Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

MAGAZINE

chiedi preventivo

Tutti i vantaggi delle porte scorrevoli e a battente

Porte scorrevoli e porte a battente sono due tipologie di ingressi. La preferenza dell'una o dell'altra soluzione è dettata da necessità pratiche e architettoniche.

All’interno di una casa, le porte vanno considerate come un elemento funzionale - capace di suddividere o unire gli spazi - ma anche estetico, in grado di valorizzare lo stile degli interni. Ecco perché è importante scegliere i modelli più adatti ai propri ambienti, a partire dalla tipologia di apertura: porta a battente o porta scorrevole?

Chiedi un preventivo per SERRAMENTI richiedi un preventivo gratis

Porta a battente:tipologie e vantaggi

Le porte a battente sono la tradizione. Il meccanismo di apertura e chiusura è molto semplice e consente di scegliere a piacere il lato e il senso di apertura. Proprio questa semplicità le rende anche molto più economiche rispetto ai modelli scorrevoli.

Si possono realizzare in differenti materiali e finiture e risultano sempre molto versatili. Ad esempio, una porta battente in legno massello o impiallacciato è perfetta sia in una casa in stile classico che in un ambiente più contemporaneo. Se invece si amano i colori si può optare per una porta a battente laccata scegliendo all’interno di una palette di tonalità differenti, a partire dal bianco ottico.

Esistono anche modelli in vetro temperato – trasparente, satinato o serigrafato – più adatto a spazi minimalisti e moderni.

Se ciò che non vi convince in una porta a battente sono gli stipiti e le cornici, la soluzione c’è e si chiama porta a filomuro o rasomuro: priva di ogni elemento, si mimetizza perfettamente con la parete creando continuità

Porta scorrevole: tipologie e vantaggi

Le porte scorrevoli hanno la capacità di unire gli spazi: in un solo gesto due ambienti diversi confluiscono in un unico grande open space. Con la stessa facilità anche la separazione è fattibile in modo rapido e discreto.

Le porte scorrevoli sono anche molto utili in appartamenti di piccole dimensioni perché permettono di risparmiare spazio. Inoltre, a differenza delle porte a battente, la cui misura massima è di 90 cm, le porte scorrevoli possono arrivare anche a 200 cm.

Per quanto riguarda i materiali, la scelta è davvero molto ampia: plastica, mogano, noce, alluminio, legno massello e resine melamminiche stratificate. Le porte scorrevoli in vetro, poi, come vetrate artistiche rendono queste porte di gran classe adatte ad ambienti ricercati ed eleganti.

Porta scorrevole interna o scorrevole esterna?

La porta scorrevole può essere interna al muro oppure esterna.

Nel primo caso si parla di porta scorrevole a scomparsa perché il contenitore in alluminio è inserito in un'intercapedine nel muro e risulta completamente invisibile dall'esterno.

Invece, la porta scorrevole esterna resta ben visibile: quando aperta è ospitata su una parte del muro, che deve restare libero da ogni tipo di arredo. Essa scorrerà su un binario visibile, che può risultare antiestetico in alcuni casi.

La scelta tra porte scorrevoli interne oppure visibili è essenzialmente economica.

La prima è più costosa della seconda, richiede opere murarie e l'utilizzo di un contenitore in alluminio. Tuttavia se l'esigenza è lo spazio, la prima ottimizza anche quelli ridotti, permettendo di utilizzare una parte di muro che altrimenti non sarebbe possibile usare.

Per avere qualche consiglio in più e ricevere una consulenza esperta, contatta un professionista!

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a SERRAMENTI

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA
  • porte a battente
  • porte scorrevoli interne
  • porte scorrevoli in vetro