Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

Accedi con le tue credenziali

Non ti fermare adesso

Hai completato il 00% della tua richiesta
di preventivo

CONTINUA CON LA RICHIESTA CANCELLA RICHIESTA

Lavori da fare in casa?

  • INVIA LA TUA RICHIESTA
  • ricevi fino a 5 preventivi
  • scegli il preventivo migliore
Chiedi preventivi per

CAMINO DA INTERNO

Dove ti serve il servizio?

  • Invia la tua richiesta gratis In primo luogo, rispondi ad alcune brevi domande sul tipo di professionista che stai cercando.
  • ricevi fino a 5 preventivi Entro poche ore, riceverai preventivi personalizzati in base alle tue esigenze specifiche.
  • scegli il preventivo migliore Confronta preventivi, profili e recensioni, quindi assumi il professionista adatto a te.
GUIDA UTILE

Camino da interno: l’evoluzione tecnologica del camino tradizionale

Il camino da interno rappresenta l’evoluzione in chiave tecnologica del tradizionale camino a legna. Grazie a performance di rendimento equiparabili ai modelli classici e costi di gestione sempre più alla portata, il camino da interno rinnova l’antico fascino della fiamma a vista coniugando la praticità al design.

 

Non è un caso, infatti, che i camini da interno siano diventati in molti casi veri e propri complementi d’arredo all’interno di  camere da letto, bagni e cucine. Elementi funzionali e di design di facile installazione in grado di riscaldare e rendere confortevole qualsiasi ambiente.

 

Come avviene per tutte le tipologie di camino, la scelta di un camino da interno deve essere ben ponderata e tenere conto di fattori quali l’ampiezza dei locali da riscaldare, la presenza di un caminetto preesistente, la necessità di dover canalizzare l’aria calda in altri ambienti oppure di voler utilizzare o meno l’impianto dei termosifoni per produrre acqua calda.

 

 

Camino da interno: tipologie

In commercio è attualmente possibile scegliere fra tre differenti categorie di camini da interno:

  • Camini da interno prefabbricati;
  • Camini da interno elettrici;
  • Camini da interno senza canna fumaria.

 

Nonostante le diverse tecnologie alla base di ogni tipologia di camino da interno, sono tutti caratterizzati dalle ampie possibilità di personalizzazione nei rivestimenti, nelle forme e nelle dimensioni oltre ad un’incredibile facilità di installazione anche negli ambienti più angusti della casa.

 

Per quanto concerne i camini da interno prefabbricati, si tratta di modelli dotati di un’ampia apertura frontale – chiusa da un vetro termoresistente o aperta – la cui installazione è tra le più semplici e immediate. Di frequente sono affiancati a sistemi di riscaldamento già presenti in casa, per questo si adattano bene a scopi di design all’interno di bagni e camere da letto.

 

Generalmente sono realizzati in ghisa o pannelli di acciaio, materiali particolarmente indicati per accumulare calore e rilasciarlo in modo graduale nell’ambiente per effetto dell’irraggiamento.

 

Alcuni camini prefabbricati hanno dimensioni talmente ridotte da poter essere agevolmente istallati all’interno di camper.

 

Le uniche accortezze legate alla posa di un camino da interno prefabbricato, riguardano la pavimentazione che deve essere rivestita di materiale ignifugo al fine di evitare spiacevoli inconvenienti.

 

Praticamente ridotta ad attività ordinarie la manutenzione di questi camini, realizzati con il preciso intento di rendere facile la vita di chi li sceglie per la propria abitazione.

 

Tipologie di camini da interno Prezzi medi
Camini prefabbricati Da 250 a 3.500 euro
Camini elettrici Da 180 a 750 euro
Camini a bioetanolo Da 550 a 850 euro

 

I camini da interno elettrici, invece, appartengono ad una particolare tipologia di camini che, proprio come suggerito dal nome, sfruttano l’energia elettrica per produrre calore.

 

In commercio si trovano due tipologie di camini elettrici:

  • Camini elettrici da pavimento: possono essere appoggiati ad un muro oppure al pavimento;
  • Camini elettrici da parete: grazie alle cornici metalliche che li circondano, possono essere installati come fossero quadri su una o più pareti dell’abitazione.

 

La posa di un camino elettrico necessita esclusivamente di una presa di corrente elettrica. Questa caratteristica implica possibilità di installazione praticamente infinite e si adatta perfettamente alle necessità di coloro che vogliono vivere la magia del fuoco senza doversi occupare di tutte le attività accessorie legate all’impiego della legna.

 

Inoltre, grazie al minimo ingombro della maggior parte dei modelli, si prestano ad un utilizzo versatile all’interno di qualsiasi contesto abitativo.

 

Alla base del funzionamento dei camini elettrici vi è una tecnologia del tutto sovrapponibile a quella dei termoconvettori. La produzione del calore è demandata all’impiego di resistenze elettriche – di solito dall’assorbimento massimo di 2000 Watt – che possono essere accese o spente in base alle esigenze. Il sistema di aereazione forzata a ventole, consente al calore di circolare e rendere confortevole l’ambiente. La tecnologia LED si occupa di riprodurre in modo ultra realistico l’immagine della fiamma che nei modelli più recenti può essere personalizzata tramite smartphone o tablet.

 

Alcuni modelli sono dotati di un sistema di nebulizzazione dell’acqua che viene illuminata per generare l’effetto delle fiamme e del fumo, proprio come in un classico camino a legna.

 

I camini senza canna fumaria, infine, rappresentano la soluzione ecosostenibile per eccellenza. Anche questa tipologia di camini da interno è caratterizzata dall’estrema facilità e rapidità d’installazione alla quale si aggiunge l’impiego di combustibili a zero emissioni.

 

È il caso dei camini a bioetanolo e dei camini a gas catalitici. I primi impiegano un particolare tipo di combustile di origine vegetale che non inquina durante la combustione emettendo esclusivamente anidride carbonica e vapore acqueo. I secondi sfruttano un sistema di catalizzatori per trasformare anch’essi i gas combusti in anidride carbonica e vapore acqueo.

 

Oltre all’elemento dell’ecosostenibilità, il camino da interno senza canna fumaria rappresenta un vero e proprio elemento di arredo disponibile in una gamma di dimensioni, forme e colori talmente ampia da adattarsi a qualsiasi combinazione di stili.

Aziende consigliate da noi

vedi tutte le aziende