pagine gialle casa

richiedi preventivo icon menu

Consigli per imballare mobili da traslocare

Il trasloco con imballo comporta tanto stress e fatica: ecco alcuni utili suggerimenti per rendere l'imballaggio mobili un passatempo divertente

Chiedi un preventivo per TRASLOCHI
  • Invia la tua richiesta gratis
  • Ricevi fino a 5 preventivi
  • Scegli il migliore
richiedi preventivo
L'imballaggio mobili può destare molta preoccupazione, poiché la paura di rompere il proprio materiale è sempre tanta, soprattutto se si tratta di beni fragili e delicati. Tuttavia, con alcuni semplici ed utili passaggi è possibile eseguire un trasloco con imballo in totale serenità e senza alcuna fatica o timore. In questo modo il trasloco potrà rivelarsi un'esperienza assolutamente divertente da condividere con la propria famiglia e i propri cari. Vi sono, infatti, dei procedimenti specifici per imballare il materiale in modo corretto, onde evitare danni irreparabili, tenendo anche conto che gli oggetti potrebbero urtare durante gli spostamenti. Trasferirsi in una nuova abitazione è sempre un'esperienza meravigliosa e ricca di emozioni, ma alcune piccole distrazioni potrebbero rendere questo evento davvero stressante e allo stesso tempo pericoloso. La prima cosa da tenere in considerazione è quella di imballare ogni tipologia di materiale in modo differente. Per questo motivo occorre prima di tutto fare una selezione dei propri beni. È consigliabile partire dagli oggetti più fragili, ovvero quelli che richiedono la massima cautela, come bicchieri, vasi o soprammobili di vario tipo.
Questa fase è la più delicata e necessita di estrema attenzione durante l'imballaggio. A questo punto non resta che scegliere un contenitore che si adatti perfettamente alle dimensioni degli oggetti, ma è consigliabile prediligere sempre delle scatole di media dimensione, e stendere all'interno di esse uno strato di protezione posizionando almeno due fogli di pluriball. Una volta ricoperto il fondo delle scatole si può procedere a confezionare gli oggetti che a loro volta dovranno essere foderati con i fogli di pluriball. In alternativa, è possibile usare la tradizionale carta da imballo. Gli oggetti fragili come i piatti, ad esempio, andranno confezionati singolarmente e inseriti nelle scatole verticalmente in modo tale da sfruttare tutto lo spazio dei contenitori. Una volta riempita tutta la scatola, bisognerà ricoprire anche lo strato superiore con i fogli di pluriball, eseguendo lo stesso procedimento dello strato inferiore. Nel caso dovessero avanzare degli spazi vuoti all'interno delle scatole basterà riempirli con materiale di piccole dimensioni. Quando la scatola sarà piena occorrerà chiuderla accuratamente e scrivere "fragile" su di essa.

Dopo aver confezionato tutta l'oggettistica e aver svuotato tutto il mobilio dal materiale si potrà procedere all'imballaggio mobili prima di trasferirsi nella nuova residenza. Basterà munirsi di carta da imballaggio, reperibile in qualsiasi ferramenta, giraviti, pluriball, nastro adesivo e naturalmente armarsi di tanta pazienza. I mobili andranno prima di tutto puliti accuratamente, in modo tale da rimuovere residui di polvere o grasso con l'aiuto di prodotti detergenti per la casa, facendo sempre attenzione alla presenza di chiodi o viti che potrebbero danneggiare sia il mobilio che le confezioni. Fatto ciò occorrerà procedere alla fase di smontaggio, rimuovendo tutte la parti fragili che potrebbero subire danni durante gli spostamenti. Se si tratta di un armadio, ad esempio, basterà rimuovere le ante per mettere al sicuro eventuali specchi. Con l'uso della pluriball si potrà quindi procedere ad imballare il tutto assicurandosi di coprire accuratamente le parti più fragili e completando l'operazione lungo le zone meno delicate.
L'imballaggio mobili prevede inoltre di procedere con molta cautela anche per tutto quel materiale che non necessita di essere smontato. Ad esempio, è fondamentale fissare le ante o i cassetti utilizzando del nastro per carrozzieri, così facendo si eviterà il rischio che queste parti possano aprirsi durante il trasporto o danneggiarsi. A questo punto, sarà necessario ricoprire più volte i mobili con la pluriball, partendo sempre dagli spigoli. Con la carta da imballaggio si andrà poi a creare un ulteriore strato ed avvolgere nuovamente il tutto con la pluriball. Per terminare correttamente l'imballaggio mobili è necessario avvolgere abbondantemente tutto il materiale con il nastro adesivo. Anche le cucine o i mobili del bagno necessitano di molta cura: in presenza di fili o tubi è molto importante procedere con un accurato imballaggio poiché potrebbero essere pressati durante il trasporto. Durante il trasloco con imballo occorre fare molta attenzione anche per quanto riguarda tutta la ferramenta: onde evitare di perdere dei pezzi è consigliabile riporla sempre all'interno di una scatolina che andrà poi inserita all'interno del rispettivo mobile. Con questo piccolo accorgimento sarà possibile procedere velocemente alla fase di montaggio.


richiedi preventivo per TRASLOCHI
  • trasloco con imballo
  • imballaggio mobili

Potrebbe interessarti anche

Traslochi
Traslochi nazionali e internazionali

Il problema del trasloco è uno di quelli difficili da risolvere, specialmente se si ha il bisogno di trasportare a grandi distanze degli oggetti molto ingombranti oppure molto preziosi. Un viaggio, del resto, può includere una serie d'imprevisti e diverse avventure particolari. Degli eventi che rischierebbero di danneggiare gli articoli trasportati e privare la famiglia del piacere di averli nella...

Traslochi
Le 5 domande utili per selezionare la giusta impresa di traslochi

Quando si seleziona un'impresa di traslochi nazionali è bene conoscerla a fondo, avere informazioni sull'attività e sulle esperienze passate. Se si rende necessario un trasloco di un pianoforte dal quinto piano di un palazzo è più logico rivolgersi a chi ha già maturato esperienza in questo campo, piuttosto che affidarsi alla prima impresa disponibile. Oltre ad alcune caratteristiche generali da...

Traslochi
3 ragioni per cui è meglio traslocare in inverno

Vi siete mai chiesti quand'è il momento migliore per fare un trasloco? Recentemente sono state fatte alcune osservazioni in merito alla questione. Tantissime persone pensano che il momento ideale sia in primavera o in estate, quando si hanno a disposizione belle giornate, ferie e niente bambini da portare a scuola. Ma non è da sottovalutare nemmeno il periodo invernale per portare le proprie cose...