MAGAZINE
Logo Magazine

Quali sono le tipologie di pavimenti facili da pulire?

Stai pensando di rivestire la tua casa di un pavimento resistente allo sporco? Su PG Casa ne trovi 3 fra cui scegliere: belli e davvero facili da pulire

Chiedi un preventivo per
pavimenti gres porcellanato
richiedi un preventivo gratis

I pavimenti facili da pulire e anche resistenti e belli non sono una rarità. Esistono infatti diverse tipologie di pavimentazione che consentono di ottenere un ottimo risultato estetico, ma che richiedono poca manutenzione. Quando si sceglie un pavimento infatti bisogna tenere conto di numerosi fattori e una scelta, sia quando si ristruttura che quando si arreda, non è sempre facile.

Pavimenti facili da pulire: come scegliere le piastrelle

Come deve essere un pavimento facile da pulire? Per prima cosa bisogna prendere in considerazione alcune caratteristiche della piastrella. Meglio scegliere un formato maxi, una texture non lucida, ma opaca, meglio se con un decoro variegato. Assicuratevi che non abbia un bisello, ossia una smussatua agli angoli e puntate su una posa con una fuga minima.

Pavimenti facili da pulire: il gres porcellanato

Il gres porcellanato nell’ultimo periodo è diventato il materiale più utilizzato per la pavimentazione. Versatile e con un buon rapporto qualità prezzo, è perfetto in ogni ambiente e facile da pulire. Per gli interni, in particolare, offre una varietà di texture con tante declinazioni, dall’effetto cemento a quello legno, sino al marmo, al cotto e alla palladiana. Questo materiale ceramico è molto resistente all’azione degli agenti atmosferici, ha un coefficiente di dilatazione basso, perciò resiste alla rottura. Ha una superficie anti-sdrucciolo e anti-fuoco. Il gres in commercio è frutto di sinterizzazione di sabbia, argilla e altre materie prime che vengono pressate e cotte, rendendole compatte. Infine si procede alla smaltatura ed è proprio questo ultimo passaggio che rende più semplice la pulizia. Consente infatti di chiudere i pori delle piastrelle e renderle totalmente impermeabili allo sporco.

Pavimenti facili da pulire: il parquet

Il parquet spesso viene considerato troppo delicato, in realtà è un pavimento molto facile da pulire. L’unica accortezza riguarda la posa che va svolta tenendo conto di alcune condizioni. L’assenza delle fughe è fondamentale, deve inoltre essere levigato e incollato in opera, con una superficie priva di biselli e liscia. Il risultato è una pavimentazione lucente con uno strato sottilissimo che chiude e vetrifica, impedendo allo sporco di passare. In questo modo per pulire il parquet basteranno solo un panno e prodotti specifici, oltre, ovviamente, a una buona manutenzione. Umidità eccessiva e riscaldamento a pavimento infatti possono causare problemi.

Pavimenti facili da pulire: resina e microcemento

Il pavimento in resina e microcemento è facile da pulire perché non presenta fughe. Una superficie senza tagli o separazioni si può ripulire velocemente e non necessita di particolari cure. In questo caso un elemento chiave è la preparazione del sottofondo, che va effettuata da un professionista, in grado anche di creare le giuste miscele. La resina è costituita da silicati inorganici e inerti speciali, con varia durezza e granulometria, oltre a uno spessore di circa 3-4 mm. Questo garantisce massima protezione da muffe e un’altra idrorepellenza. Il microcemento invece è molto più ecologico, presenta un primer e malte, inoltre ha uno spessore di circa 2-3 mm.

Richiedi un preventivo senza impegno sul nostro sito.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a pavimenti gres porcellanato
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali