MAGAZINE
Logo Magazine

Bonus Rubinetti: i requisiti per accedervi

La Legge di Bilancio ha introdotto il bonus rubinetti. Di che cosa si tratta? Scopri in questo articolo come funziona, le tempistiche e come richiederlo

Chiedi un preventivo per
impianto idraulico casa
richiedi un preventivo gratis

Il 2020 ha portato con sé numerosi incentivi per chi deve compiere interventi all’interno della propria abitazione: ha confermato diversi bonus (dal bonus verde al bonus mobili, sino al bonus ristrutturazioni), e ne ha introdotti di nuovi. A cominciare dal Bonus Rubinetti, pensato per chi deve sostituire rubinetti e soffioni doccia.

In realtà si tratta di un “allargamento” dell’Ecobonus, dal momento che tale agevolazione è nata proprio per incentivare l’acquisto di sistemi capaci di ridurre il consumo idrico.

Ma vediamo nel dettaglio come funziona il Bonus Rubinetti.

Cos’è il Bonus Rubinetti

Fino al 31 dicembre 2020 sarà dunque possibile usufruire dell’Ecobonus anche per l’acquisto e la posa di rubinetteria sanitaria con portata di erogazione uguale o inferiore ai 6 litri al minuto, soffioni doccia e colonne doccia attrezzate con portata uguale o inferiore ai 9 litri al minuto, cassette di scarico e sanitari con volume medio di risciacquo uguale o inferiore ai 4 litri.

La detrazione, per chi sostituisce i vecchi rubinetti / scarichi / soffioni della doccia, è del 65%, a patto di scegliere – per l’appunto – dispositivi finalizzati alla riduzione del consumo di acqua in casa. Come ottenere l’incentivo? Si può optare per la detrazione del bonus rubinetti, pari al 65% della spesa sostenuta (da ripartirsi in 10 rate annuali d’eguale importo) da “scontare” dal 730, oppure si può ottenere lo sconto diretto in fattura con cessione del credito fiscale alla ditta che esegue i lavori.

Non solo Bonus Rubinetti: le altre agevolazioni

Tante sono le agevolazioni che la Legge di Bilancio ha confermato e introdotto in ambito residenziale. E, alcune di esse, riguardano proprio gli interventi di riqualificazione energetica. L’obiettivo? Ridurre il fabbisogno energetico per il riscaldamento, migliorare l’isolamento termico dell’edificio (attraverso l’installazione di infissi, pavimenti e coibentazioni), incrementare il numero di pannelli solari, sostituire i vecchi impianti di climatizzazione invernale.

Detrazioni sono previste anche per l’acquisto e la posa in opera di:

  • schermature solari
  • impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili
  • micro-cogeneratori, in sostituzione di impianti esistenti
  • generatori d’aria calda a condensazione

Oltre che per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento, la produzione di acqua calda o la climatizzazione delle unità abitative; la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione.

Oltre all’Ecobonus e al bonus rubinetti, è possibile approfittare anche del Bonus Condizionatori e del Bonus Mobili nell’ambito di una ristrutturazione. Il primo comporta una detrazione del 50% se il nuovo impianto è a pompa di calore, del 65% se l’impianto è dotato di pompa di calore ad alta efficienza; il secondo consiste invece nella detrazione del 50% sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici in classe A+ (A per i forni).

Se non viene effettuata una ristrutturazione, l’agevolazione fiscale è riservata a chi sostituisce un intero impianto di climatizzazione ormai vecchio con un nuovo impianto a pompa di calore e ad alta efficienza energetica. Richiedi un preventivo gratuito sul nostro sito!

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a impianto idraulico casa
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali