MAGAZINE
Logo Magazine

Le migliori tipologie di pali per recinzione

Devi sostituire dei pali per la tua recinzione e non sai quali scegliere? In questa guida sono illustrati le diverse tipologie di pali

28-12-2021 (Ultimo aggiornamento 05-01-2022)
Chiedi un preventivo per
recinzioni modulari

Le recinzioni sono strutture utili e importanti, in grado non solo di delimitare una proprietà ma anche di garantire la sicurezza evitando intrusioni indesiderate. Per realizzare una recinzione robusta e resistente è fondamentale scegliere dei pali per recinzione adatti, in base al materiale, alla forma, alle dimensioni e al prezzo.

I modelli più comuni sono i pali in legno per recinzioni, tuttavia esistono anche pali in acciaio, ferro e zinco, disponibili con o senza base di supporto in base alle esigenze d’installazione e al tipo di recinzione da realizzare. Vediamo quali sono i migliori 10 pali per recinzione, quando usarli e come scegliere quelli giusti.

Pali per recinzione: quando usarli?

I pali per recinzione permettono di delimitare gli spazi esterni, per creare delle barriere aggiuntive nel perimetro della proprietà, oppure recintare delle piccole aree all’interno del giardino, ad esempio per circoscrivere l’orto biologico oppure realizzare una staccionata per delimitare la zona riservata agli animali domestici. Più i pali sono distanti tra loro meno robusta è la recinzione, mentre al contrario più sono posizionati vicini maggiore sarà la resistenza della struttura.

I pali per recinzione in legno sono quelli più utilizzati, tuttavia devono essere trattati e sono comunque soggetti a un progressivo deterioramento. In alternativa ce ne sono altri realizzati in diversi materiali, ognuno dei quali presenta caratteristiche specifiche in termini di resistenza alla ruggine e alle intemperie, fenomeni a cui sono normalmente sottoposti questi elementi.

I pali in ferro per recinzione, ad esempio, sono più robusti e sicuri per realizzare una struttura di protezione della casa, tuttavia sono soggetti alla ruggine e richiedono una manutenzione costante. In alternativa, è possibile scegliere dei pali plastificati per la recinzione, prodotti più economici rispetto ai pali in legno e meno pesanti in confronto a quelli metallici, con una buona resistenza alle intemperie e all’ossidazione sebbene forniscano una resistenza strutturale inferiore.

