pagine gialle casa

richiedi preventivo icon menu

magazine

Come coibentare i tubi acqua esterni

Le tubazioni, soprattutto quelle esterne, necessitano di adeguate protezioni per evitare che l'acqua all'interni geli, provocando danni all'impianto.

Con l'arrivo delle temperature polari è importante proteggere se stessi dal freddo, senza dimenticare gli impianti della nostra casa. Sia le tubazioni dell'acqua poste all'esterno, sia quelle che attraversano solai non riscaldati, sono soggette alla formazione di ghiaccio nei mesi più gelidi. Le temperature rigide possono infatti provocare seri danni ghiacciando l'acqua che scorre all'interno. Il liquido, passando dalla forma liquida a quella solida, aumenterà inevitabilmente di volume, causando rotture alle tubazioni soprattutto in prossimità di giunti e rubinetti. I danni non saranno visibili finché l'acqua rimarrà allo stato solido. Ma nel momento in cui le temperature permetteranno di nuovo lo scongelamento ecco che l'acqua inizierà a fuoriuscire dalle rotture provocate nel tubo, causando in caso di mancato intervento tempestivo, danni ed allagamenti. Per prevenire questo problema è possibile prevedere una adeguata coibentazione dei tubi, in particolare di quelli che si trovano all'esterno e che scorrono lungo la superficie perimetrale della casa. Per la coibentazione è possibile acquistare isolanti specifici, realizzati in poliuretano, in lana di vetro o di roccia. Questi si trovano facilmente in commercio, e possono essere applicati intorno ai tubi utilizzando del semplice nastro isolante.
Facili e veloci da collocare nei tubi esterni, non dovranno essere stretti troppo. Oltre al materiale infatti, anche l'aria presente all'interno svolge una importante funzione nella prevenzione del ghiaccio, e comprimendo troppo il materiale si andrebbe a limitare l'efficacia di questo importante componente isolante. Qualità e spessore del materiale isolante impiegato determinano la resistenza che questo offre: più spesso sarà il prodotto e più lungo sarà il tempo che l'acqua all'interno delle tubazioni impiegherà per passare dallo stato liquido a quello solido. Il rivestimento dei tubi con materiale isolante non riesce però ad offrire una garanzia totale contro il congelamento dell'acqua: periodi prolungati di gelo e acqua ferma nei tubi per lungo tempo possono provocare comunque rotture anche nei tubi più solidi. Per prevenire il problema del congelamento notturno, quando le temperature si abbassano ulteriormente e l'acqua non viene, di norma, utilizzata, è possibile lasciare che un filo d'acqua scorra lentamente da un rubinetto.

In questo modo diminuiremo ulteriormente il rischio di gelate all'interno dei tubi, poiché innescheremo uno scorrimento continuo. Per quanto riguarda invece l'impianto idrico delle seconde case, o di luoghi in cui ci rechiamo solo raramente, è consigliabile nei mesi invernali provvedere ad uno svuotamento dell'impianto dopo aver chiuso la valvola centrale. Una volta bloccato l'ingresso di acqua nei tubi sarà sufficiente aprire il rubinetto che si trova nella parte più bassa dell'abitazione (ad esempio la cantina) e lasciare che tutto il liquido ancora presente nelle tubazioni defluisca, eliminando così il rischio che quest'ultimo ghiacciandosi all'interno, possa solidificarsi ed esercitare pressioni che provocherebbero la rottura dei tubi. Per una garanzia ancora maggiore è possibile prendere in considerazioni soluzioni all'avanguardia come i cavi scaldanti. In commercio è possibile trovare cavi realizzati in materiale termoplastico da applicare all'impianto, che funzionano con una tensione di 230V e si attivano solo in caso di necessità grazie ad un termostato interno, garantendo così una perfetta efficienza energetica. Sebbene i cavi scaldanti siano raccomandati come sistema da utilizzare per una buona prevenzione, è possibile applicarli anche in caso di presenza di acqua già congelata nei tubi.
Applicandoli e facendoli agire per qualche ora riusciremo a far tornare l'acqua al suo stato originario ed a rendere l'impianto nuovamente utilizzabile. I cavi scaldanti sono forse la soluzione che offre le maggiori garanzie e, sebbene sia la più costosa, non incide tanto quanto un intervento idraulico necessario in caso di rottura dei tubi causata dall'acqua ghiacciata. Occorre ricordare che, oltre alle tubazioni, anche il contatore richiede una adeguata protezione contro il gelo, e che questa è a carico dell'utente. I costi relativi ad una eventuale sostituzione o riparazione per danni causati dall'acqua gelata all'interno saranno pertanto addebitati alla persona che usufruisce del servizio da parte dell'ente che gestisce l'impianto. Lo stesso discorso vale per le caldaie. Eventuali costi di riparazione delle tubazioni che, soprattutto se si trovano in punti non a vista, potrebbero includere spese per interventi murari oltre che idraulici, possono essere prevenuti grazie a piccoli accorgimenti che permetteranno di risparmiare e non subire fastidi notevoli causati dall'impossibilità di utilizzare l'acqua per un determinato periodo di tempo.


  • Tubazioni
  • danni acqua gelata

Potrebbe interessarti anche

Idraulici
Installazione, manutenzione e riparazione degli impianti di riscaldamento e condizionamento

Sulle normative per la manutenzione della caldaia vige molta disinformazione, con molti utenti convinti che sia obbligatorio un controllo annuale da parte di tecnici specializzati. Se la caldaia ha un problema è ovvio che vada chiamato un tecnico, ma se non ci sono malfunzionamenti non è obbligatorio il controllo annuale: ogni produttore infatti, sul libretto di istruzioni rilasciato all'acquisto,...

Idraulici
Impianti idraulici e termoidraulici: come prendersi cura della propria casa

Far realizzare impianti idraulici è un'operazione lunga e difficile, non solo per i lavori richiesti, ma perché è necessario informarsi sui costi dei materiali, sui prodotti disponibili e sulle scelte che possono adattarsi alla propria casa. Per questo motivo, è sempre bene avvalersi dell'aiuto di un esperto del settore. Il primo aspetto da decidere riguarda i materiali di costruzione, in quanto...

Idraulici
Impianti di riscaldamento: prendersi cura della propria casa

Mantenere una temperatura stabile e gradevole in casa è molto importante, perché consente di condurre una vita confortevole e di preservare anche le pareti e l'arredamento, che potrebbero essere rovinati dall'umidità o da fenomeni di condensa. Le possibilità tra cui scegliere sono varie, quindi è consigliabile chiedere l'aiuto di un esperto, per farsi spiegare quali sono le soluzioni migliori e...