MAGAZINE
Logo Magazine

Pulizia fossa biologica: quanto costa e ogni quanto va fatta?

La pulizia della fossa biologica o del pozzo nero è un’operazione che va fatta periodicamente. Quanto costa l’intervento e ogni quanto bisogna farlo?

Chiedi un preventivo per
spurghi
richiedi un preventivo gratis

Tutti coloro che risiedono in un’area rurale, ma non solo, si ritrovano a fare i conti con la pulizia della fossa biologica o del pozzo nero. Queste strutture servono entrambe per l’accumulo di sostanze e liquami di scarto, ma sono due sistemi distinti. Il primo, infatti, di dimensioni maggiori, è caratterizzato da un tubo d’ingresso e uno d’uscita, mentre il secondo da un solo tubo di entrata. A differenza delle abitazioni cittadine, che sono collegate alla rete fognaria, la fossa biologica è una vasca statica in cui vengono convogliate le acque nere (provenienti dalla toilette) e le acque grigie (originate dallo scarico dei lavabi).

All’interno delle vasche di raccolta ci sono dei batteri che decompongono i rifiuti organici, i quali in parte si accumulano sul fondo e in parte sulla superficie in forma di schiuma, che viene fatta defluire all’esterno della fossa ma sempre sottoterra. In entrambi i casi è essenziale occuparsi della pulizia e manutenzione della fossa biologica e del pozzo nero, eseguendo tali operazioni periodicamente, perché anche se di grandi dimensioni con il tempo si riempiono. Trattandosi di interventi delicati e complessi bisogna utilizzare dei macchinari particolari, perciò è bene rivolgersi sempre a una ditta specializzata.

Pulizia della fossa biologica: ogni quanto va fatta

Lo svuotamento e quindi la pulizia della fossa biologica è un’operazione da effettuare con frequenza, dal momento che il livello di riempimento è elevato, perciò schiume e altri residui rischiano di otturare la dispersione se non opportunamente rimossi. Di norma si esegue lo svuotamento ogni anno, per garantire un buon funzionamento del sistema, evitando così la solidificazione dei residui e assicurando la longevità della fossa biologica. Il permanere di sostanze e liquami per troppo tempo rischia, infatti, di richiamare animali infestanti come topi e blatte.

Con una corretta manutenzione della fossa biologica, un intervento annuale è più che sufficiente. Ovviamente non bisogna utilizzare additivi inadatti, oppure superare il volume medio d’acqua al giorno (per prevenire il sovraccarico dell’impianto), inoltre è necessario prestare attenzione a non immettere corpi estranei nello scarico, come assorbenti, fondi di caffè e carta. Per la manutenzione è indispensabile usare prodotti appropriati, come le bustine chimiche con azione igienizzante, che si scaricano nel wc per liberare le tubature da residui e dalle incrostazioni.

Quanto costa spurgare la fossa biologica? Prezzi e tariffe

Per eseguire l’operazione va chiamata una ditta che si occupa di questo tipo d’interventi, la quale può applicare tariffe differenti in base a una serie di aspetti, ad esempio a seconda del tipo di trattamento da eseguire, chimico, fisico o meccanico. Se inoltre l’azienda procede alla videoispezione delle tubazioni e delle condutture, per una verifica dello stato della fossa, anche questo intervento inciderà sulla spesa finale, tuttavia per una maggiore sicurezza sarebbe sempre meglio farlo. Il costo della pulizia della fossa biologica può andare da un minimo di 150 euro fino a un massimo di 300 euro, con un costo orario medio intorno ai 180/200 euro l’ora.

Invece, il prezzo dello svuotamento del pozzo nero è più economico, con una tariffa in media tra i 100 e i 150 euro, qualora sia necessario rimuovere anche del materiale all’interno ed evitare l’intasamento della struttura. Per risparmiare sul costo della pulizia della fossa biologica è consigliabile richiedere dei preventivi gratuiti, contattando due o tre aziende specializzate nello svuotamento della fossa biologica, dei pozzi neri e nella loro manutenzione, per ottenere delle proposte da valutare con calma, per scegliere quella con il miglior rapporto qualità-prezzo.

Naturalmente è fondamentale optare per ditte attrezzate, equipaggiate con macchinari appositi come autospurghi e idropulitrici ad alta pressione, con personale specializzato in questo tipo di interventi per garantire un risultato efficiente. Il costo dell’intervento prevede anche delle tabelle orarie, perciò per stabilire quanto costa lo spurgo della fossa biologica è necessario considerare il tempo richiesto dall’operazione, con prezzi che possono andare in media da 80 a 250 euro l’ora a seconda del tipo di impianto.

Pulizia fossa biologica in condominio: chi paga?

Se la fossa biologica, o il pozzo nero, è situata in un’abitazione privata come una villa o un edificio uniproprietario, il pagamento dell’intervento è a carico del titolare dell’immobile. Se invece si tratta di un impianto condominiale, quindi collegato a una serie di appartamenti situati nello stabile comune, il costo della manutenzione e pulizia della fossa biologica deve essere ripartito tra i condomini. Il prezzo dell’intervento viene dunque suddiviso in base alle tabelle condominiali, quindi ai millesimi di proprietà, ad eccezione di eventuali condomini che non sono allacciati all’impianto. In caso di immobili in affitto, il costo dello svuotamento della fossa è a carico del conduttore, dunque dell’affittuario dell’appartamento condominiale.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a spurghi
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali