Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

MAGAZINE

chiedi preventivo

Realizzare un nuovo balcone: guida alle detrazioni e ai permessi

Con un balcone la casa si apre sul mondo. Ecco le regole per costruirlo in sicurezza seguendo la normativa e alcuni consigli per usufruire delle detrazioni fiscali previste

costruire balcone
Chiedi un preventivo per ESTERNI richiedi un preventivo gratis

Realizzare un balcone può cambiare davvero il volto della nostra casa, ampliando la superficie abitativa e creando uno spazio nuovo di cui godere. Vediamo come farlo nel rispetto delle norme.

Interventi sottoposti al rilascio di titoli abilitativi

Costruzione e ristrutturazione di un balcone sono operazioni soggette agli articoli del Codice Civile e al rilascio di permessi specifici. Gli aspetti di cui tenere conto sono di tipo strutturale, paesaggistico e burocratico. Soprattutto nel caso di balconi aggettanti (quelli che sporgono dalla facciata dell’edificio), occorre considerare a chi appartiene lo spazio sottostante. Stabilito questo, cioè se si va a occupare uno spazio di nostra proprietà, di un terzo o condiviso, va valutata la situazione strutturale del fabbricato. Queste sono le due condizioni preliminari, dalla cui verifica si passa alla richiesta dei permessi previsti dalla Legge, a differenza di altri lavori che non implicano il rilascio di autorizzazioni edilizie.

Tra verifiche di fattibilità e passaggi burocratici

Mentre la chiusura di un terrazzo può non richiedere particolari permessi, la costruzione di un nuovo balcone è disciplinata dall’art. 1102 del Codice Civile. Ecco i passaggi salienti utili a farti capire se, ciò che vuoi realizzare, è consentito o meno. Innanzitutto, la realizzazione di un nuovo balcone è vietata qualora pregiudichi la stabilità dell’edificio o il suo decoro. Esaminate queste condizioni pregiudiziali, se ne valutano le caratteristiche costruttive come superficie, distanza dalle finestre altrui e altezza dal suolo del cortile comune. Se costruire un balcone, infatti, va a modificare la destinazione d’uso di spazi comuni come può essere un cortile, questa operazione può essere considerata illegittima.

Come si richiede il Permesso a costruire

Sia la realizzazione di un nuovo balcone, sia la modifica di uno preesistente comporta la richiesta di un Permesso di costruire. Il permesso va presentato al comune di competenza, compilando un modello già predisposto. Questa richiesta può essere presentata dal proprietario dell’immobile o da un suo rappresentante legale. Nel permesso vanno indicati il termine d’inizio lavori e quello di fine; i lavori devono iniziare entro un anno dalla sua  presentazione e terminare non oltre i tre anni. Ci sono anche dei costi da sostenere come oneri di urbanizzazione e contributo di costruzione il cui importo varia secondo i lavori da eseguire.

Quali sono le detrazioni previste?

I lavori per un balcone comportano spese detraibili secondo quanto previsto dal Bonus verde per la sistemazione di giardini, terrazzi e, appunto, balconi. Questo provvedimento, già previsto negli anni trascorsi, sembra riconfermato anche per il 2019 (occorre aspettare l’approvazione definitiva della legge di Bilancio di fine anno). In conformità a esso, è possibile detrarre il 36% delle spese sostenute per questi lavori su di un importo massimo di 5.000 euro. La detrazione opera sull’importo IRPEF da versare e va ripartita, come per altre detrazioni, in dieci quote annuali. Puoi richiedere subito un preventivo per calcolare i costi complessivi dell’intervento richiesto e valutare l’entità dell’importo detraibile.

Attenzione ai rischi del mancato rilascio del titolo edilizio

Abbiamo visto che la realizzazione di un balcone o la sua modifica è soggetta a tutta una serie di disposizioni normative. La Legge, infatti, colloca questo tipo d’interventi nell’ambito della ristrutturazione edilizia visto che viene modificata la facciata del palazzo con successivo cambiamento di sagoma, prospetto e superfici.
Per questo motivo, gli interventi non ricadono nella manutenzione ordinaria e comportano la richiesta del Permesso a costruire, in assenza del quale il nuovo balcone può essere fatto oggetto di demolizione.

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a ESTERNI

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA
  • costruire balcone
  • nuovo balcone