una binario, occupando così solo ed esclusivamente l'area di scorrimento; cancelli a battente, i quali presentano una o due ante che si aprono ruotando su un fulcro; cancelli ad alzata verticale, attualmente poco diffusi, ma ottimi per sfruttare completamente l'area circostante; cancelli industriali, che sono di grandi dimensioni e presentano un ingente peso alla base, così da renderne più difficile l'apertura ai soggetti non autorizzati.


Un altro degli elementi utili per rifinire un'abitazione riguarda prevalentemente la stagione estiva: è proprio in questo periodo che si rimpiange il fatto di non aver installato per tempo un impianto di climatizzazione. In realtà non si è mai troppo tardi per sceglierne uno, ma l'importante è che si faccia una scelta ponderata. In commercio, infatti, esiste una grande varietà di climatizzatori, che vanno da quelli fissi a quelli portatili: proprio per questo sarà necessario andare a considerare una serie di fattori. In primis va valutata la classe energetica dell'impianto, in quanto i climatizzatori sono molto dispendiosi dal punto di vista del consumo elettrico, specialmente se lasciati in funzionamento per molto tempo. Sarà opportuno, dunque, optare per una delle classi più alte, così da evitare che vada ad incidere troppo sulla bolletta. Inoltre, se si vuole fare un unico investimento che però vada a coinvolgere più stanze, si consiglia l'acquisto di uno portatile che ha, per l'appunto, il vantaggio di essere facilmente trasportato da una parte all'altra dell'abitazione. Infine, per un maggior controllo dell'impianto, è possibile anche integrarlo ad un sistema domotico, che permette di accenderlo e spegnerlo a distanza, grazie all'utilizzo di uno smartphone.







La norma introdotta nel 2001 dal CEI, Comitato Elettrotecnico Italiano, ha avuto una conseguenza significativa nei confronti dei sistemi elettrici residenziali. Tale disposizione è stata dettata dal fatto che negli ultimi anni si sta puntando alla creazione di impianti sempre più all'avanguardia e capaci di sopportare l'evoluzione della tecnologia. Per questo motivo sono stati distinti tre livelli, ciascuno dotato di una dotazione funzionale differente. La scelta del giusto impianto elettrico va ponderata ed accordata con il parere di un esperto, come quello offerto dalla Gl Impianti, in modo tale da non effettuare errori di stima. Nello specifico esiste il primo livello, ovvero quello basilare, che è indicato per appartamenti di piccole dimensioni ed è studiato per chi farà un utilizzo essenziale dell'impianto. Quello successivo, invece, punta a ridurre gli sprechi di elettricità e ad ottimizzarne l'uso: è indicato per chi necessita di numerosi punti luce e prese. Infine, il terzo ed ultimo livello è studiato per chi ha voglia di installare un sistema domotico nella propria abitazione, sfruttando al massimo ciò che offre l'evoluzione della tecnologia applicata alla vita di tutti i giorni.


Potrebbe interessarti anche