MAGAZINE
Logo Magazine

Bonus ascensore e barriere architettoniche 2022: come avere la detrazione del 75%

La Legge di Bilancio ha introdotto una importante agevolazione: il Bonus ascensore e barriere architettoniche 2022. Ecco come funziona e quanto si risparmia

13-05-2022
Chiedi un preventivo per
installazione ascensori

Chi vuole installare un ascensore o montascale nel proprio immobile può usufruire di un’agevolazione importante, chiamata comunemente “Bonus Barriere Architettoniche 2022”. Offre l’opportunità di beneficiare di una risparmiare fino al 75% per installazione di ascensori e montacarichi mirati all’eliminazione di ostacoli per disabili o ha problemi di mobilità. Il bonus nasce con la Legge di Bilancio 2022 e si potrà richiedere fino a dicembre dello stesso anno. Ecco le caratteristiche.

Bonus barriere architettoniche e ascensore 2022: caratteristiche e limiti di spesa

La detrazione IRPEF del 75% si ripartisce in cinque anni. Viene calcolata su una spesa totale che varia in base al numero di immobili che formano un edificio:

  • 50 mila euro per case unifamiliari o immobili situati dentro edifici plurifamiliari indipendenti, che abbiano accessi autonomi
  • 40 mila euro per ciascun immobile situato all’interno di edifici che hanno da due a otto unità immobiliari, quindi piccoli condomini
  • 30 mila euro, per ciascun immobile situato all’interno di edifici che hanno più di otto unità immobiliare, condomini di medie e grandi dimensioni

I lavori si possono effettuare sia su singole unità immobiliari, sia sulle parti comuni del condominio. Gli interventi nelle parti comuni non devono modificare la destinazione d’uso oppure impedire ad altri condomini di usufruire dell’area soggetta ai lavori.

Bonus barriere architettoniche: interventi ammessi

La Legge di Bilancio 2022 ha stabilito – attraverso la modifica del Decreto Rilancio – che il Bonus spetta per gli interventi edilizi mirati ad eliminare barriere architettoniche, ovvero impedimenti strutturali per disabili e chi ha problemi di mobilità; interventi di automazione e sostituzione degli impianti, nonchè le spese per la bonifica dell’impianto e dei materiali da smaltire.

Questa misura nasce con la Legge di Bilancio 2022, ma chi vuole risparmiare per gli stessi lavori ha altre tre agevolazioni alternative. Vediamo quali sono.

Altri bonus per abbattere le barriere architettoniche

Le opere per l’abbattimento di barriere architettoniche sono già comprese all’interno di altre misure, tra cui il Superbonus e il Sismabonus, ma anche il Bonus del 50%. Ma questa agevolazione è completamente diversa dalle altre e può risultare più conveniente.

Per quanto riguarda il Sismabonus, l’installazione di un ascensore o montascale rientra tra i lavori trainati ma il massimale complessivo è di 96 mila euro totali, quindi potrebbe essere un impedimento perchè i lavori sono costosi, quindi rimarrebbe poco budget per altri interventi o per lavori più complessi e lunghi. Inoltre, si può richiedere il Bonus Casa del 50% per una spesa totale di 96 mila euro, anche stavolta il massimale è unico.

Per quanto riguarda il Superbonus 110% bisogna fare attenzione a lavori trainanti e trainati e migliorare l’efficienza energetica dell’immobile con un salto di almeno due classi. Quindi, oltre all’abbattimento delle barriere architettoniche bisogna investire in altri lavori.

Non c’è una soluzione che è, in assoluto, migliore rispetto ad altre. Bisogna sicuramente affidarsi a un professionista e capire come agire al meglio. Da dove iniziare? Da Pagine Gialle Casa: grazie alla piattaforma è possibile entrare in contatto con ditte di installazione ascensori della propria zona e chiedere un preventivo da avere comodamente online e senza impegno.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a installazione ascensori
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE