pagine gialle casa

richiedi preventivo icon menu

magazine

Serratura elettrica, cosa sapere prima di cambiarla

La scelta di una serratura elettrica di buona qualità è di grande importanza per evitare problemi. Scopriamo le cose più importanti da sapere così da non sbagliare

In commercio esistono vari tipi di serrature elettriche utilizzate per cancelli e portoni. Il più delle volte questo tipo di articolo risulta essere comodo e molto sicuro da utilizzare. Non molti però sanno che questi accessori possono essere una grande fonte di problemi, specialmente se mancano alcune caratteristiche essenziali che ne migliorano la qualità e la sicurezza. La scelta di una serratura elettrica quindi andrà fatta seguendo alcuni dettami di estrema importanza, che non possono essere ignorati se si vuole avere affidabilità e sicurezza. Perciò brevemente verrà illustrato tutto ciò che c’è da sapere per poter scegliere una serratura elettrica nel migliore dei modi durante la fase di acquisto, così da non buttare soldi inutilmente. Una prima cosa da considerare prima di procedere con l'acquisto di una serratura elettrica di buona qualità, è che questa garantisca una sicurezza elevata. Importante quindi è la presenza di una doppia bobina all’interno della serratura stessa. Questo componente è di estrema importanza e dà modo al meccanismo di scattare in caso si prema il pulsante, comandandone l’espulsore che aprirà la porta o il cancello.
I fabbri sanno benissimo che una delle cause maggiori di guasti in questa tipologia di serrature è l’assenza totale di una bobina di supporto che aiuta a distribuire e sopportare il carico elettrico in maniera più equilibrata, e quindi permettendo al componente elettrico di avere una durata molto maggiore. In questo modo si eviteranno spiacevoli situazioni e si garantirà un'affidabilità senza pari durante un arco di tempo decisamente più lungo. La presenza di un pulsante sulla serratura darà anche la possibilità di aprire il cancelletto su cui è installato il dispositivo, nonostante vi sia un'assenza prolungata di corrente, e quindi senza impulso elettrico. È bene che questo pulsante sia in metallo, come l'ottone, che non si spacca a causa degli agenti atmosferici e si sporca meno facilmente rispetto ai materiali plastici. Un’altra cosa da sapere sulle serrature elettriche e che si rivela di estrema importanza è sicuramente la presenza dell’espulsore separato dallo scrocco, ossia i due componenti che permettono la chiusura e l'apertura del cancello o della porta su cui è montato il dispositivo in questione.

Questo accorgimento, non presente in tutte i modelli in commercio, permette alla serratura stessa di adeguare il suo allineamento verticale in caso vi siano variazioni di posizione. È risaputo che i portoncini metallici o in legno sono soggetti a dilatazione e restringimenti causati dalla temperatura o dall'umidità (in caso sia utilizzato il legno come materiale principale), e questo comporta anche disallineamento della serratura con la bocchetta dove andrà ad infilarsi lo scrocco una volta chiusa a chiave la porta o il cancello, creando notevoli problemi, come la mancata chiusura o difficoltà durante la medesima operazione. Per questo motivi i migliori fabbri consigliano che l’espulsore sia separato dallo scrocco. In questo modo non si avranno problemi derivanti dal mancato adeguamento della posizione verticale, che generalmente può arrivare a superare i sette millimetri. Al contrario, se si utilizza l'espulsore assemblato insieme allo scrocco, allora si potranno supportare variazioni di posizione che vanno intorno ai tre millimetri. Durante la scelta di una serratura elettrica è anche bene capire se è possibile regolarne la posizione in altezza così da migliorare la chiusura.
Come per il componente precedentemente citato, anche in questo caso la causa maggiore di tutti quei problemi legati alla mancata chiusura di un cancello e di una porta è principalmente l’usura e la modifica della posizione dei cardini, che a lungo andare impedirà questo atto creando notevoli disagi. Perciò, quando capiterà di dover selezionare una serratura elettrica è bene che si sappia che ne esistono alcune che permettono di regolare anche la posizione in altezza, modificando così l’allineamento tra la serratura e la bocchetta. Un’altra cosa da considerare durante la fase di scelta di una serratura è anche il fatto che esistono una grande varietà di portoni e cancelli che avranno un peso diverso; in questi casi la molla che andrà ad azionare la chiusura dovrà essere necessariamente diversa e adattarsi al caso specifico, perciò è bene considerare l’acquisto di una serratura che dia la possibilità di poter regolare la durezza della molla, in modo che la chiusura avvenga con uno sforzo minore o maggiore a seconda del porta o del cancello che si va a chiudere. Altri tipi di serrature invece permettono la sostituzione della molla interna con una disponibile in commercio, rivenduta da fabbri o da aziende specializzate. La ricerca di questo componente però, talvolta, può rivelarsi estremamente complessa e difficoltosa tanto che può arrivare a portare all'acquisto di oggetti non essenziali o sbagliati.


  • Serrature elettriche
  • cosa sapere prima di cambiarla

Potrebbe interessarti anche

Fabbri
Mg Forme Metalliche: scale, cancelli, serrature ed elementi di design in ferro.

L'azienda Mg Forme Metalliche può vantare una notevole esperienza nella lavorazione di materiali come ferro, acciaio inox e alluminio. Il titolare dell'azienda è egli stesso un fabbro e carpentiere di talento, ed ha fondato l'attività per poter mettere in commercio dei prodotti artigianali di alta qualità. Oggi i fabbri e carpentieri di Mg Forme metalliche sono conosciuti a livello nazionale per...

Fabbri
Nicolini Maurizio: costruzioni in ferro.

L'azienda Nicolini Maurizio Costruzioni in ferro, lavora da anni nel settore della fabbricazione di prodotti in ferro, come inferriate, cancelli, balconi e scale. La ditta è nata inizialmente come fabbro produttore artigianale per la lavorazione del ferro, ma in seguito anche alle richieste del territorio, si è ampliata come azienda che esegue lavori a domicilio, nell'ambito privato e nel...

Fabbri
I mille usi del ferro battuto in casa

Il ferro battuto è stato uno dei primi materiali con il quale l'uomo ha iniziato a lavorare per progettare vari tipi di utensili. Tra questi spiccano sicuramente le lance usate per cacciare, fino ai diversi strumenti per lavorare la terra. Questa procedura prevedeva di porre il ferro all'interno di un forno con sotto del carbone. Successivamente il materiale veniva "battuto" per rimuovere le...