magazine

tutti gli articoli

Guida ai materiali più resistenti per rivestire le terrazze

Tipologie di pavimenti per terrazze con le migliori proprietà fisiche e meccaniche per resistere al tempo e all'usura.

I pavimenti per terrazze, o più in generale, per gli ambienti esterni della casa costituiscono una scelta delicata da prendere. Nonostante non si voglia rinunciare all'estetica, è importante anche che queste superfici abbiano delle buone capacità meccaniche come la resistenza agli agenti atmosferici o agli urti, devono essere in grado di tollerare carichi pesanti senza rovinarsi ed essere il più possibile antiscivolo. Fino a poco tempo fa tutte questi requisiti potevano sembra un'utopia e sembrava chiaro dover scegliere per l'estetica oppure per la praticità. Ad oggi, grazie alle numerose innovazioni tecniche, sono stati realizzati materiali molto resistenti con un grande occhio all'estetica. Scegliendo uno di questi pavimenti per terrazze di nuova generazione sicuramente non si incapperà nel futuro in scomodi lavori di manutenzione e saranno necessari molti anni prima che comincino a deteriorarsi.
Uno dei pavimenti che ora gode di molta fama, sia per interni che per esterni, è il gres porcellanato. Questo tipo di superficie presenta notevoli caratteristiche dal punto di vista fisico come, ad esempio, la grande resistenza all'abrasione, agli urti e ai graffi. Qualora si optasse per una scelta di questo genere, è importante sapere che questo materiale è presente in diverse tipologie con caratteristiche completamente differenti. Ad esempio, il gres porcellanato naturale non viene levigato o lucidato e questa particolarità diminuisce di molto la scivolosità del pavimento quando bagnato. Questo pavimento è anche presente in una tipologia denominata "bocciardata" che ricorda molto la pietra rustica ed anche in questo caso la scivolosità è praticamente assente. Il gres porcellanato viene prodotto anche come "a tutta massa" in cui il colore conferito alla piastrella parte dal fondo per arrivare fino in superficie, caratteristica che limita il danno della piastrella qualora venisse graffiata. Questo pavimento per terrazzo è anche prodotto in una forma chiamata "a doppio caricamento" in cui viene creato un impasto di polveri colorate che sono responsabili della cromaticità della piastrella. Infine, quando ci si trova davanti ad un tipo di piastrella detta "rettificata" vuol dire che i bordi sono stati perfettamente squadrati in maniera tale da poter attaccare le varie piastrelle perfettamente tra di loro eliminando i punti di giunzione quasi completamente.

Un altro materiale utilizzato spesso per interno, ma che è stato prodotto ampiamente anche come pavimento per terrazze, è il cotto. Queste piastrelle adibite ad uso esterno sono state corredate di caratteristiche innovative come ad esempio una proprietà ingeliva che lo ha reso resistente alle rotture e agli scheggiamenti. Il cotto può essere prodotti sia in maniera industriale che a mano. Per quanto riguarda i soli accorgimenti da adottare, è necessario mettere in posa queste piastrelle con una temperatura dell'ambiente che non superi i 30°C ed è bene evitare di lavorare in un periodo particolarmente piovoso in quanto durante questo processo di stesura delle mattonelle è bene evitare la formazione di ristagni idrici. Qualora il cotto venisse prodotto a mano, è possibile che venga addizionato di prodotti in grado di conferirgli delle ulteriori capacità come ad esempio degli idrorepellenti o degli oleorepellenti. Grazie a tutte queste nuove caratteristiche, il cotto non solamente rimane il classico pavimento da ambiente interno, ma si mostra adattissimo anche come pavimentazione per terrazze ricco di gusto e uno stile intramontabile.
Un altro materiale particolarmente buono per essere utilizzato come pavimento per terrazze è il calcestruzzo. Questa tipologia di pavimentazione, lavorata industrialmente, non soltanto viene addizionata di polveri in grado di creare diverse gamme tonali e motivi vari che possano adattarsi a qualsiasi spazio, ma soprattutto è stata lavorata in maniera tale da godere di proprietà fisiche e meccaniche speciali. Ad esempio, il calcestruzzo è stato addizionato di fibre in polipropilene e una rete elettrosaldata. Grazie all'aggiunta di questi due elementi, il pavimento si mostra praticamente indistruttibile e resistente all'usura e al tempo. Non c'è pericolo di scheggiarlo o graffiarlo. Altre particolari caratteristiche di questo materiale sono la resistenza alla polvere, l'antisdrucciolamento e l'antiassorbimento. Grazie alla sua repellenza alla polvere, non sarà necessario pulire questo tipo di pavimento con molta frequenza e si mostrerà sempre piuttosto lucente e affascinante. Inoltre, nonostante il calcstruzzo sia noto per essere un materiale industriale, è possibile scegliere tra tantissime varietà di colori e motivi che lo rendono adatto ad arredare qualsiasi tipo di spazio esterno. Sicuramente optando per questo pavimento per terrazze sarà facile trovare quello che si adatta allo stile che si sta cercando di ricreare per il proprio spazio esterno e si potrà essere sicuri della sua durata nel tempo e della sua grandissima resistenza agli urti e alle condizioni atmosferiche più estreme.


Potrebbe interessarti anche