MAGAZINE
Logo Magazine

Porte tagliafuoco: quadro normativo e prezzi

Le porte REI hanno una grande importanza negli edifici pubblici e in tutti i luoghi in cui si deve garantire la massima sicurezza. Scopri di più di seguito

Chiedi un preventivo per
serramenti e infissi
richiedi un preventivo gratis

Le porte tagliafuoco, chiamate anche REI, sono fondamentali negli ambienti comuni e all’interno degli edifici pubblici, per garantire la massima sicurezza delle persone in caso di incidente. La resistenza al fuoco delle porte REI infatti permette di isolare le fiamme, bloccandone la propagazione qualora dovesse manifestarsi un incendio. Ciò è possibile grazie alle loro elevate caratteristiche di resistenza, ermeticità e isolamento, proprietà che le rendono addirittura obbligatorie in alcuni ambienti secondo le normative di legge. Le loro dimensioni possono variare e di conseguenza anche i prezzi, perciò ecco tutto quello che si deve sapere sulle porte REI.

Porte tagliafuoco: la normativa di legge

La normativa per le porte REI di riferimento è contenuta nel DM 16-02-2007, il quale stabilisce la classificazione di resistenza al fuoco dei materiali e dei prodotti costruttivi, legge che recepisce le direttive europee UNI EN 13501 e EN 1634. In particolare è previsto che le porte tagliafuoco siano omologate, da installare obbligatoriamente in alcune tipologie di strutture, come alberghi, ospedali e autorimesse. Quando si tratta di ambienti interni alle strutture alberghiere, ad esempio, con le porte REI la normativa è piuttosto specifica, infatti richiede che i dispositivi di auto-chiusura siano montati nelle camere e negli ambienti comuni. Qui è possibile installare porte REI 30, mentre nei locali contenenti materiale combustibile, gruppi elettrogeni e nei piani interrati si devono installare invece porte REI 60.

Secondo la normativa UNI EN 1634, oltre ai parametri di resistenza, ermeticità e isolamento, esistono anche altri aspetti tecnici da rispettare, come il livello di radiazione, la resistenza all’impatto e l’auto-chiusura in caso di incendio. Queste caratteristiche riguardano anche le classiche porte antipanico, obbligatorie nelle uscite di emergenza interne ed esterne. Alle porte viene inoltre attribuita una classe di resistenza al fuoco, indicata da un numero di riferimento, il quale corrisponde ai minuti per i quali è garantita la tenuta della porta. Tra le classi più diffuse ci sono la 30, 60, 90, 120 e 180, certificazione ottenuta tramite test effettuati da enti autorizzati a tale tipo di esame strutturale.

Come funziona una porta tagliafuoco

Le porte antincendio sono delle strutture progettate appositamente per resistere al fuoco, bloccando l’alimentazione delle fiamme per ritardarne la propagazione agli altri ambienti. Le porte REI sono costruite in base a specifiche indicazioni, contenute all’interno delle normative di legge, con l’utilizzo di materiali come l’acciaio inox, il vetro, la vermiculite e il gesso. Ciò permette di contenere la presenza di ossigeno nell’aria, ritardando l’estensione dell’incendio e soprattutto del fumo tossico. In questo modo è possibile usufruire di più tempo per evacuare l’edificio, i soccorsi possono essere prestati in maniera più efficace e sicura, inoltre i materiali all’interno subiscono in genere meno danni.

Porte REI: dimensioni delle porte tagliafuoco

Le porte antincendio hanno dimensioni che variano a seconda delle necessità dell’ambiente. Queste strutture devono essere perfettamente isolanti, per questo motivo non possono avere molto gioco nell’inserimento all’interno del telaio. Esistono dunque delle misure standard che devono essere verificate con molta attenzione, tuttavia si possono anche commissionare porte tagliafuoco su misura.

La porta REI può essere a uno o due battenti, mentre le misure minime e massime sono le seguenti:

  • larghezza minima 40 cm e massima 135 cm per le porte a 1 battente;
  • altezza minima 175 cm e massima 265 cm per le porte a 1 battente;
  • larghezza minima 120 cm e massima 260 cm per le porte a 2 battenti;
  • larghezza minima 206 cm e massima 265 cm per le porte a 2 battenti.

Porte REI: prezzi dei modelli in commercio

I prezzi delle porte REI variano a seconda della tipologia e della classe di resistenza al fuoco. In generale, per ottenere una stima approssimativa, si calcolano le dimensioni della struttura al metro quadro, allo stesso tempo alcuni produttori, vista la diffusione sempre più estesa delle porte tagliafuoco, mettono a disposizione delle offerte specifiche. I prezzi delle porte antincendio sono in genere leggermente più elevati per le REI 30, in quanto si possono installare anche in abitazioni private, pertanto hanno un grado di personalizzazione molto più ampio rispetto ad altri modelli, in modo che si uniformino perfettamente agli arredi domestici.

Il costo al metro quadro può pertanto arrivare fino a 350 euro. Per le REI 60 in acciaio, invece, il prezzo medio è di circa 160 euro al metro quadro, mentre per una porta REI 120 di 180 euro/mq. Oltre alla spesa necessaria per l’acquisto, è importante considerare i costi della manodopera e dell’installazione, che possono andare da un minimo di 250 euro fino a un massimo di 500 euro, in base alla difficoltà del montaggio e al tipo di ambiente. Se si scelgono di realizzare porte REI su misura invece, i prezzi devono essere calcolati insieme al produttore, ma non si deve mai dimenticare che a questi si dovrà aggiungere anche il costo di posa. Per questo motivo è importante richiedere un preventivo per l’installazione di infissi e serramenti antincendio, per valutare con attenzione le proposte in base al rapporto qualità/prezzo.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a serramenti e infissi
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali