magazine

tutti gli articoli

Idee di interior design per arredare casa spendendo poco

Se non si hanno molte finanze a disposizione, è possibile arredare la propria abitazione spendendo poco, dando fantasia al proprio interior design.

L'interior design è qualcosa di plasmabile, modificabile, che viene creato dalla mente di un "architetto" o di un vero e proprio designer di interni e consiste nel dare forma agli spazi di un'abitazione, riempiendoli. Vanno miscelate caratteristiche di fantasia, funzionalità e sicurezza: un buon progetto deve rispondere a tali principi, agevolando la vita di chi abiterà quei locali, senza trascurare l'estetica e le normative vigenti in materia. Una volta comprata casa è importante arredarla cercando di renderla bella e funzionale. La figura del designer di interni si occupa della progettazione degli ambienti tipici di un'abitazione e negli ultimi anni sta trovando molto spazio, ma basta un pizzico di creatività per poter dare il proprio contributo, soprattutto se non si hanno molte risorse economiche a disposizione. A parte alcune grandi catene di negozi che propongono valide soluzioni d'arredo in grado di consentire di arredare casa spendendo relativamente poco rispetto a mobili artigianali e realizzati con materiali pregiati, vi possono essere alcuni accorgimenti che permettono di arredare la propria abitazione risparmiando denaro.
Non è detto che arredare casa spendendo poco significhi rinunciare alla qualità. Le capacità creative e pratiche di ciascuno possono dar luce a soluzioni interessanti e sicuramente diverse. Il primo passo da fare è quello di determinare le proprie esigenze e stabilire un budget di spesa, impegnandosi a gestirlo al meglio. In secondo luogo è fondamentale stilare una classifica che possa far emergere le priorità e le necessità: se si pensa di poter in qualche modo recuperare un divano, ma non si dispone di sedie per il tavolo, la priorità sarà accordata a queste ultime. Inoltre è utile considerare che per acquistare qualcosa c'è sempre tempo e non per forza lo si deve fare nell'immediato. Ci sono stili d'arredo che richiedono esborsi maggiori di altri e anche questo diviene fattore di scelta. Una volta compreso tutto ciò è possibili mettersi all'opera per arredare la propria abitazione cercando di restare nel budget di spesa stabilito. Il metodo più semplice sarebbe quello di rivolgersi ad amici e parenti e chieder loro se hanno qualche mobile che non utilizzano più oppure che vorrebbero sostituire. Per arredare casa contenendo i costi è possibile rivolgersi anche al mercatino dell'usato. Un mobile, anche se usato, potrebbe essere funzionale e piacevole soprattutto se, dedicandogli del tempo, potrà tornare a nuova vita.

Arredare casa a costo ridotto è possibile riutilizzando oggetti di uso comune e materiali di riciclo : bancali di legno che, con una lastra di vetro sopra, possono diventare tavoli oppure semplicemente librerie, sedie pieghevoli che possono trasformarsi in appendiabiti, raccolte di libri o riviste che, tenute insieme da da due cinture e con sopra un cuscino, possono divenire basi per uno sgabello. Ma le idee non finiscono qui perchè è possibile attingere anche da ferri vecchi e attrezzi in disuso: i denti di un rastrello si trasformano in appendini per poterci appendere qualcosa, mentre un buon cartone (magari a tripla onda rinforzato), può svolgere la funzione di comodino o di piccolo tavolino porta lampada. Ovviamente è necessario metterci del proprio per riportare a nuovo questi oggetti: carta vetrata, trapano, flessibile, chiodi, colla, vernice e pazienza sono gli elementi chiave per avere degli arredi "rigenerati" ma funzionali. Anche le pareti hanno la loro importanza e se il conto in banca langue, non è certo necessario possedere un Picasso o un arazzo per abbellire il soggiorno o la stanza da letto. Tramite internet infatti è possibile far stampare le proprie fotografie digitali anche in grandi formati, cosicché una cornice in camera che trattiene la fotografia di un paesaggio, oppure del proprio matrimonio, riempirà la parete e aiuterà le persone a sentire ancor più propria quell'abitazione. La stessa cosa potrà valere per la riproduzione di alcune stampe d'epoca, da posizionare in soggiorno o in cucina. Arredare casa e abberlirla può significare anche conferire un aspetto particolare: ecco che potrebbe valer la pena spendere meno per un divano e magari investire qualche decina di euro per dei cuscini stilosi che possano dar pregio al salotto.
L'interior design è dunque modificabile e per questo un aspetto fondamentale è valorizzare ciò di cui si dispone. Un mobile o un divano possono lasciare una sensazione diversa se collocati in una posizione piuttosto che in un'altra: ad esempio un sofà posto nei pressi di una finestra, per effetto della luce entrante assumerà una colorazione diversa rispetto a quella percepibile in una posizione più buia. Anche le tende sono complementi d'arredo che aiutano a modificare l'aspetto di un ambiente e senza spendere un capitale è possibile optare per un discreto tessuto dal colore "giusto".


Potrebbe interessarti anche