magazine

tutti gli articoli

Pavimenti in resina: vantaggi, tipologie e prezzi

I pavimenti in resina presentano caratteristiche molto importanti e di qualità: niente fughe, buona conducibilità termica e facile da pulire.

Chiedi un preventivo per PAVIMENTI E RIVESTIMENTI
richiedi preventivo

I pavimenti in resina sono spesso molto utili, di qualità e rappresentato una scelta piuttosto qualitativa per strutturare al meglio un ambiente quotidiano, che sia domestico o di lavoro. I pavimenti in resina hanno un costo spesso variabile e si ottengono con l'utilizzo di miscele di silicati inorganici naturali, l'aggiunta di inerti speciali e da vari elementi che cambiano in base al campo di applicazione e del grado di finitura che si vuole raggiungere.


Pavimenti in resina, come sono fatti e perché sfruttarli



Le resine decorative hanno caratteristiche molto importanti e possono essere usate per ottenere pavimenti decorati che a differenza dei pavimenti ceramici composti da mattonelle o da listelli nel caso di parquet, non è posizionato per terra in modo da creare delle fughe. La resina viene stesa tramite una spatola e ne fuoriesce un piano monolitico, ovvero senza fughe e giunti. La resina garantisce inoltre la protezione contro la muffa e allontana i batteri, risultando così adatta per la pavimentazione dei bagni e delle cucine per essere idrorepellente.


Pavimenti in resina, quali sono i vantaggi


La resina come materiale per i pavimenti ha i suoi pro, tra cui il costo, ed i suoi contro, ecco i pro:


  • assenza di fughe e giunti
  • sovrapponibilità ai pavimenti esistenti senza causare lo svellimento
  • monoliticità e uniformità
  • costi moderati e velocità nella lavorazione
  • facile pulizia perchè la resina è impermeabile
  • il pavimento in resina è igienico perchè combatte la proliferazione di batteri e muffe
  • resistente ad attacchi di sostanze chimiche e fisiche
  • buona conducibilità termica
  • colorazione e decorazioni personalizzabili
  • finiture di vario genere come ruvide, lisce, lucide, satinate, opache, ecc.ecc.
  • integrazione con altri materiali come ad esempio legno, cotto ecc., ecc.

Pavimenti in resina, ecco quali sono gli svantaggi


I pavimenti in resina presentano i loro difetti e non sempre la resina è il materiale ideale, ecco in cosa non eccelle il pavimento in resina:


  • è soggetto a usura, e perciò può perdere lucentezza a causa di abrasioni o graffi;
  • se il supporto non è perfetto, il pavimento in resina può presentare crepe, rotture, microcavillature, o altre imperfezioni;
  • ingiallimento: problema che si verifica soltanto con la resina epossidica che ha una scarsa resistenza ai raggi UV. L'ingiallimento della resina epossidica si può limitare usando speciali additivi antiUV;
  • il costo del pavimento in resina è sempre più elevato rispetto ad altri materiali per i pavimenti

Quale tipologia di pavimentazione in resina è meglio avere?: ecco alcuni consigli


I pavimenti in resina, sono ottimi non solo per le abitazioni e per gli edifici industriali, ma anche per vari spazi esterni, come parcheggi, cortili, vialetti sia pedonali che carrabili, terrazzi e balconi. Le resine per pavimenti esterni si chiamano poliuretaniche multistrato e resistono ai forti carichi di esercizio, agli sbalzi termici come gli idrocarburi e agli oli provenienti dal traffico veicolare. Esiste anche il pavimento in resina 3D, vivace e realistico, tramite l'inserimento di una stampa o fotografia nel penultimo strato del pavimento, e la resina per rivestimenti a parete.


Sicuramente la consulenza di un esperto può aiutarti nella scelta.

Potrebbe interessarti anche