Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

Accedi con le tue credenziali

MAGAZINE

chiedi preventivo

I danni all'impianto elettrico provocati da fulmini

Quali danni può provocare un fulmine sul nostro impianto elettrico? In questa breve guida scoprirai come proteggere al meglio l'impianto elettrico di casa

Cosa fare se l'impianto elettrico è danneggiato dai fulmini?
Chiedi un preventivo per rifacimento impianto elettrico richiedi un preventivo gratis

Ormai siamo sempre più abituati ad acquazzoni e temporali, perfino a quelli più forti che arrivano all’improvviso durante le estati più calde, che i fulmini che li accompagnano non ci spaventano più. Addirittura, quei fasci di luce che squarciano il cielo, sembrano quasi affascinarci, facendoci sembrare lontana la possibilità che provochino danni. In realtà, questa possibilità non è così remota. È molto importante, dunque, conoscere come proteggere al meglio il proprio impianto elettrico di casa dai fulmini e trovare soluzioni in caso di guasti.

Come proteggere l’impianto elettrico di casa

La prima cosa da verificare è la sicurezza degli impianti elettrici dell’edificio in cui abitiamo, il quale deve essere dotato di un sistema di messa a terra adeguato e aggiornato nel rispetto della normativa vigente, altrimenti, ogni altra precauzione è inefficace. Una comune quanto antica difesa esterna è costituita dall’ installazione dei classici parafulmini, detti anche LPS esterni. La protezione interna consiste invece nell’impiego di specifici sistemi che svolgono la loro azione a livello generale, se installati all’interno del quadro di distribuzione, oppure locale, se posti come protezione in corrispondenza delle singole prese elettriche.

I danni da sovratensioni verificatisi durante un temporale (danni indiretti) agli impianti e alle apparecchiature elettriche possono essere evitati solo staccando il cavo di alimentazione dalla rete elettrica, oppure attraverso la presenza di una protezione antifulmini interna con dispositivo di protezione da sovratensioni. Esistono tre tipi diversi di scaricatori:

  • tipo 1, per proteggere voi e le vostre apparecchiature dai fulmini;
  • tipo 2, per le sovratensioni causate dal distributore di corrente elettrica;
  • tipo 3, da collocare dietro l’elettrodomestico per un’ulteriore protezione e che deve essere utilizzato insieme agli altri due tipi.

Dispositivi salvavita di protezione delle linee elettriche

Tra i dispositivi volti alla protezione delle persone, più che delle linee elettriche, ci sono i dispositivi differenziali, chiamati anche salvavita. Il loro intervento automatico avviene quando si rileva una dispersione di corrente elettrica a partire dai 30 mA. Il salvavita opera in simbiosi con l’impianto di terra, che scarica al suolo le dispersioni di corrente, immediatamente alla percezione della dispersione.

Danni e riparazione impianto elettrico

Gli eventi meteorologici accompagnati da lampi e tuoni sono in grado di creare dei forti campi elettro-magnetici che arrecano danni ai dispositivi connessi alla rete elettrica fino alla struttura dell’edificio e possono addirittura creare incendi. Tenete presente che più della metà dei guasti alle apparecchiature elettriche è riconducibile alle cause atmosferiche. In alcuni casi si può verificare un blackout nel tuo impianto elettrico di casa

La conseguenza tipica del blackout è il corto circuito che genera una dannosa trasmissione di energia elettrica o la sospensione temporanea dell’alimentazione. Possibili danni in questo caso sono, ad esempio: avaria del riscaldamento, del climatizzatore o del frigorifero. Sovente possono esserci dei guasti gravi e in questo caso si è costretti ad affrontare spese impreviste per sostituire le apparecchiature danneggiate con altre nuove.

In caso di danni da fulmini, è possibile richiedere un risarcimento. Bisogna calcolare l’entità dei danni e verificare chi li deve pagare, perché non si tratta di un’incombenza solo a carico dell’intestatario della rete elettrica. La sentenza n. 1089/2016 ha statuito che la società fornitrice dell’energia elettrica in tali casi ha l’obbligo di risarcire i danni subiti dagli utenti.

In definitiva la società ha il dovere di prevedere i fenomeni atmosferici normali e di predisporre idonee misure affinché i temporali non provochino sbalzi di tensione, in caso contrario dovrà risarcire gli utenti dei danni subiti a meno che non dimostri che siano stati causati da fattori che esulano dal suo controllo, ad esempio la caduta di alberi che abbia danneggiato l’elettrodotto aereo.

Anche se nel corso di un temporale il tuo impianto elettrico di casa è stato danneggiato, non temere, perché è possibile trovare delle soluzioni.
Il nostro consiglio è quello di rivolgersi sempre a un professionista esperto di rifacimento dell’impianto elettrico e confrontare più preventivi nell’apposito form di PG Casa.

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a rifacimento impianto elettrico

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA