magazine

tutti gli articoli

Come scegliere il box doccia

Vediamo quale nuovo box doccia è più adatto quando dobbiamo arredare la nuova casa o cambiare look al bagno

Il box doccia si può comprare su misura per lo spazio che si ha a disposizione, perché si ha l'eccezionale possibilità di scegliere le dimensioni del piatto doccia e la forma. Generalmente il box doccia occupa a pavimento un quadrato di 80 cm di lato. Le discrete dimensioni permettono di ubicarlo anche in locali diversi dal bagno, per esempio si può sfruttare lo spazio presente sotto le scale, oppure un angolo presente nella camera da letto o installarlo nel ripostiglio insieme alla lavatrice e all'asciugatrice. Le docce separate, sono una valida alternativa nelle famiglie numerose, per evitare code davanti alla porta dell'unico bagno disponibile prima di uscire per recarsi al lavoro o a scuola. Nella scelta del box doccia bisogna tenere presente alcuni elementi: forma, design, materiali, modalità di apertura e modalità di entrata. Sono delle considerazioni molto importanti da prendere in esame, poiché le docce devono rispettare specifiche norme tecniche, oltre ad arredare con stile ed eleganza il bagno. Prima di acquistare il box doccia è necessario rispondere ad alcune domande. Dove si vuole posizionare, in un angolo, lungo la parete, al centro della stanza? Quanto spazio si ha a disposizione? Quanto deve essere grande?
Oggi per venire incontro alle esigenze di spazio, i box doccia sono reperibili in diverse dimensioni, non esistendo più le grandezze standard, è possibile adattarlo nel punto dove si vuole installarlo. La forma, anche dal punto di vista estetico è uno dei fattori fondamentali da prendere in considerazione nel momento della scelta del box doccia. Esistono piatti doccia angolari a sagoma quadrata, angolari a sagoma rettangolare, angolari a sagoma semicircolare, angolari a sagoma semicircolare asimmetrica e circolari. Quando si decide la sistemazione della doccia occorre valutare come si costruiranno le pareti del box, alcune soluzioni comportano più lavoro di altri. Anche se in apparenza il sistema più semplice per ottenere un box doccia è l'installazione di quello prefabbricato, dal punto di vista di costo, il più economico rimane il box doccia posizionato nell'angolo del locale, poiché due lati della struttura sono già presenti. Una volta scelto il piatto, non resta che concentrarsi sulla selezione del box da applicarvi sopra. Il box può avere profili tradizionali, o presentarsi in versione più moderna senza profili.

I pannelli possono essere di acrilico con stampe e disegni o semitrasparenti, economici e facili da pulire, oppure in cristallo temperato con differenti finiture. In confronto all'acrilico, il cristallo è più pregiato ed esteticamente più bello, ma di costo superiore. Con il cristallo è facile unire l'eleganza esclusiva della trasparenza e il piacere del perfetto relax. I pannelli possono essere: trasparenti, serigrafati, stampati, piumati e satinati. Ad influenzare il design concorrono inoltre il tipo di apertura e il tipo di entrata della cabina doccia. Si predilige l'apertura scorrevole se non si ha troppo spazio e si vuole eliminare l'ostacolo della porta. L'apertura a battente invece ha la cerniera verso l'esterno o all'interno del box. Il tipo di entrata si differenzia in base al tipo di apertura. Può essere angolare con ante scorrevoli, si può disporre di una porta frontale, oppure avere le ante pieghevoli o in tessuto sintetico fissato con anelli su una struttura in acciaio. Grazie alla nuova tecnologia le cabine doccia possono trasformarsi in vere SPA di benessere dove recuperare un po' di benessere.
Il box doccia può essere "cucito in maniera sartoriale" su qualsiasi spazio che lo accolga. Nonostante le dimensioni ridotte, la struttura può ospitare una colonna idromassaggio da utilizzare non solo per l'igiene personale ma anche per dedicarsi al benessere fisico e mentale. Per realizzare un ambiente a sviluppo continuo, si può rivestire l'interno del box doccia con le stesse piastrelle sistemate nel bagno ed installare un piatto doccia ricoperto da una pedana a filo pavimenti in listelli di legno. Per arredare gli spazi piccoli, sono indicati i box doccia meno spigolosi, mentre se il box va incassato tra due pareti già esistenti, le versioni squadrate sono la migliore soluzione. I pannelli in vetro si adattano ad uno stile moderno e minimal. Le lastre incastrate fra di loro senza la presenza di profili rendono la cabina d'avanguardia ed essenziale. I box doccia in muratura evocano ambienti rustici. E' una tendenza di stile che sta ritornando in auge, così come la vasca con doccia integrata. L'atmosfera calda dei rivestimenti danno l'opportunità di arredare il bagno in maniera personale sfruttando ogni centimetro a disposizione e utilizzando al meglio le altezze nella distribuzione funzionale.

Potrebbe interessarti anche