pagine gialle casa

richiedi preventivo icon menu

magazine

Tipologia di inferriate sicure: guida alla scelta

Inferriate e grate: ecco come rendere più sicura la propria abitazione scegliendo la tipologia giusta sulla base delle varie esigenze e degli spazi a disposizione

Grazie alle inferriate è possibile innalzare il livello di sicurezza delle abitazioni. La necessità di dover rendere la propria casa ancor più inaccessibile nasce, infatti, dal fatto che molto spesso i ladri e i malintenzionati preferiscano introdursi infrangendo i vetri delle finestre, creando anche danni alquanto ingenti. Ciò accade in particolar modo per quel tipo di appartamenti e case indipendenti che si articolano per lo più al piano terra o comunque a livelli non molto alti. Per tal motivo, sempre più persone preferiscono affiancare ad un buon sistema di allarme le inferriate. In commercio sono presenti molte tipologie e ciò tende anche a disorientare l'acquirente, il quale non sa qual è più indicata alla propria situazione. Tutte, però, sono dotate di alcune caratteristiche comuni, che ne assicurano l'efficacia e la resistenza: tra queste si ritrova innanzitutto la collocazione del telaio direttamente sul muro della finestra e successivamente il materiale.
Per quel che concerne quest'ultimo aspetto, le grate possono essere realizzate sia in ferro (battuto e non), sia in acciaio (di solito inox, zincato o temperato). In fase di progettazione, inoltre, è possibile personalizzarle anche sotto il profilo del colore e della forma. Mentre però il primo aspetto ha una finalità puramente estetica, la scelta della struttura delle sbarre di metallo è di fondamentale importanza, perché può contribuire ad aumentare il livello di resistenza alle infrazioni. Solitamente queste possono essere tubolari, rotonde o squadrate, ma si consiglia di prediligere per lo più i profili curvilinei. Ciò è dovuto principalmente al fatto che le inferriate realizzate con questa forma sono meno intaccabili dalle tranciatrici, proprio perché tendono a farle scivolare, rendendo quindi più difficoltosa l'irruzione. Analizzando l'enorme vastità di inferriate, è possibile suddividere i vari modelli in tre tipologie principali.

Nella prima categoria rientrano le cosiddette grate fisse, che sono le più resistenti rispetto alle altre. Questo tipo di sistema di sicurezza passivo viene perlopiù adottato per quelle finestre che si aprono internamente a battente o a vasistas oppure per quei serramenti privi di apertura, i quali hanno la semplice funzione di rendere più luminoso l'ambiente. Le inferriate fisse, infatti, hanno lo svantaggio di non poter essere rimosse o aperte, ma presentano come pregio principale il fatto di essere ancorate alla muratura della casa. Inoltre, assume un grande valore il fattore della resa estetica: differentemente dalle altre tipologie, questa permane nel tempo e nello spazio e, per questo motivo, è importante scegliere con attenzione uno stile che si adatti anche alla facciata della casa. Sono consigliate, dunque, le inferriate in ferro battuto, che possono dare all'edificio in generale un tocco in più di originalità. Nella seconda categoria rientrano invece le grate mobili, le quali sono in assoluto le più installate e possono essere affiancate a delle persiane antieffrazione. Queste sono costituite da una struttura dotata di un meccanismo di cerniere che permette loro di potersi aprire e chiudere in tutta facilità, fornendo così un ottimo compromesso tra estetica e funzionalità.
Sulla base dell'apertura prevista, le molteplici varianti possono essere raggruppate principalmente in tre gruppi: inferriate a libro, a soffietto e a fisarmonica. La scelta dell'una piuttosto che dell'altra deve essere dettata più che altro da un fattore di praticità legato allo spazio che si ha a disposizione nelle vicinanze. In particolar modo, se attorno all'infisso in questione è presente spazio a sufficienza, si può optare per una cerniera a libro, che è la più classica. Al contrario, se nelle immediate vicinanze sono presenti degli ostacoli che possano impedirne l'apertura, è meglio scegliere delle cerniere che prevedano un movimento a soffietto o a fisarmonica: in questo modo, la grata si posizionerà lateralmente, lasciando libero il passaggio. Tra gli svantaggi di una struttura mobile, quello più rilevante è che, nel caso in cui ci si dimentichi di chiuderla a chiave, si vanificano tutti gli sforzi di rendere più sicuro l'appartamento.
L'ultima tipologia presente sul mercato è infine quella delle inferriate a scomparsa, le quali richiamano molto il meccanismo delle porte scorrevoli. Queste hanno il vantaggio principale di scomparire del tutto quando sono aperte, permettendo così alla luce di entrare con più facilità e di avere una resa estetica ottimale. Se, invece, si analizza tale meccanismo dal punto di vista della sicurezza, c'è da dire che risultano essere molto più facili da aprire e, per questo motivo, sono poco consigliate. È, infatti, possibile vanificare la loro funzione violando il meccanismo di chiusura o, più semplicemente, spostandole dai binari. Inoltre, a prescindere dalla tipologia di inferriata scelta, è consigliabile prediligere alla normale serratura a doppia mappa una dotata di cilindro europeo, che costituisce il meccanismo di chiusura più sicuro tra quelli presenti attualmente sul mercato.


  • inferriate
  • tipologie inferriate

Potrebbe interessarti anche

Fabbri
Mg Forme Metalliche: scale, cancelli, serrature ed elementi di design in ferro.

L'azienda Mg Forme Metalliche può vantare una notevole esperienza nella lavorazione di materiali come ferro, acciaio inox e alluminio. Il titolare dell'azienda è egli stesso un fabbro e carpentiere di talento, ed ha fondato l'attività per poter mettere in commercio dei prodotti artigianali di alta qualità. Oggi i fabbri e carpentieri di Mg Forme metalliche sono conosciuti a livello nazionale per...

Fabbri
Nicolini Maurizio: costruzioni in ferro.

L'azienda Nicolini Maurizio Costruzioni in ferro, lavora da anni nel settore della fabbricazione di prodotti in ferro, come inferriate, cancelli, balconi e scale. La ditta è nata inizialmente come fabbro produttore artigianale per la lavorazione del ferro, ma in seguito anche alle richieste del territorio, si è ampliata come azienda che esegue lavori a domicilio, nell'ambito privato e nel...

Fabbri
I mille usi del ferro battuto in casa

Il ferro battuto è stato uno dei primi materiali con il quale l'uomo ha iniziato a lavorare per progettare vari tipi di utensili. Tra questi spiccano sicuramente le lance usate per cacciare, fino ai diversi strumenti per lavorare la terra. Questa procedura prevedeva di porre il ferro all'interno di un forno con sotto del carbone. Successivamente il materiale veniva "battuto" per rimuovere le...