MAGAZINE
Logo Magazine

Tempistiche e spese detraibili del Superbonus 110%

Avete già sentito parlare del Superbonus 110% ma ancora non sapete quali sono le tempistiche e le spese detraibili? Ecco un approfondimento lato fiscale

Chiedi un preventivo per
ristrutturazione edifici
richiedi un preventivo gratis

È tra le novità più attese del Decreto Rilancio, il Superbonus 110%. Ma, sebbene sia già attivo, i dubbi sul suo funzionamento sono ancora molti.

“Ristrutturare a costo zero”, del resto, sembra un sogno. E in effetti non è esattamente così: non tutti gli interventi nell’ambito di una ristrutturazione sono detraibili, ed è necessario conoscere a fondo la norma per non incappare in qualche brutta sorpresa. Scopriamo dunque insieme come funziona il Superbonus 110% e quali sono le spese detraibili.

Superbonus 110%, che cos’è

Con l’introduzione del Superbonus 110%, l’aliquota per la detrazione delle spese sostenute a partire dall’1 luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021 sale al 110%. Di quali spese si parla? Delle spese effettuate nell’ambito di una ristrutturazione, e riguardanti:

  1. l’efficienza energetica
  2. gli interventi antisismici

  3. l’installazione di impianti fotovoltaici

  4. l’installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici

Ciò che rappresenta davvero un vantaggio, per il cittadino, è la possibilità di cedere il credito al fornitore del bene/servizio: in sostanza, si ottiene quel bene/servizio a costo zero (e dunque con uno sconto massimo pari al suo valore) e, il fornitore, lo recupera sotto forma di credito di imposta oppure cedendolo a sua volta a banche o finanziarie.

Il Superbonus 110% riguarda gli interventi effettuati da:

  1. condomìni

  2. persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, che possiedono o detengono l’immobile oggetto dell’intervento

  3. Istituti autonomi case popolari (Iacp) o altri istituti che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di “in house providing”

  4. cooperative di abitazione a proprietà indivisa

  5. Onlus e associazioni di volontariato

  6. associazioni e società sportive dilettantistiche, limitatamente ai lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi

Superbonus 110%, le spese detraibili

Per avere accesso al Superbonus 110% è necessario programmare uno o più tra gli interventi cosiddetti “trainanti”:

  1. interventi di isolamento termico sugli involucri

  2. sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni, sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti

  3. interventi antisismici

Se eseguiti insieme ad almeno uno tra gli interventi trainanti, possono godere della detrazione al 110% anche i cosiddetti interventi “trainati”:

  1. gli interventi di efficientamento energetico

  2. l’installazione di impianti solari fotovoltaici

  3. l’installazione di infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici

Non solo: con la circolare n. 24/E/2020, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito come anche le spese “accessorie” rientrino nell’agevolazione. In particolare:

  1. l’effettuazione di perizie e sopralluoghi

  2. le spese preliminari di progettazione e di ispezione

  3. le spese riguardanti l’installazione di ponteggi e lo smaltimento dei materiali rimossi per l’effettuazione dei lavori

  4. l’imposta sul valore aggiunto (se non oggetto di detrazione)

  5. l’imposta di bollo e i diritti per la richiesta dei titoli abitativi

  6. l’eventuale tassa per l’occupazione del suolo pubblico

Superbonus 110%, le date da segnarsi in agenda

Per poter usufruire del Superbonus 110%, i lavori devono essere effettuati tra l’1 luglio 2020 e il 31 dicembre 2021 (30 giugno 2022 per l’Istituto autonomo case popolari e simili). La data delle spese sostenute per gli interventi trainati deve essere però compresa tra l’inizio e la fine dei lavori trainanti.

Per quanto riguarda l’imputazione delle spese, invece:

  1. per le persone fisiche si fa riferimento alla data dell’effettivo pagamento, indipendentemente dalla data di inizio degli interventi (criterio di cassa)

  2. per le imprese individuali si fa riferimento alle spese da imputare al periodo di imposta in corso, al 31 dicembre 2020 o al 31 dicembre 2021 (criterio di competenza)

  3. per le spese sostenute da soggetti diversi, relative ad interventi sulle parti comuni degli edifici, si considera la data di effettuazione del bonifico da parte del condominio

Richiedi un preventivo senza impegno su PG Casa.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a ristrutturazione edifici
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali