MAGAZINE
Logo Magazine

6 modi per coprire un pergolato

Per chi possiede un giardino o un terrazzo, un’ottima idea potrebbe essere di ricavarne un bel pergolato! Ecco 6 idee per realizzarne la copertura

31-08-2021
Chiedi un preventivo per
pergolati in legno

Le coperture del pergolato sono strutture molto utili per chi ha la fortuna di possedere un ampio giardino, un terrazzo o un patio esterno, un ambiente outdoor dove trascorrere il tempo libero all’aria aperta grazie alla presenza di un bel pergolato!

Infatti, questo elemento offre la possibilità di ottenere uno spazio riparato, in cui mangiare anche fuori dalla casa senza quei fastidiosi agenti esterni che potrebbero comprometterne la riuscita. Per chi poi ama rilassarsi leggendosi un buon libro in totale relax, fuori dalle quattro mura dell’abitazione, è senza dubbio la soluzione migliore.

Cerchiamo di capire come sia possibile la sua realizzazione, quali sono i materiali più adatti e se sia meglio una struttura fissa o mobile, tenendo sempre d’occhio il portafogli. Di seguito forniremo 6 strategiche idee per il vostro pergolato nuovo di zecca!

Se avete deciso di realizzare un pergolato e volete un consiglio professionale per non sbagliare, vi suggeriamo di contattare un esperto nel settore. Richiedete un preventivo!

Come coprire il pergolato

Per la copertura del pergolato esistono diverse soluzioni efficaci, in base al tipo di utilizzo della struttura, al budget a disposizione e alle proprie esigenze estetiche e pratiche. Vediamo quali sono le principali opzioni con cui coprire il pergolato in modo ottimale.

Copertura del pergolato in policarbonato

Il policarbonato è un’ottima alternativa per chi vorrebbe avere lo stesso spessore del vetro ma spendendo meno. È sicuramente più economico e leggero ed in grado di resistere ad urti e a possibili danni provocati dal maltempo, ma rimane comunque poco resistente alle sostanze chimiche e dopo qualche tempo tende ad ingiallire.

Meglio dunque utilizzare dei prodotti neutri per la sua pulizia, inoltre è fondamentale realizzare una corretta manutenzione periodica per mantenerlo sempre in perfetto stato e farlo durare a lungo. Ad ogni modo è possibile abbinarlo anche ad altri materiali, tra cui il legno oppure il ferro battuto.

Copertura del pergolato in legno

Il legno è tra i materiali più usati ma allo stesso tempo anche tra i più costosi per la realizzazione di questa struttura. Bisogna trattarlo in modo adeguato, così da renderlo resistente anche per gli ambienti esterni, tuttavia è innegabile come una copertura del pergolato in legno rappresenti una soluzione esteticamente di grande pregio.

Il tempo di posa comunque sarà più lungo rispetto al policarbonato, in più bisognerà evitare di disporre i listoni di travi troppo vicini l’uno all’altro, per non ottenere un ambiente troppo freddo. I raggi solari infatti non riusciranno a penetrare all’interno dello spazio, perciò il pergolato non riuscirà a scaldarsi. In questo caso la soluzione più ovvia è forse un pergolato fisso, vista la notevole difficoltà per una sua realizzazione nella configurazione mobile.

Copertura del pergolato con canne di bambù

Il bambù è un’ottima soluzione per chi desidera una ambiante che ricordi località esotiche. L’effetto estetico è sicuramente molto rilassante e il materiale è altrettanto resistente, inoltre si può optare per varie forme e materiali a seconda delle proprie preferenze.

È possibile scegliere tra la sua versione più economica, composto quindi da fibre simili al canniccio, un materiale naturale composto da fibre tessute in modo stretto ma al contempo in grado di filtrare la luce e resistente all’umidità. Altrimenti è possibile preferire i classici tronchi interi di canne di bambù, un po’ più costosi. In ogni caso potrete sbizzarrirvi nel decorarli in mille modi diversi!

Copertura del pergolato con il telo

Una copertura con i teli del pergolato si adatta bene ad ogni spazio a disposizione. Inoltre si può scegliere tra i colori e le fantasie che meglio si adattano al proprio gusto personale e all’estetica che si vuole conferire all’ambiente, una versatilità stilistica senza dubbio apprezzabile.

I teli vengono agganciati alla struttura con degli anelli e rimangono tesi, creando una forma che ricorda la vela di una barca a vela. Sono facilmente removibili e resistono bene ai cambiamenti climatici e all’umidità, vista la loro composizione leggera come il polietilene ad alta densità. 

In più i teli riparano dal calore in maniera ottimale e permettono all’aria di attraversarla, creando una piacevole brezza. È quindi un ottima soluzione per chi non desidera una struttura fissa ma preferisce cambiare spesso, oppure per chi possiede una struttura fissa e vuole ottenere una maggiore schermatura.

Copertura del pergolato in PVC

Un’altra opzione economica risulta essere il pergolato in PVC, un materiale molto flessibile e resistente nonché impermeabile. È possibile adattarlo sia sopra strutture fisse preinstallate ponendolo sulla loro sommità, oppure realizzare una tenda in PVC in grado di arrotolarsi e srotolarsi elettronicamente all’occorrenza.

Allo stesso modo si può optare per diverse possibilità per quanto riguarda il tipo di materiale: trasparente, oscurante, colorato, retinato o ignifugo. Le numerose soluzioni applicative consentono di trovare la configurazione più adatta alle proprie necessità, per creare una copertura economia e personalizzata.

Copertura del pergolato in plexiglass

Il plexiglass è un materiale che fornisce un effetto molto simile al vetro: infatti risulta essere trasparente al pari appunto del vetro, permettendo di godere di una visuale quasi a 360° di tutto lo spazio circostante. Inoltre è un materiale molto resistente, in grado di respingere gli urti e di sorreggere pesi notevoli.

La copertura del pergolato in plexiglass protegge dai raggi UV ed è anche facilmente installabile. L’unica accortezza è quella di realizzare una manutenzione stagionale, poiché tende ad ingiallirsi e con il passare del tempo si irrigidisce e potrebbe creparsi se non viene curato con costanza. 

Domande frequenti:

  • Come coprire una tettoia in ferro?

    Per coprire una tettora in ferro devi usare un materiale non sensibile alla corrosione, in grado di proteggere la struttura dall’umidità ed elegante, come una copertura in plexiglass o legno.

  • Quanto costa la pergola bioclimatica?

    Il costo della pergola bioclimatica può andare da un minimo di 300 euro fino a un massimo di 500 euro al mq, un importo al quale bisogna poi aggiungere il prezzo per il montaggio.

  • Cosa utilizzare per coprire un gazebo?

    Per coprire un gazebo puoi utilizzare una guaina isolante e le tegole, un rivestimento in PVC più economico, una copertura in policarbonato o un telo senza intervenire sulla struttura.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a pergolati in legno
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE