magazine

tutti gli articoli

Quali sono i materiali migliori per rivestire la vasca da bagno

Il rivestimento della vasca da bagno dona all'ambiente un tocco di originalità e, in base al materiale scelto, esprime la personalità e il gusto di chi lo sceglie.

I materiali per rivestire la vasca da bagno sono numerosi e creano effetti diversi, contribuendo a donare all'ambiente uno stile particolare e personalizzato, che riflette i gusti di chi lo arreda. Tra le diverse possibilità presenti sul mercato, quella di più semplice e immediata realizzazione è sicuramente la verniciatura della superficie della vasca con smalto acrilico oppure con resina, la quale garantisce una maggiore durata nel tempo. In questo caso, i protagonisti della scelta saranno i colori, che possono essere accesi, per attirare l'attenzione sull'elemento vasca da bagno, oppure possono riprendere la stessa tonalità del pavimento, dando all'ambiente un tocco di eleganza e raffinatezza. Una scelta interessante che si adatta bene a bagni di grandi dimensioni in abitazioni dallo stile classico o rustico, è il rivestimento in pietra della vasca da bagno. La pietra, impreziosita con intagli di vario genere, rende la vasca protagonista indiscussa della stanza, facendone quasi una scultura, ed è particolarmente indicata per pezzi di dimensioni piuttosto grandi. Rispetto alla vernice, che rappresenta sicuramente la scelta più economica in termini di tempi di realizzazione e costi, la spesa per questo tipo di rivestimento è notevolmente più elevata, ma assicura allo stesso tempo una durata praticamente eterna.
Un altro materiale che si presta al rivestimento della vasca è il parquet, che in tempi recenti è stato impiegato anche nella pavimentazione del bagno e che può essere usato in continuità con essa per rendere l'ambiente uniforme e raffinato. Il rivestimento in legno più adatto per la vasca da bagno è sicuramente il teak, che essendo ideato per esterni non presenta problemi a contatto con l'acqua e non deve essere verniciato. Altri tipi di legno invece richiedono trattamenti particolari, in grado di aumentarne la resistenza e la durata nel tempo. Scegliere il legno per il rivestimento della vasca rende il bagno caldo e accogliente, e questa soluzione si adatta bene ad appartamenti al mare o in montagna. Una valida alternativa è rappresentata dal legno laccato. Questo procedimento consente di impiegare un materiale di qualità e duraturo come il legno, ma di adattarlo all'ambiente del bagno attraverso la scelta del colore della vernice, con nuance decise oppure più tenui in base al gusto e al resto dell'arredamento. La laccatura del legno inoltre garantisce l'incremento della resistenza del materiale all'acqua e ne consente una più semplice la pulizia, rendendolo liscio, lucido e brillante.

Se si punta ad ottenere un effetto di luminosità e lucentezza per la vasca da bagno, è possibile scegliere tra diversi materiali oltre al legno laccato. Il rivestimento in vetro è sicuramente uno dei più adatti al raggiungimento di questo scopo. La posa di lastre che possono essere trasparenti ma anche colorate conferirà un aspetto sobrio ma molto elegante alla vasca. Lo stesso effetto tuttavia può essere raggiunto scegliendo di rivestire la vasca con piastrelle molto lucide, decisamente più semplici da posare e da pulire. La loro capacità riflettente ha l'effetto ottico di allargare anche spazi piccoli e anche selezionando un colore scuro si possono ottenere risultati straordinari. Altro materiale molto splendente e raffinato è il marmo, che pur se posato in spazi ristretti allarga l'ambiente con la sua grande luminosità. Scegliendo di posare una lastra abbastanza spessa si ottiene anche una superficie d'appoggio per gli asciugamani e i prodotti per il bagno.
Un'opzione interessante per il rivestimento della vasca da bagno è la scelta di piastrelle di vario tipo e di dimensioni diverse. Un'idea per rendere il bagno moderno e particolare è di realizzare il rivestimento della vasca con la tecnica del mosaico. La posa deve essere molto accurata per evitare che si presentino sporgenze sulla superficie. Inoltre, la manutenzione richiesta è leggermente più impegnativa: le fughe bianche tra i tasselli devono essere pulite accuratamente per evitare che cambino con il tempo. Questa soluzione è particolarmente interessante nel caso di vasche realizzate in muratura, che possono essere rivestite anche all'interno, donando continuità all'ambiente. Un'altra possibile soluzione è invece quella di scegliere piastrelle con fantasie accese e molto colorate, che si adattano ad ambienti semplici e lineari, conferendogli vivacità e colore e attirando l'attenzione proprio sull'elemento vasca da bagno, così decisamente caratterizzato. Le piastrelle in gres invece, dai toni generalmente più neutri, sono sicuramente una soluzione utile a donare al bagno eleganza e sobrietà, e rappresentano un'alternativa che supera il tempo e le tendenze del momento. Tali piastrelle sono disponibili in diverse dimensioni e con differenti fantasie, tra le quali l'effetto pietra, che dona all'ambiente un aspetto rustico e rappresenta sicuramente un'opzione più economica della vera pietra.

Potrebbe interessarti anche