Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

Accedi con le tue credenziali

Non ti fermare adesso

Hai completato il 00% della tua richiesta
di preventivo

CONTINUA CON LA RICHIESTA CANCELLA RICHIESTA

Lavori da fare in casa?

  • INVIA LA TUA RICHIESTA
  • ricevi fino a 5 preventivi
  • scegli il preventivo migliore
Chiedi preventivi per

ACCESSORI CANNE FUMARIE E CAMINI

Dove ti serve il servizio?

  • Invia la tua richiesta gratis In primo luogo, rispondi ad alcune brevi domande sul tipo di professionista che stai cercando.
  • ricevi fino a 5 preventivi Entro poche ore, riceverai preventivi personalizzati in base alle tue esigenze specifiche.
  • scegli il preventivo migliore Confronta preventivi, profili e recensioni, quindi assumi il professionista adatto a te.
GUIDA UTILE

Canne fumarie per camino: materiali, accessori e pulizia

Le canne fumarie hanno la funzione insostituibile di espellere i fumi prodotti dalla combustione del camino. La combustione determina con il tempo l’accumulo di fuliggine e particolato che si attaccano ai lati della canna dove passa il fumo. Qualora non vengano rimossi regolarmente, questi elementi potrebbero incendiarsi.

 

Per funzionare, le canne fumarie sfruttano il meccanismo noto come tiraggio, il processo di aspirazione dell’aria calda verso l’alto in direzione di un ambiente esterno. Si tratta di un processo importante, perché stabilisce il contatto fra ambiente interno e ambiente esterno. Favorisce il conseguente ricambio d’aria, sostituendo in questo modo l’aria povera d’ossigeno con quella più ricca.

Le tipologie di canna fumaria per il camino

Parlando di canne fumarie per il camino bisogna considerare che sul mercato sono presenti diverse tipologie fra cui poter scegliere.

 

La canna fumaria in laterizio offre una buona resistenza al calore, viceversa, ben poca agli acidi. È impermeabile a gas e condensa, ma non funziona come isolante. La presenza dei giunti nella struttura in laterizio impone la necessita di un rivestimento supplementare.

 

La canna fumaria in acciaio rigido è anch’essa impermeabile ai gas e alla condensa e presenta una buona resistenza agli acidi e sbalzi termici. Le canne fumarie in acciaio rigido sono equipaggiate di uno strato di coibentazione e rimangono lisce al senso del tatto.

 

C’è poi la canna fumaria in acciaio flessibile, più congeniale alle installazioni all’interno di canne fumarie già esistenti. L’acciaio inox flessibile presenta buona resistenza ma non garantisce una buona tenuta, dato che i tubi che lo strutturano si uniscono a incastro e non attraverso una saldatura. Questo tipo di materiale ha un costo contenuto, anche se gli esperti tendono a sconsigliarlo. È utile invece il suo utilizzo nel caso in cui si debba ricorrere alla doppia parete o si uniscano materassini in lana di roccia per i camini a legna.

 

La caratteristica delle canne fumarie in materiale refrattario è che resistono alle elevate temperature, agli acidi, ai gas e alle condense e funzionano da isolanti. Necessitano di massima attenzione alle giunzioni degli elementi, ai materiali sigillanti e alla posa in opera.

 

Le canne fumarie in fibrocemento oggi vengono in realtà realizzate in cellulosa, mentre anni fa se ne faceva largo utilizzo con l’amianto come coibente termico. Questo tipo di canne fumarie presentano scarse proprietà di impermeabilizzazione, di resistenza e la loro superficie non liscia provoca la formazione di depositi. Il loro vantaggio è di essere costituite da un materiale molto economico.

 

Ci sono infine le canne fumarie in conglomerato cementizio, il cui materiale costitutivo è però di scarsa qualità e deve necessariamente essere unito ad altri materiali. Per questo motivo il conglomerato cementizio è il materiale più economico, ma anche il meno efficiente.

 

Materiali canne fumarie  Prezzi medi
Canna fumaria in laterizio da 75 a 300 euro
Canna fumaria in materiale refrattario da 175 a 500 euro
Canna fumaria in acciaio da 75 a 250 euro
Canna fumaria in acciaio smaltato da 90 a 275 euro

Installazione canne fumarie, la normativa

Bisogna citare la normativa UNI 10683 che impone l’obbligo di un sistema di evacuazione fumi idoneo ad assicurare la dispersione in atmosfera dei prodotti della combustione. Dal 2013 la normativa vieta l’installazione di canne fumarie o condotti a parete, imponendo lo scarico fumi a tetto.

 

Sempre in base alla normativa l’altezza di una canna fumaria deve essere inversamente proporzionale alla sezione interna del condotto fumario. La sezione della canna fumaria si misura in base alla forma del condotto fumario. Per capire la sezione di una canna fumaria rettangolare o quadrata, si deve moltiplicare i due lati tra di loro. Ad esempio, se la canna fumaria è circolare si usa la formula raggio x raggio x 3,14. La sezione però varia anche in rapporto all’altezza e alle dimensioni del focolare.

 

La forma della canna fumaria può essere quadrata, rettangolare o circolare. Il materiale costruttivo deve essere resistente alle alte temperature, come il cementizio, l’acciaio inox, la ghisa o il fibrocemento.

 

La messa in opera deve essere verticale con meno curve o strozzature possibili. L’angolazione della canna fumaria deve essere entro i 30-45 gradi.

 

Installazione canna fumaria Prezzi medi
Noleggio gru a cestello e operatore da 750 a 800 euro (al giorno)
Parcella del professionista per la SCIA e direzione lavori da 1.050 a 1.550 euro
Parcella del professionista per il progetto da 750 a 1.250 euro

La pulizia delle canne fumarie

Non può essere trascurata la pulizia delle canne fumarie. Gli esperti consigliano di eseguire una manutenzione tre volte l’anno per i combustibili solidi, come la legna.

 

In generale non bisognerebbe superare i 12 mesi tra una pulizia e l’altra. Avvisaglie e segnali che devono spingere a valutare con tempestività questa ipotesi sono molti:

  • ristagno di odore di fumo sul pavimento del focolare;
  • caduta di fuliggine ogni volta che viene chiusa la serranda che serve alla regolazione della canna fumaria;
  • presenza di fuliggine sul pavimento del focolare;
  • presenza di fumo all’interno degli ambienti.

 

Nei camini a legna la pulizia della canna fumaria va fatta ogni 40 quintali di materiale o, se si tratta della pulizia di una canna fumaria del pellet, ogni 20 quintali.

 

 

Aziende consigliate da noi

vedi tutte le aziende