magazine

tutti gli articoli

Come scegliere l'impresa di pulizia condominiale

Pulizia condomini e pulizie residenziali: a chi spetta questa scelta? Ecco alcuni importanti chiarimenti per affidarsi alle migliori imprese.

Chiedi un preventivo per IMPRESE DI PULIZIA
richiedi preventivo
Le imprese pulizia prevedono delle procedure specifiche di manutenzione e di pulizia condomini o di altre tipologie di stabili. Per quanto riguarda la scelta dell'impresa di pulizia condominiale in realtà vi sono molti dubbi e quesiti che si celano dietro questa decisione. Non solo, è fondamentale seguire i giusti procedimenti per orientarsi in questo tipo di scelta, onde evitare una serie di problemi che vanno esaminati a fondo, soprattutto per quanto riguarda gli stabili privi di un portiere. È proprio quest'ultimo, infatti, a gestire la scelta dell'impresa di pulizia. Cosa fare quindi qualora mancasse tale figura? Ecco perché è buona norma assicurarsi di procedere nel modo giusto. In alcuni casi, se si tratta di un piccolo condominio gli abitanti possono ricorrere ad una soluzione alternativa che non prevede particolari spese, ovvero eseguire le pulizie condominiali a turno. Tuttavia, questa scelta non è sempre così intrigante per tutti, ma va precisato che tale accordo deve includere il consenso di tutti i residenti dello stabile in sede di assemblea condominiale.
Pertanto, in queste circostanze non è sufficiente raggiungere la maggioranza per adottare questo tipo di soluzione. Qualora tutti i residenti optassero per questo tipo di accordo è necessario tenere in considerazione che tale scelta potrebbe comportare dei disagi frequenti che spesso si verificano in queste situazioni. Ad esempio, potrebbe capitare che alcuni condomini non rispettino i turni di pulizia stabiliti nell'accordo oppure alcuni residenti potrebbero dedicarsi alla pulizia scale con poca cura, quindi le pulizie residenziali risulterebbero scarse ed eseguite male. Onde evitare questo tipo di problematiche è preferibile optare per una soluzione più comune, ovvero rivolgersi alle imprese di pulizia in grado di operare in questo settore con la giusta competenza. Cosa bisogna fare quindi per affidare le pulizie residenziali ad una delle tante imprese di pulizia? Quali sono i fattori da tenere in considerazione per orientarsi in questa scelta? In questi casi sarà l'assemblea di condominio a stabilire quale impresa dovrà occuparsi della pulizia scale e dello stabile. Non solo, in questa sede verrà anche stabilita la frequenza con la quale svolgere tale attività tenendo conto delle maggioranze ordinarie.

Durante la seconda convocazione è inoltre indispensabile la presenza di almeno un terzo dei residenti. La scelta è obbligatoria per tutti gli abitanti del condominio e verrà stabilita in base alle normative di legge, ovvero tenendo conto della maggioranza. Fatta eccezione per altri tipi di accordi, una volta che in sede di assemblea verrà stabilita l'impresa per la pulizia condomini ogni residente avrà l'obbligo di prendere parte alle spese. I contratti con le imprese pulizia non prevedono la forma scritta ed una volta stabilite le mansioni da svolgere, la ditta provvederà ad organizzare la propria attività. Tali procedure prevedono inoltre che le varie ditte forniscano indicazioni o preventivi all'amministratore del condominio e ai residenti prima delle riunioni, in modo tale da rappresentare nel dettaglio i servizi offerti. Dopodiché in sede di assemblea i condomini potranno valutare attentamente la scelta della ditta per le pulizie residenziali. Tuttavia, la scelta delle varie imprese pulizia condomini richiede ulteriori accortezze: potrebbe infatti non essere sufficiente munirsi di numerosi preventivi poiché bisogna anche assicurarsi di rivolgersi ad una ditta seria e con le dovute competenze del settore.
Le operazioni di pulizia scale e del resto dello stabile sono attività che richiedono la giusta accuratezza e diligenza. Pertanto, anche se non è previsto obbligatoriamente dalla legge, è preferibile richiedere il "D.U.R.C."(documento unico di regolarità contributiva). Tale documentazione certifica la conformità della ditta riguardo i propri dipendenti. Le operazioni di pulizia condomini si differenziano in due categorie: gli interventi di tipo ordinario e quelli straordinari. Nel primo caso vengono stabiliti gli incarichi e le attività da affidare al personale, determinandone la frequenza e le modalità di svolgimento. Gli interventi di tipo straordinario invece prevedono delle pratiche da compiere nel tempo, tenendo conto di vari fattori tra cui la temperatura degli ambienti e le condizioni atmosferiche. Dunque, la pulizia ordinaria include operazioni come pulizia scale, pianerottoli, portoni, caselle postali e disinfezione degli ascensori. Qualora fosse presente, le imprese si occuperanno anche della pulizia della portineria. Le pulizie straordinarie invece includono il lavaggio di grandi vetrate o di plafoniere, rimozione della polvere dai soffitti, pulizia dei box e igienizzazione degli spazi per la raccolta della spazzatura. ll personale specializzato provvederà all'esecuzione di questi interventi sfruttando attrezzature innovative e all'avanguardia, nonché prodotti specifici per garantire il massimo dei risultati.

Potrebbe interessarti anche