MAGAZINE
Logo Magazine

Tutti i metodi per realizzare una velatura

In questo articolo scoprirai cos'è la velatura, una tecnica decorativa che può essere realizzata in diverse modalità, da cui si ricavano effetti sfumati

Chiedi un preventivo per
tinteggiatura pareti
richiedi un preventivo gratis

La velatura delle pareti è una tecnica per la finitura dei muri molto apprezzata per la sua versatilità e resa estetica. Non si tratta di una tecnica unica ma è possibile realizzarla con diversi strumenti e modalità a seconda dell’effetto desiderato: la sua caratteristica principale è un effetto finale trasparente che si ottiene sovrapponendo una o più mani di tinte differenti, regalando all’ambiente un aspetto elegante e al tempo stesso dinamico. Con PG Casa scopri come ottenere la velatura perfetta per le tue pareti!

Cos’è la velatura

La tecnica decorativa con cui decidi di dipingere le pareti è molto importante per delineare l’atmosfera e il carattere di un ambiente. La velatura è una finitura capace di donare un aspetto unico alle pareti, grazie alla quale è possibile ottenere infiniti effetti visivi e sfumature irripetibili, in quanto eseguite a mano. Il termine in realtà riunisce diversi metodi di decorazione murale, che prendono il nome dallo strumento utilizzato per stendere la vernice: i più comuni sono spugna e straccio, ma si possono utilizzare anche pennelli, appositi guanti o spatole.

La tecnica della velatura è molto versatile e si adatta facilmente a qualsiasi superficie sia interna che esterna. Per prima cosa bisogna eliminare tutte le imperfezioni dalle pareti con l’aiuto di una carta abrasiva a grana sottile; in seguito si passa all’applicazione del primer per ottenere un assorbimento del colore uniforme. Infine si procede con la tinteggiatura: l’effetto velato si ottiene sovrapponendo a un fondo opaco, per esempio una pittura lavabile, uno o più mani di prodotti specifici con tinte diverse, a contrasto o in nuance a seconda del risultato desiderato.

Tipi di velatura

La spugnatura

  • Per ottenere un effetto velato con il metodo della spugnatura si possono utilizzare due diverse tecniche: la tecnica “a mettere” e quella “a togliere”. Nel primo caso, dopo aver trattato la superficie con due mani del tono di base, si procede tamponando leggermente la parete con una spugna o un apposito frattazzo immersi nella vernice per velatura. Nel secondo caso invece si stende direttamente sul muro il prodotto per la velatura con un pennello o un rullo e, mentre la vernice è ancora umida, si picchietta la spugna per sbiadire il colore.

Velatura a straccio

  • L’esecuzione della velatura a straccio è molto simile alla spugnatura, ma si utilizza invece un panno in cotone: dopo aver appallottolato lo straccio, basta intingerlo in un colore acrilico e picchiettare la parete già dipinta con il pigmento di fondo, per ottenere un aspetto dinamico e vivace.

Velatura con guanto

  • Presso i negozi di bricolage e fai-da-te è anche possibile acquistare degli appositi guanti per la velatura: questi vengono immersi nella vernice e utilizzati per stendere il prodotto eseguendo dei cerchi concentrici, così da ottenere un effetto nuvolato.

Lo spatolato

  • Fra le diverse tecniche per la velatura quella della spatola è la più impegnativa e sarebbe preferibile affidarsi ad un bravo imbianchino per eseguirla: dopo le preparazioni iniziali, con una spatola in metallo si stendono sulle pareti delle particolari pitture simili allo stucco. Lo spatolato rende la parete lucida e liscia con un effetto simile al marmorizzato. Richiedi un preventivo gratuito.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a tinteggiatura pareti
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali