MAGAZINE

tutti gli articoli

Agevolazione acquisto prima casa: come usufruire del bonus fiscale

Per poter beneficiare delle agevolazioni prima casa coloro che acquistano una abitazione dovranno dichiarare di possedere determinati requisiti.

Per chi intende comprare casa, la Legge di Bilancio 2018 ha previsto anche per quest'anno il Bonus Prima Casa che consente, agli aventi diritto, di accedere a importanti agevolazioni fiscali. 

Chiedi un preventivo per COMPRARE CASA richiedi un preventivo gratis

Quali sono i requisiti per accedere al Bonus Prima Casa 2018?

- non possedere altra abitazione nel territorio comunale in cui si trova l'immobile oggetto della compravendita e non aver mai usufruito delle agevolazioni previste per l'acquisto della prima casa per altra unità immobiliare posta nel territorio nazionale.

- non essere titolare di diritto di uso, usufrutto o abitazione di altro immobile nel Comune

- possedere la residenza nel Comune in cui si trova l'immobile. In alternativa è possibile manifestare la volontà, espressa nell'atto di acquisto, di trasferire la propria residenza entro diciotto mesi dalla data del rogito.

- chi possiede un altro immobile deve rivenderlo entro un anno dall'atto di compravendita del nuovo fabbricato.

- il fabbricato soggetto a bonus non deve essere classificabile come immobile di lusso.

Tute le agevolazioni fiscali per l'acquisto della prima casa

Acquisto dell'immobile da un privato

Se l'acquisto viene effettuato da un privato, è possibile usufruire di un imposta di registro ad aliquota agevolata pari al 2% anziché al 9%. Le imposte vengono calcolate sulla rendita catastale (generalmente molto più bassa rispetto al valore reale dell'immobile).

Acquisto dell'immobile dall'impresa costruttrice

Nel caso in cui la vendita venga effettuata direttamente dall'impresa costruttrice, l'agevolazione riguarderà l'IVA applicata che sarà del 4% anziché del 20%. In questo caso l'IVA viene calcolata sull'importo corrisposto. Per chi compra la prima casa da un’impresa dovrà pagare, in misura fissa, 200 euro cadauno per imposta ipotecaria e catastale.

Acquisto dell'immobile da un'agenzia immobiliare

Se il fabbricato è acquistato da un'agenzia immobiliare è prevista la detrazione ai fini Irpef del 19% sui compensi corrisposti all’agenzia intermediaria per un importo non superiore ai 1.000 euro.

Acquisto per successione o donazione

In caso di successione o donazione dell'immobile, questo può essere acquistato mediante il Bonus Prima Casa 2018 con imposta ipotecaria e catastale equiparata a quella degli acquisti dalle imprese costruttrici, ovvero 200 euro.

Agevolazioni sul mutuo ipotecario

In caso di sottoscrizione di mutuo ipotecario per l'acquisto prima casa, è possibile recuperare una quota degli interessi passivi, oneri ed accessori corrisposti annualmente alla banca o all'istituto finanziario. Anche questa agevolazione avviene attraverso il riconoscimento al contribuente che ha effettivamente sostenuto la spesa, di una detrazione fiscale pari al 19% dell'importo pagato nell'anno oggetto di dichiarazione. Entrambe le detrazioni vengono riconosciute in sede di dichiarazione dei redditi, dove danno luogo ad un rimborso che non potrà mai eccedere l'importo delle ritenute complessivamente subite nell'anno dal contribuente.

Nel caso di agevolazioni prima casa su interessi per mutuo ipotecario relativo all'acquisto dell'abitazione principale, il limite massimo di interessi annui detraibili ammonta ad €. 4.000. Ne consegue che la detrazione massima spettante non potrà eccedere la quota di €. 760,00.

Per questo motivo, se una coppia di coniugi acquista la sua prima casa in comproprietà ma soltanto uno dei due risulta essere lavoratore dipendente o pensionato con ritenute Irpef tali da coprire la percentuale spettante come detrazione Irpef, può essere consigliabile intestare il contratto di mutuo esclusivamente a quest'ultimo soggetto, per non perdere il 50% dei benefici fiscali spettanti.

Agevolazioni acquisto prima casa per i giovani I giovani che desiderano acquistare la prima casa lo possono fare grazie al Fondo di garanzia e copertura statale che copre il 50% dell'importo totale  del mutuo, a condizione che non superi i 250 mila euro.

I requisiti per accedere sono:

- mutuo stipulato esclusivamente per l'acquisto della prima casa (non di lusso)

- essersi costituiti nucleo famigliare da almeno 3 anni (anche conviventi)

- almeno uno dei membri deve essere di età inferiore ai 35 anni

- giovani lavoratori di età inferiore ai 35 anni con contratti atipici

- spese documentate

Qualora il beneficiario dell'agevolazioni non fosse in grado di pagare le rate del mutuo è possibile sospendere il pagamento per massimo 18 mensilità. In questo caso sarà il Fondo di garanzia a intervenire a copertura dei pagamenti.

Le agevolazioni sull'acquisto della prima casa si possono perdere?

Qualora quanto espressamente dichiarato al momento del rogito non avvenga nei termini previsti, l'acquirente sarà tenuto a corrispondere la maggior imposta dovuta.

I benefici fiscali di cui l'acquirente ha usufruito per l'acquisto della prima casa decadono anche in caso di successiva vendita dell'immobile prima che siano trascorsi cinque anni dalla data di acquisto.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a COMPRARE CASA

CHIEDI ORA