Pali per recinzione: la top 10

  • Paletto zincato a caldo: è indicato soprattutto per i contesti agricoli, i grandi terreni e i vigneti, dove il palo zincato viene inserito insieme alle reti a maglia sciolta. Quando viene acquistato è lucido, ma nel corso del tempo tende a perdere questa lucidità e diventa più opaco. I paletti zincati a caldo hanno un prezzo di circa 4-6 euro al pezzo.
  • Paletto in legno: i paletti per staccionata sono quelli classici in legno, tuttavia si possono utilizzare per qualsiasi esigenza. Vanno bene infatti per creare delle staccionate nei terreni residenziali e agricoli, posandoli dalla parte piatta e non dalla punta. Sono tra i pali per recinzioni più economici, con un costo di circa 2-6 euro al pezzo.
  • Palo in ferro tondo: questo tipo di palo zincato e plastificato comprende anelli in pvc per il passaggio di fili di tensione e un tappo superiore. È adatto per il posizionamento di recinzioni sia sul terreno che sul muretto. Costa intorno a 10-12 euro al pezzo.
  • Palo plastificato a T: questi paletti per la posa delle recinzioni hanno una foratura per il passaggio dei fili per il tensionamento, per fare da supporto alla rete metallica. Il prezzo va da 3 a 16 euro a seconda dell’altezza.
  • Palo zincato a T: così come i modelli precedenti sono usati come supporto per le reti metalliche delle recinzioni, con prezzi da 5 a 15 euro al pezzo.
  • Pali curvi: i paletti curvi si utilizzano per le recinzioni di sicurezza anti-scavalcamento con il filo spinato, applicandoli sui pali tondi con diametro di 48 mm mediante un apposito raccordo. I prezzi sono abbastanza elevati, infatti vanno da 16 euro per quelli singoli fino a 22-30 euro per quelli doppi.
  • Pali in legno: usati principalmente per recinzioni, staccionate e in ambito agricolo come pali di supporto per i vigneti e i frutteti, i pali in legno sono trattati superficialmente per renderli più resistenti agli attacchi degli agenti atmosferici e dei parassiti. Il prezzo oscilla intorno ai 20 euro cadauno.
  • Paletti per recinzione elettrica: questi paletti hanno solitamente una punta per inserirli nel terreno, mentre il filo o il nastro elettrificato si infila negli appositi passanti con fessura anteriore, collocati a varie altezze. Hanno un costo elevato intorno a 15-30 euro al pezzo.
  • Pali sportivi: i pali per impianti sportivi hanno uno spessore che a differenza dei tradizionali pali tondi è pari a 2 mm. Possiedono gli anelli passafilo in acciaio saldati al palo, i quali evitano la formazione della ruggine. In realtà sono adatti anche per chi deve realizzare una recinzione robusta, come un recinto per cani di grossa taglia, con un costo intorno a 12-16 euro al pezzo.
  • Palo in legno spesso: questo tipo di palo trattato ha una punta su un’estremità per facilitare la posa su terreno, da utilizzare per il posizionamento di recinzioni a basso impatto visivo, ad esempio come sostegno per vigneti o staccionate. Ha un costo di circa 6-10 euro al pezzo.

Come scegliere i pali per recinzioni: consigli utili

Sicuramente scegliere i pali per staccionate e recinzioni non è semplice, infatti bisogna considerare una serie di aspetti. Innanzitutto, è necessario tenere conto del progetto e del luogo d’installazione, in quanto per un terreno o un’abitazione isolata sarà opportuno propendere per una struttura robusta e sicura, mentre per una recinzione in un centro abitato dovrà essere anche esteticamente gradevole e abbinata allo stile della casa. Nel primo caso vanno bene dei pali di legno per recinzioni, altrimenti è possibile optare per modelli zincati o in ferro decisamente più belli da vedere.

Inoltre, bisogna scegliere sempre dei prodotti di buona qualità, possibilmente pretrattati se in legno, oppure è necessario effettuare l’operazione da soli. Infine, è importante considerare il prezzo, per capire quale palo scegliere in base al budget a disposizione. Realizzare una recinzione con i pali non è facile, infatti la loro posa è complessa per chi non è del settore, in quanto bisogna posizionare correttamente i pali per garantire una struttura abbastanza robustezza.

Per questo motivo è consigliabile rivolgersi a un negozio specializzato nella vendita di pali in legno per recinzioni o di pali in altri materiali, per ottenere supporto e indicazioni utili nella scelta dei prodotti più adatti alle proprie esigenze. Allo stesso modo, per l’installazione è opportuno contattare sempre un esperto, un professionista specializzato in grado di realizzare una recinzione in linea con le proprie necessità. Richiedete oggi stesso un preventivo su PG Casa.

Domande frequenti:

  • Dove comprare i pali per recinzione?

    I pali per recinzione si possono comprare nei negozi specializzati o negli store di prodotti per la casa e il giardino, oppure è possibile acquistare pali per recinzione online.

  • Quanto costa recintare un terreno di 5000 mq?

    Il costo per recintare un terreno di 5000 metri quadri è di circa 12 mila euro, con un prezzo indicativo di circa 30-60 euro al metro quadro a seconda del tipo di pali e recinzione.

  • Quanto costa recintare 1000 mq?

    Il costo per recintare 1000 metri quadri è di circa 5 mila euro, con un prezzo a partire da un minimo di 20-30 euro al metro lineare fino a un massimo di 60-70 euro al metro lineare.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a recinzioni modulari
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE