MAGAZINE
Logo Magazine

Come pulire le veneziane di alluminio, plastica o altri materiali

Lavare e pulire le veneziane è una sfida che si presenta periodicamente: ecco come vincerla con alcuni trucchi. Pulisci veneziane in alluminio, plastica anche senza smontarle

23-12-2022
Chiedi un preventivo per
pulizia appartamenti ammobiliati

Le tende veneziane sono una grande comodità per chi desidera schermare la propria casa senza rinunciare all’estetica e alla funzionalità. Basta un semplice gesto per regolare la luce grazie al movimento delle lamelle, senza contare che sono estremamente economiche e facili da montare.

Ma il tasto dolente riguarda la manutenzione! Non è facile capire come pulire le veneziane, evitando di smontarle e cercando di recuperare lo smalto dei tempi migliori. Quindi, da dove partire per pulire le veneziane? Vediamo come muoverci con le veneziane in alluminio, plastica e legno.

Come spolverare le veneziane in alluminio e PVC?

Se continui a rimandare la pulizia delle veneziane perché temi di dovere perdere tempo e pazienza a smontarle, sappi che ci sono diverse soluzioni per farle tornare a splendere lasciandole al loro posto. Quindi, come pulire le veneziane senza smontarle? Partiamo dalla rimozione della polvere. Qui puoi agire in due diversi modi:

  • utilizzando uno spolverino soffice o un panno asciutto, avendo cura di chiedere le veneziane per rimuovere la polvere dall’alto verso il basso, prima in orizzontale e poi in verticale. Ripeti la stessa procedura sul retro. Per una pulizia più efficace concentrati su una lamella per volta e usa un prodotto antistatico specifico;
  • ricorrendo ad un aspirapolvere dotato di un accessorio per la tappezzeria o la pulizia di tende. Non attivarlo alla velocità massima, perché un’aspirazione troppo forte rischia di far piegare le lamelle, soprattutto se si tratta di veneziane in pvc o alluminio.

Queste semplici operazioni di spolveratura ti aiuteranno a mantenere pulita la tua veneziana senza la necessità di doverla smontare di volta in volta.

Come e quando lavare le veneziane?

Veneziane interno vetro, perché acquistarle?

123RF

Quando le operazioni di pulizia veloce che abbiamo visto non sono più sufficienti per mantenere al meglio le veneziane, allora dovremmo procedere ad un lavaggio approfondito. Sebbene sia più impegnativo rispetto alla canonica spolveratura, anche qui non c’è alcuna necessità di smontare le veneziane.

Se devi lavare le veneziane in alluminio e plastica, inizia col riempire una bacinella d’acqua, per poi aggiungere un rimedio della nonna a tua scelta, come ad esempio aceto, bicarbonato o del semplice detersivo per piatti. Se invece le tue veneziane sono in legno, utilizza un materiale specifico, perché il legno può essere estremamente poroso e richiede cure specifiche.

Dopo aver chiuso le veneziane, inumidisci un panno pulito nella miscela e utilizza la stessa tecnica che abbiamo visto prima, passandolo sempre nella stessa direzione, ovvero da sinistra verso destra o viceversa. Una volta completato il lavaggio, asciuga le veneziane con un panno umido privo di pelucchi.

Anche se spolveri le persiane periodicamente, metti in conto un lavaggio di questo tipo almeno una volta ogni 3 mesi.

Pulizia profonda delle veneziane in acqua

Se le veneziane sono veramente malridotte e nemmeno i passaggi precedenti riescono a sortire alcun effetto, allora sarà il caso di ricorrere alla manutenzione straordinaria tramite lavaggio in acqua.

A questo punto, dovrai prima rimuovere la veneziana da dove è stata fissata. Riempi una vasca capiente con acqua calda e una dose generosa di sgrassatore o detersivo per piatti. Ma anche il semplice bicarbonato può dare ottimi risultati. Per far sì che lo sporco abbia il tempo di ammorbidirsi e sciogliersi, lascia la veneziana in ammollo per almeno un’ora.

Ricorrendo ad una spugnetta morbida e non abrasiva (quella per lavare i piatti va benissimo), o una spazzola dalle setole morbide, inizia a strofinare le lamelle della veneziana, per poi risciacquarla sotto l’acqua corrente. Stendila al sole o ricorri ad un asciugacapelli per accelerare l’operazione, ma non utilizzare mai carta assorbente da cucina, perché potresti ritrovarti con una miriade di pelucchi tra una lamella e l’altra.

Questo metodo è particolarmente consigliato per pulire le veneziane in alluminio e plastica, ma è del tutto da evitare per quelle in legno.

Per avere un risultato duraturo e una casa libera da polvere, può sicuramente essere molto utile affidarsi a una impresa di pulizie o un professionista competente. Su PagineGialle Casa è possibile individuare i migliori professionisti della propria zona, contattarli e ricevere un preventivo personalizzato online.

Domande frequenti:

  • Come pulire le veneziane senza smontarle?

    Per pulire le veneziane senza smontarle si può ricorrere a uno spolverino soffice o ad un aspirapolvere con accessorio per tappezzeria per rimuovere la polvere delicatamente dalle lamelle. Per lavarle si può ricorrere ad una soluzione di acqua e aceto, oppure acqua e bicarbonato, da passare con un panno pulito per poi far asciugare al sole.

  • A chi rivolgersi per lavare alla perfezione le veneziane?

    Per avere un risultato duraturo e una casa libera da polvere, può sicuramente essere molto utile affidarsi a una impresa di pulizie o un professionista competente, che sia in grado di smontarle e ricorrere ai prodotti specifici in base al tipo di materiale. Su PagineGialle Casa è possibile individuare i migliori professionisti della propria zona, contattarli e ricevere un preventivo personalizzato online.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a pulizia appartamenti ammobiliati
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE