MAGAZINE
Logo Magazine

Perché scegliere una canna fumaria coibentata

In questo breve guida troverai tutte le indicazioni necessarie sulla canna fumaria coibentata: dai materiali alle normative. Scopri di più in questo articolo

Chiedi un preventivo per
riscaldamento
richiedi un preventivo gratis

La canna fumaria coibentata è un condotto, che passa attraverso dei locali da non riscaldare, e che ha il compito di far defluire all’esterno i fumi. Il compito della coibentazione è infatti quello di isolare la canna fumaria, in modo da evitare la dispersione di calore. Per creare canne fumarie di questo tipo è necessario utilizzare materiale adatto, certificato dalla marcatura CE, come indica il D.P.R. 246/03. Per la coibentazione termica possono essere utilizzati l’acciaio, la lana di roccia, la fibro ceramica, il fonoglass e il foam glass.

Canne fumarie per caminetti e stufe

Per l’istallazione di una canna fumaria coibentata per stufa a legna va fatta particolare attenzione ai materiali utilizzati e al montaggio. Questi vengono prodotti da ditte diverse e poi assemblati insieme, motivo per cui è importantissimo che tutti i singoli pezzi siano certificati, evidenziandone caratteristiche come la resistenza termica e al calore. Questo ultimo aspetto è fondamentale proprio per le canne fumarie da usare con stufe e caminetti, molto soggette al fuoco e alla fuliggine, che raggiunge facilmente temperature di 1000 gradi.

Canne fumarie per tetti in legno

Particolari sono le canne fumarie coibentate per tetti in legno. Questo materiale è infatti facilmente infiammabile e proprio per questo la canna va isolata con cura. Uno dei materiali utilizzati per realizzare una canna fumaria coibentata di questo tipo è la fibro ceramica, che permette di far passare i tubi anche vicinissimi alla struttura in legno, azzerando il rischio di incendi. Prodotti di questo genere hanno anche il vantaggio di essere modulari, quindi facilmente assemblabili e adattabili anche alle situazioni più estreme.

Si può coibentare una canna fumaria già esistente?

Le canne fumarie, per essere messe in sicurezza devono essere coibentate. Come abbiamo visto sopra, ogni situazione ha bisogno di soluzioni diverse e così anche per coibentare nel modo migliore una canna fumaria, si deve partire dalla sua tipologia. Si può infatti parlare di:

  • Canna fumaria interna
  • Canna fumaria esterna

Coibentazione di una canna fumaria esterna

In caso di canne fumarie in acciaio va prestata attenzione al mantenimento della temperatura, infatti un raffreddamento troppo brusco comporta una diminuzione del tiraggio, reso ancora più probabile dal fatto che il condotto esterno è sottoposto anche alle intemperie. Le soluzioni migliori sono o la sostituzione dei tubi monoparete, con nuovi a parete doppia, oppure coibentare la canna direttamente, usando dei rotoli di lana di roccia, che abbiano uno spessore di almeno 2 cm.

Coibentazione di una canna fumaria interna

La canna fumaria coibentata interna può essere realizzata usando lana di roccia. Per ottenere i risultati migliori è importante che il condotto abbia un percorso lineare, dalla sua origine fino alla sua uscita. Per facilitare il defluire dei fumi va creata una sorta di camera d’aria, che permette di migliorare anche il tiraggio. Oltre alla lana di roccia per la coibentazione, le canne fumarie interne migliori sono quelle realizzate con conglomerato edilizio o refrattario. Rivolgiti a un professionista esperto e richiedi subito un preventivo senza impegno per la realizzazione della canna fumaria coibentata.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a riscaldamento
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali