MAGAZINE
Logo Magazine

Trasloco facile: consigli per un trasloco senza stress

Abbiamo stilato una checklist di tutte le cose da fare quando si avviano le pratiche per un trasloco, partendo dal mese prima

Chiedi un preventivo per
TRASLOCHI E SGOMBERI
richiedi un preventivo gratis

Il trasloco è sempre un momento piuttosto difficile da gestire e combinare con tutte le altre piccole, grandi incombenze della vita quotidiana. In questo articolo cercheremo di darvi tutti i consigli e creare una lista di cose da fare quando arriva il momento di cambiare casa.

Trasloco: alcuni consigli

Nel caso ci si trovi in un contratto d’affitto che si vuole terminare, è importante consultare i termini del documento per comprendere le modalità e recedere dal rapporto di locazione. Le tempistiche entro le quali un inquilino deve abbandonare la casa, salvo diversa menzione, sono stabilite nell’articolo 3, comma 6, della Legge 431/98. In generale, è possibile recedere al contratto d’affitto con comunicazione ufficiale al proprietario e un preavviso di almeno 6 mesi.

Da questo momento in poi sarà importante comprendere se sarà necessario sospendere le utenze, oppure la voltura dei contatori potrà essere effettuata dall’agenzia immobiliare. E mentre la data di trasloco si avvicina, è tempo di preparare, nel dettaglio, una lista di cose da fare prima del giorno del trasloco.

Checklist: lista di cose da fare durante il trasloco

A un mese dal trasloco, bisogna effettuare tutti quei preparativi che richiedono più tempo e dovrebbero essere fatti con largo anticipo. Per esempio:

  • Riordinare i documenti e apporli in contenitori appositi. Non c’è niente di più facile, durante un trasloco, che perdere qualche pezzo di carta tra uno scatolone e l’altro. Assicuratevi che tutto sia catalogato e fascicolato, anche le vecchie bollette.
  • Richiedete il nuovo regolamento condominiale, in caso di un appartamento, al futuro amministratore.
  • In questo periodo è essenziale comprendere se l’abitazione in cui vi trovate avrà bisogno di una chiusura dei contatori o meno, e sarà importante attivarsi per spedire eventuali raccomandate di terminazione del contratto.
  • Se i figli dovranno cambiare scuola, è in questo periodo che bisogna effettuare l’iscrizione al nuovo istituto, in modo da avere tutto il tempo necessario al trasferimento senza sorprese.
  • Richiedete preventivi da tutte le agenzie di trasloco in zona, per farvi un’idea più chiara di quelli che potrebbero essere i costi di trasloco, che possono variare (anche molto) in base alla distanza da percorrere da un’abitazione all’altra, allo smontaggio dei mobili e la loro quantità oltre che l’utilizzo di eventuali piattaforme elevatrici.

A due settimane dal trasloco, potrebbe essere utile cominciare a organizzare la parte amministrativa e, soprattutto, quella logistica.

  • Volturare le utenze potrebbe richiedere più tempo di quanto non si immagini, ecco perché è importante organizzarsi con largo anticipo;
  • Prendete un permesso al lavoro per il giorno del trasloco. I lavoratori dipendenti hanno diritto a un periodo di permesso pagato per poter organizzare al meglio il trasferimento;
  • Organizzare il freezer e il frigorifero, oltre che la spesa settimanale: bisogna fare attenzione a consumare la grande maggioranza dei cibi congelati, oltre che a non fare shopping troppo abbondante di materiale deperibile che sarà poi da trasportare alla nuova locazione;
  • Effettuare il cambio di indirizzo e di casella postale, comunicando i nuovi dati ad amici e parenti.
  • Avviare una pulizia approfondita dell’appartamento, in maniera tale da lasciarlo il più pulito e ordinato possibile, così da non incorrere in trattenute sulla vecchia caparra (in caso di immobile in affitto)

A pochi giorni dal trasloco sarà necessario:

  • Controllare l’ultima registrazione dei contatori, in maniera tale da poterla comunicare all’erogatore del servizio e pagare solo la quantità dovuta;
  • Fare le copie delle nuove chiavi in maniera da poter accedere in comodità al nuovo immobile;
  • Collocare strategicamente gli scatoloni, in maniera che gli agenti del trasloco possano caricare i camion in maniera che quelle più resistenti e pesanti possano stare sotto, mentre il carico fragile sarà il primo ad essere estratto.
  • Effettuare un controllo dei locali dell’abitazione che si sta lasciando per verificare eventuali danni.

Quando si trasloca, è importante ricordare di recarsi all’Ufficio Anagrafe per il cambio di residenza per sé e per i propri animali domestici. Importante è anche farsi cancellare dalle liste elettorali del vecchio paese per apparire in quello nuovo, in maniera da poter votare dove si vive. Ultimo ma non per importanza, è il cambio del medico di base.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a TRASLOCHI E SGOMBERI
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali