MAGAZINE
Logo Magazine

Come prepararsi alle pulizie di primavera

La primavera si avvicina e anche il cambio armadio. Scopri in questo articolo di PG Casa quali sono le grandi pulizie di primavera e come organizzarle al meglio

Chiedi un preventivo per
imprese di pulizia
richiedi un preventivo gratis

Quando iniziano i primi caldi, e i maglioni lasciano il posto alle t-shirt, si comincia a pensare alle tanto temute pulizie di primavera. Un’operazione importantissima, per igienizzare la propria abitazione.

Con le pulizie di primavera, infatti, non solo si va ad effettuare il classico cambio armadio. È anzi l’occasione perfetta per pulire a fondo gli angoli di casa in genere trascurati, e tutti quei complementi che solo poche volte l’anno si puliscono: le tende, le tapparelle, il frigorifero e il freezer, i condizionatori.

Per organizzare le grandi pulizie di primavera, tuttavia, è necessario organizzarsi. Scegliendo i giusti prodotti e i giusti attrezzi. Scopriamoli insieme.

Come organizzare le pulizie di primavera

Prima ancora di pulire, è fondamentale organizzarsi. La cosa migliore è stabilire delle microattività, annotando tutto ciò che c’è da fare su di un taccuino (oppure sfruttando una app ad hoc). Si andrà a scrivere stanza per stanza le operazioni da effettuare, e tutti gli attrezzi di cui dotarsi: aspirapolvere, vaporetto, detergenti vari. L’obiettivo è stilare un vero programma, spuntando poi le voci una ad una.

Il secondo passo è stabilire un ordine delle priorità: in genere è preferibile svolgere prima le incombenze più pesanti, oppure occuparsi di quelle stanze di cui raramente ci si prende cura come lo sgabuzzino (da cui eliminare tutto ciò che non si usa), la stanza degli ospiti o i balconi. In ogni ambiente, poi, è necessario eliminare il superfluo: è il concetto di “decluttering”, che Marie Kondo ha reso celebre nel mondo col suo best-seller “Il magico potere del riordino”.

Pulizia di fino: come trattare i singoli complementi

Sono tanti i complementi da trattare, quando si parla di pulizie di fondo della casa. A cominciare da divani, tende e tappeti. Le tende e i copridivani possono essere lavati in lavatrice, i tappeti portati in lavanderia o trattati con rimedi naturali come il bicarbonato (da applicare sulle macchie), prima di passarvi un pulitore a vapore o un aspirapolvere con filtro ad acqua. 

Il materasso, invece, va areato e girato: molti materassi hanno un lato invernale e uno estivo ma, se anche non lo avessero, è consigliabile girarlo testa-piedi così da scongiurare affossamenti. Fondamentale è poi verificare la presenza di eventuali muffe, macchie gialle (da trattare col bicarbonato) e infestazioni di parassiti.

Anche gli elettrodomestici vanno considerati, durante le pulizie di primavera. Bisogna controllare i filtri e le pompe di scarico, trattarli con l’anticalcare, sbrinare il freezer e pulire l’interno del forno (ideale è far scaldare al suo interno una ciotola d’acqua e limone, utilizzando poi la miscela come detergente naturale). Le fessure di tapparelle e persiane vanno ripulite dalle incrostazioni, i condizionatori vanno igienizzati sciacquando il filtro sotto l’acqua corrente e utilizzando lo spray anti-odore apposito, per eliminare i batteri che in questo elettrodomestico proliferano.

Infine, un consiglio su come trattare ogni singola stanza. La regola è: dall’alto verso il basso. Ciò vuol dire che bisogna pulire prima i soffitti (rimuovendo eventuali ragnatele e pulendo la parte superiore dei lampadari), gli arredi e solo successivamente il pavimento. In questo modo, si eviterà di spolverare e di sciacquare innumerevoli volte. In alternativa affidati ad un’impresa e richiedi un preventivo.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a imprese di pulizia
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali