Hai completato il 00% della tua richiesta
di preventivo

CONTINUA CON LA RICHIESTA CANCELLA RICHIESTA

Chiedi preventivi per

CAMINI

Dove ti serve il servizio?
Non ricordi il CAP?
CHIEDI PREVENTIVO
  • Invia la tua
    richiesta gratis

    Rispondi ad alcune brevi domande sul servizio che ti serve e lascia i dati per essere contattato
  • Ricevi fino a 5
    preventivi

    I nostri professionisti ti invieranno preventivi personalizzati nel più breve tempo possibile
  • Scegli il preventivo
    migliore

    Confronta preventivi, profili e recensioni, quindi assumi il professionista adatto a te

GUIDA UTILE

Camini: principali tipologie e costi

Con l’arrivo dell’inverno e dei primi freddi il tema del riscaldamento domestico ritorna come una priorità inevitabile e molti cominciano a chiedersi quale sia l’impianto di riscaldamento più adatto alle proprie esigenze abitative.
Sul mercato esistono diverse soluzioni dal design sempre più ricercato e capaci di far risparmiare in bolletta. L’interesse sempre più sensibile alle tematiche ambientali, però, spinge molte famiglie a valutare anche prodotti che strizzino l’occhio alla salvaguardia del pianeta.

Tra tutti, la scelta ricade spesso sull’acquisto di camini, tradizionali o moderni, ma sempre capaci di creare un’atmosfera intima e accogliente tra le mura domestiche.

Tipi di camino: aperto o chiuso?

Innanzitutto, è fondamentale distinguere tra camino aperto e camino chiuso, che rispondono a esigenze ben precise. Il primo offre un impatto estetico ineguagliabile, ma può essere alimentato esclusivamente a legna e non permette di avere un riscaldamento omogeneo perché il calore tende a disperdersi e concentrarsi nella stanza in cui è collocato il camino. Diverso è l’approccio del camino a legna ventilato che, essendo dotato di un condotto di aerazione, permette al calore di propagarsi.

I camini chiusi, al contrario, sono in grado di sfruttare al meglio la combustione. Nella versione ventilata, inoltre, è possibile gestire la propagazione del calore anche in altre stanze della casa, così da ottenere un risultato più confortevole.

La soluzione più completa, e attualmente più costosa, è quella del termocamino. Oltre a riscaldare l’ambiente, è in grado di alimentare altri impianti e produrre acqua calda sanitaria tramite un unico processo di combustione. La soluzione ideale per chi vuole risparmiare energia, ma sempre con un occhio di riguardo all’ambiente.

Combustibile per camino: quale scegliere?

Classico e tradizionale, il camino a legna è ideale per chi ama il fascino del focolare. La legna, rispetto ad altre tipologie di combustibili, è economica e facile da reperire. La gestione di un camino a legna, però, richiede conoscenza (soprattutto delle tipologie di legno da impiegare) e manualità per evitare dispersioni di fumo.

Per chi ha a cuore il pianeta, il camino a pellet è la scelta migliore perché permette di avere un impatto ambientale ridotto e una perfetta resa tecnica, mentre il camino a bioetanolo è l’alternativa ideale per chi non ha la possibilità di dotarsi di canna fumaria in casa, inoltre si adatta a qualsiasi esigenza di spazio e design.

Il camino a gas è indicato per chi ama il fascino del camino tradizionale, ma non ha la possibilità di installarlo in un contesto cittadino. Alcune tipologie di camini a gas prefabbricati, inoltre, presentano il focolare aperto per accentuare l’effetto realistico della fiamma.

Infine, il camino elettrico è sicuramente un’ottima soluzione perché non sporca, non necessita di canna fumaria e può essere installato in qualunque stanza della casa, ma impone un costo in bolletta maggiore perché non è alimentato da alcun combustibile se non l’energia elettrica.

Quanto costa un camino?

Il costo di un camino è molto variabile perché influenzato da vari fattori: tipologia, modello, rivestimento, modalità di alimentazione, design.

Per esempio, se parliamo di modalità di alimentazione, i prezzi dei camini possono variare anche di molto.

 

Tipologie di camini Prezzi medi
Camini a legna a focolare aperto Da 1.500 a 9.500 €
Camini a legna a focolare chiuso (termocamini) Da 2.700 a 6.200 €
Camini a gas a camera stagna Da 1.300 a 5.300 €
Camini a gas a camera aperta Da 1.000 a 3.000 €
Camini a pellet Da 2.000 a 4.000 €
Camini a bioetanolo Da 550 a 850 €
Camini elettrici Da 180 a 850 €

 

Bisogna poi considerare altri fattori ugualmente importanti, come la presenza in casa di un camino preesistente, l’eventuale installazione della canna fumaria, la manutenzione e pulizia del camino, etc…

Riassumiamo di seguito le principali voci di spesa da tenere in considerazione se stai pensando di installare un camino in casa.

 

Intervento Prezzi medi
Installare canna fumaria Da 2.550 a 3.600 €
Manutenzione camino Da 80 a 400 €
Installare inserto camino con preinstallazione  Da 900 a 1.100 €

 

Domande frequenti:


Aziende consigliate da noi

Sercos Servizi Costruzioni

Sercos Servizi Costruzioni spa ha sede a Milano. Vanta esperienza dal 1986 come impresa edile. Inizialmente...

Chiedi preventivo
Due P Impianti - Idraulica Condizionamento Riscaldamento

Due P Impianti svolge la propria attività a Milano. L’azienda è centro assistenza tecnica autorizzato E.L.M....

Chiedi preventivo
Termoidraulica Fratelli Pollastri

Termoidraulica Pollastri è un’azienda che vanta oltre cinquant’anni di esperienza nel settore della...

Chiedi preventivo
Spazzacamino - Pulizia Canne Fumarie Ecoproject

Ecoproject svolge la propria attività a Muscoline. La ditta offre numerosi servizi utili come la pulitura,...

Chiedi preventivo
Eco Calore D.C. Srl

Eco Calore è un’impresa giovane e dinamica dotata di un team di notevole esperienza che si occupa di vendita...

Chiedi preventivo

Eurofumi 2000

Nessuna recensione

La Eurofumi 2000 opera da tempo nella pulizia installazione e manutenzione canne fumarie in v. Artigianato -...

Chiedi preventivo