MAGAZINE
Logo Magazine

Come fare per rimuovere il silicone dalle piastrelle

Scopri come fare la rimozione del silicone dalle piastrelle. Un'operazione non molto costosa ma che richiede una certa manualità: segui i nostri consigli

Chiedi un preventivo per
rivestimenti
richiedi un preventivo gratis

Il silicone è un prodotto con proprietà sigillanti largamente utilizzo in casa per far aderire tra due superfici di un giunto e/o di impedire il passaggio di fluidi. Viene usato infatti per la sigillatura tra serramento e vetro, per la sigillatura di sanitari o box doccia o per la realizzazione dei giunti di pavimenti. Può essere applicato a tante superfici, lisce o vetrificate, come nel caso dei rivestimenti in gres di bagno e cucina o con elementi in vetro, alluminio, legno trattato, superfici plastiche o verniciate.
La sua peculiarità di sigillante lo rende utile in tutte le applicazioni igienico-sanitarie con presenza di acqua e umidità. Consente una vasta gamma di applicazioni ma è importante sapere come togliere il silicone per evitare di arrecare danni alle superfici. Non si tratta di un procedimento molto complesso ma comunque ci vuole manualità e tempo da impiegare per un lavoro fatto bene.

Come togliere il silicone dalle piastrelle

Se stai cercando di capire come togliere il silicone dalle piastrelle prima di tutto devi procedere ad una pulizia accurata della zona da trattare. Una volta pulito, con una lametta sottile o una spatola per rimuovere il silicone, o nel caso in cui sia particolarmente duro un raschietto. Se il silicone si è indurito molto, puoi procedere ad ammorbidirlo ad esempio con una pistola termica regolata al minimo.
A questo punto con cutter, lametta, raschietto o spatola, puoi iniziare a tagliare il silicone lungo i bordi per poi rimuoverlo interamente con le mani. Prima di applicare eventualmente il nuovo silicone è consigliabile usare un prodotto antimuffa o dell’alcol denaturato per eliminare ogni traccia di muffa.

Come togliere il silicone dal pavimento

Anche per i pavimenti se devi togliere il silicone devi prima applicare un prodotto che lo ammorbidisca e renda più semplice le fasi successive. Ecco come togliere il silicone dal pavimento. Puoi utilizzare uno di questi prodotti: alcool, acquaragia, aceto o acetone, prodotti facili da reperire e non particolarmente aggressivi. Applica un po’ di prodotto su uno straccio e tampona il silicone. Lascia agire il prodotto per almeno 20 minuti. A questo punto ci sono due casistiche:

  • silicone secco: nel caso di pavimenti resistenti come il gres porcellanato puoi usare una spatola metallica o un taglierino, in caso di pavimenti delicati invece, come il PVC, il laminato o il legno, procedi con maggiore prudenza, quindi una spatola plastica o una spugnetta da piatti, nel caso di un parquet è preferibile l’uso di un panno in microfibra o di cotone.
  • silicone fresco: ti basterà strofinare un tovagliolo di carta imbevuto di alcool sulla zona macchiata.

Quanto costa togliere il silicone

Se fatto in casa, la rimozione del silicone non è molto costosa ma certamente richiede manualità, tempo e pazienza. I prodotti da utilizzare non sono cari e si trovano in commercio nei normali negozi di bricolage. Tuttavia, il consiglio è quello di richiedere anche dei preventivi a ditte specializzate in questo tipo di intervento, in quanto possono completare il lavoro in molto meno tempo e con la certezza di un risultato di qualità. Il costo dipende dall’ampiezza della superficie in questione, dallo stato del silicone quindi da tempo previsto per completare l’intervento.
Richiedi un preventivo senza impegna a un professionista della tua zona e trova la soluzione migliore per le tue esigenze.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a rivestimenti
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali