MAGAZINE
Logo Magazine

Modello 730: tutte le detrazioni per il mondo della casa

Arriva il momento di presentare la dichiarazione dei redditi all'Agenzia delle Entrate: ecco come indicare le detrazioni fiscali legate alla casa

13-06-2022
Chiedi un preventivo per
ristrutturazioni edili e restauri

In questo periodo dell’anno, i contribuenti si stanno organizzando per presentare la dichiarazione relativa ai redditi 2022. Grazie a questo importante documento, è possibile richiedere anche le detrazioni fiscali e avere un rimborso di alcune spese sostenute nel 2021, da quelle mediche a quelle relative alle scuola di musica e sport per i propri figli. Ma la procedura è particolarmente importante anche per chi deve richiedere le detrazioni relative ai Bonus Casa. Ormai da qualche anno, il Governo ha stanziato diversi fondi che permettono di risparmiare sulle ristrutturazioni, sull’efficientamento energetico degli immobili, ma anche su acquisto e affitto degli immobili. Questo è il momento di chiedere le agevolazioni. Vediamo quali sono e come fare.

Superbonus 110% e detrazioni nella dichiarazione dei redditi

I beneficiari del Superbonus 110% possono ottenerlo in tre modi: tramite cessione del credito, sconto in fattura o detrazione. Chi ha optato per quest’ultima opzione e ha sostenuto spese detraibili nel 2021 deve richiedere il rimborso tramite il 730. Occorre compilare il Quadro E, sezione IV – righi E61 ed E62. Nella Colonna 1 bisogna scrivere il tipo di intervento, facendo riferimento a un preciso codice. Per esempio, occorre inserire il codice 001 nel caso si siano eseguiti interventi di riqualificazione energetica presso immobili esistenti.

Nella colonna 2 bisogna indicare l’anno relativo alle spese sostenute, mentre nella numero 3 e 4 deve essere usata in casi particolari, in particolare se le spese fanno riferimento ad anni precedenti al 2021. Le colonne compilabili arrivano fino alla 9 e occorre fare molta attenzione durante la compilazione, perchè in caso di errore si hanno problemi nell’ottenere il giusto rimborso. Non è un caso se molti contribuenti si affidano a commercialisti ed esperti per presentare la domanda.

Detrazioni per ristrutturazione

Ci sono poi una serie di spese da detrarre in caso di ristrutturazione e non solo. Anche in questo caso bisogna compilare le diverse sezioni del quadro E della dichiarazione dei redditi:

  • Sezione III A – bisogna indicare le spese del bonus ristrutturazioni, del sismabonus, bonus facciate e bonus verde. Qui si possono inserire anche alcune spese per il Superbonus.
  • Sezione III B – bisogna inserire i dati catastali relativi all’immobile oggetto dell’intervento
  • Sezione III C – spese relative all’acquisto di arredamento, infatti chi ha diritto al Bonus Ristrutturazione può chiedere anche la detrazione del 50% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici
  • Sezione IV B – spese relative a interventi di efficientamento energetico, come quelle dell’Ecobonus

Ricordiamo che per potere avere i rimborsi sulla ristrutturazione all’interno della dichiarazione dei redditi, bisogna conservare tutti i documenti nel caso di controlli. In particolare, sono necessarie le autorizzazioni e i permessi per eseguire i lavori, con data di inizio e fine degli interventi; bisogna avere le fatture e bonifici che attestino pagamenti eseguiti con metodi tracciabili ed eventuali documenti e permessi relativi all’amministrazione condominiale.

Come richiedere il Bonus Acqua Potabile

Tra le diverse agevolazioni del 2022 spicca il Bonus Acqua Potabile. Permette di avere un credito di imposta del 50% su acquisto e installazione di sistemi di depurazione, filtraggio, raffreddamento, mineralizzazione e aggiunta di anidride carbonica. L’obiettivo è quello di rendere gustosa e di alta qualità l’acqua che scorre dai rubinetti domestici, in modo da non dover più acquistare bottiglie di plastica, inquinanti per l’ambiente. Ogni unità immobiliare ha diritto a un’agevolazione di massimo 1000 euro per ogni immobile a uso residenziale e 5000 euro per quelli aziendali. Si può richiedere l’agevolazione per le spese sostenute tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021.

Il bonus si deve indicare nel 730 all’interno del quadro G – rigo G15. Nella colonna 1 bisogna inserire il codice 10 – “credito d’imposta per depuratori acqua e riduzione consumo di plastica”; nella colonna 2 occorre trascrivere le spese sostenute.

Detrazioni per chi acquista una nuova casa

Tra le detrazioni relative all’ambito domestico spiccano anche quelle dedicate a chi nel 2021 ha acquistato la prima casa, ovvero l’immobile in cui ha la residenza. Possono chiedere il credito d’imposta gli under 36, con un ISEE massimo di 40 mila euro, che acquistano la loro prima casa. Tutti i dettagli si possono consultare nella Circolare delle Entrate n 12/E. Il rigo G8, dalla Colonna 1 alla 4, è quello da compilare nel caso si sia beneficiari di questo bonus.

Questi sono tutti i bonus detraibili da indicare nella dichiarazione dei redditi del 2022 che si può presentare fino:

  • al 30 settembre 2022 per il 730/2022;
  • al 30 novembre 2022 per i Redditi PF/2022.

Chi, invece, desidera sostenere le spese nel 2022 dovrà attendere l’anno prossimo per dichiararle e avere i rimborsi. I Bonus Casa sono stati rinnovati anche per quest’anno ed è quindi possibile risparmiare su ristrutturazioni, efficientamento energetico e altri interventi.

Chi desidera sapere quanto costa ristrutturare casa può chiedere un preventivo senza impegno tramite Pagine Gialle Casa: in pochi click è possibile consultare i professionisti della propria zona e mettersi in contatto con loro, per avere un’idea più chiara delle spese e gli interventi da fare nella propria abitazione.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a ristrutturazioni edili e restauri
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE