MAGAZINE
Logo Magazine

Guida completa al trasloco: domande e risposte

Il trasloco è un momento complesso ricco di appuntamenti e scadenze: chi avvisare? Come organizzarsi? Ecco la guida completa con tutte le domande e risposte

31-08-2021
Chiedi un preventivo per
traslochi

Il trasloco rappresenta un momento complesso e richiede molta attenzione e organizzazione: occorre pensare a tanti appuntamenti di diverso tipo, dal cambio di residenza, alle utenze, fino all’impegno con la ditta di traslochi. In un momento così fitto di adempimenti può capitare che qualcosa sfugga oppure che ci siano alcuni dubbi da risolvere. Per agevolare le persone impegnate col trasloco, ecco una guida completa con tutte le domande e risposte. Sarà utile per gestire al meglio ogni particolare e iniziare con successo una nuova vita.

Come e quando cambiare residenza?

Uno dei primi passi da fare quando di lascia un’abitazione è effettuare il cambio di residenza. Questa operazione è obbligatoria anche se ci si sposta all’interno della propria via. Il consiglio è di muoversi con qualche settimana di anticipo svolgendo tutte le pratiche nel Comune in cui si andrà ad abitare. Per gestire la pratica occorre comunicare i propri dati personali, incluso il numero di patente, perchè entro 180 giorni dalla comunicazione, sarà proprio il Comune a inviare i bollini con il nuovo indirizzo da apporre sulla patente. Inoltre, la comunicazione sarà utile anche per avere la nuova tessera elettorale e per gestire correttamente le tasse comunali come la Tari, ovvero l’imposta sui rifiuti. In quest’ultimo caso bisogna contattare l’Ufficio delle Tasse Comunali.

Trasloco: chi bisogna avvisare?

Oltre al cambio di residenza, esistono altri enti o aziende da avvisare quando si cambia casa. Ecco una lista utile:

  • Aci
  • Assicurazione
  • Banca e carte di credito
  • Gestore mobile
  • Partita Iva
  • Abbonamenti a periodici
  • Ordini professionali
  • Datore di lavoro e eventualmente clienti
  • Cambio del medico
  • Parenti e amici (magari con un’e-mail o messaggio di gruppo)

Questi adempimenti si devono eseguire almeno due settimane prima di cambiare casa.

Per approfondire: Vademecum sui traslochi, dal cambio di residenza alle utenze

Trasloco: quali sono le utenze da attivare?

Quando ci si trasferisce bisogna pensare con largo anticipo all’attivazione della corrente elettrica presso la nuova abitazione. In questo caso si può eseguire l’allaccio (con nuovo contatore) o la voltura (contatore esistente e attivo) oppure il subentro (contatore presente ma non attivo). Per questo tipo di lavoro occorre organizzarsi almeno un mese prima del trasloco in modo da potere subito usare l’elettricità senza problemi. In questi casi bisogna scegliere il fornitore, contattarlo e prendere un appuntamento per configurare e attivare il contatore. In alcuni casi, i fornitori di energia elettrica corrispondono anche a quelli del gas cittadino.

Per approfondire: Come fare l’allaccio elettrico quando si trasloca

Oltre alla corrente elettrica, occorre anche attivare altre utente e in particolare acqua, telefono e internet.

Trasloco in condominio: chi devi contattare?

Se ti trasferisci in un nuovo condominio, il consiglio è quello di contattare subito l’amministratore condominiale per avere il Regolamento. Si tratta di un documento molto importante perchè indica tutte le regole del plesso, che permettono ai condomini di convivere in modo sereno. Inoltre, l’amministratore dovrà cambiare il nominativo da inserire nei bollettini delle rate condominiali, nei verbali delle riunioni e altri documenti.

Aspetti pratici sul trasloco: da cosa iniziare?

Il primo passo è quello di fare un inventario di tutto ciò che occorre trasportare nella nuova casa: cosa eliminare e regalare e cosa mantenere? In base alla lista di cose da portare sarà anche più facile capire cosa, invece, è necessario smaltire. Molte ditte di traslochi offrono anche un servizio di smaltimento di mobili ed elettrodomestici, quindi è molto meglio sapere per tempo se si ha bisogno di questo servizio, perchè è una importante discriminante per scegliere l’impresa.

Dopo aver deciso cosa tenere, si iniziano a preparare gli scatoloni. Bisogna dare la priorità ai beni che si usano più di rado. Per esempio, se si è in estate, si possono tranquillamente preparare gli scatoloni con l’abbigliamento invernale, le coperte e altri affetti per la stagione fredda. Le ultime scatole da preparare saranno quelle contenenti i beni che si usano più di frequente.

Se è possibile si può iniziare a spostare piccoli arredi, scatoloni già pronti o anche piante nella nuova casa. Per rendere più facile il trasloco è fondamentale affidarsi a una ditta specializzata. Ben prima del momento del trasloco si possono contattare le ditte per richiedere un sopralluogo in modo da elaborare il preventivo e per capire quali sono i contenuti del contratto di trasloco. Prima ci si muove e più è facile organizzarsi. Su Pagine Gialle Casa è possibile entrare subito in contatto con le ditte del proprio territorio e chiedere quanti preventivi si desiderano.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a traslochi
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE