Hai completato il 00% della tua richiesta
di preventivo

CONTINUA CON LA RICHIESTA CANCELLA RICHIESTA

Chiedi preventivi per

SERVIZI E MANUTENZIONE GIARDINI

Dove ti serve il servizio?
Non ricordi il CAP?
  • Invia la tua
    richiesta gratis

    Rispondi ad alcune brevi domande sul servizio che ti serve e lascia i dati per essere contattato
  • Ricevi fino a 5
    preventivi

    I nostri professionisti ti invieranno preventivi personalizzati nel più breve tempo possibile
  • Scegli il preventivo
    migliore

    Confronta preventivi, profili e recensioni, quindi assumi il professionista adatto a te

GUIDA UTILE

Servizi e manutenzione per giardini

Non hai il pollice verde ma vorresti comunque avere un giardino in ordine e sempre fiorito? Hai deciso di potare la siepe o i rami di quella pianta secolare che ormai ti entrano in casa? Vuoi proporre un nuovo giardiniere che si occupi dello spazio verde condominiale? Rivolgiti ai migliori professionisti in servizi e manutenzione per giardini.

Con PG Casa si possono contattare in pochi secondi i migliori esperti di manutenzione di aree verdi e ricevere preventivi gratuiti per tutta l’attività necessaria a seguire step-by-step la progettazione e la cura del tuo giardino, privato o condominiale.

Manutenzione del giardino in primavera

Quando finisce l’inverno e le giornate iniziano ad allungarsi, la natura si risveglia ed è dunque fondamentale preparare al meglio il giardino per la bella stagione, a partire dal prato e passando per fiori e piante. Ecco le attività più importanti per prendersi cura del giardino in primavera:

  • pulizia e rastrellamento del giardino, eliminando foglie morte, piante secche o infestanti, funghi e spore nocive;
  • prevenire la presenza di insetti, grazie all’olio bianco o a composti a base di rame e zolfo
  • concimare e innaffiare il terreno, ogni 2-3 settimane circa ad aprile e ogni 10 giorni circa a maggio, regolandosi con la piovosità;
  • trapiantare e travasare le piante che sono cresciute;
  • messa a dimora dei bulbi, partendo da quelli a fioritura estiva (begonie, gladioli, ornitogalli) fino a quelli autunnali come il ciclamino;
  • il taglio del prato a intervalli regolari;
  • semina dei fiori estivi come azalea, begonia, calla, dalia, geranio, giglio, girasole, iris, mughetto e margherite.

 

 

 

 

 

Il taglio del prato

Tagliare il prato con regolarità è fondamentale per mantenere il manto erboso forte e sano: il taglio, infatti, irrobustisce il manto erboso, stimolando le piante a vegetare e ingrossando le radici forti, per sopportare meglio periodi di occasionale siccità e un frequente calpestio.

Il primo taglio del prato si fa quando l’erba raggiunge i 9-10 cm di altezza, fino a ottenere un’erba alta circa 3-4 cm, leggere mete più alta nelle zone in ombra dove la crescita è più faticosa. I successivi tagli si programmano in base alla velocità di crescita dell’erba, in un intervallo compreso tra una settimana e non oltre 15-20 giorni.

Manutenzione del giardino in autunno

Anche durante l’autunno, in cui il tempo è molto variabile, tra giornate quasi invernali e inaspettati prolungamenti dell’estate, ci sono alcuni lavori da fare per prendersi cura del giardino, soprattutto in previsione della primavera. Bisogna quindi occuparsi di:

  • sistemare le piante più delicate in una serra al riparo dal freddo, ma dove possano comunque ricevere la giusta quantità di luce solare;
  • potare i rami in eccesso che appesantiscono le piante, per farle crescere più rigogliose in primavera; 
  • potare gli alberi da frutto, ricoprendo le superfici con un mastice cicatrizzante per evitare che parassiti, batteri e funghi attacchino le piante;
  • piantare i nuovi bulbi primaverili come tulipani, narcisi o giacinti;
  • proteggere le radici delle piante con la pacciamatura di corteccia o con appositi teli traspiranti, per evitare che le piante siano danneggiate dal freddo dell’inverno.

 

 

La potatura degli alberi

Potare le piante da giardino è fondamentale per aiutare le piante a crescere più rigogliose e aiutarle a difendersi dagli attacchi di eventuali parassiti. Non tutte le piante, però, possono essere trattate allo stesso modo: alcune piante richiedono una specifica tecnica di potatura, altre non hanno bisogno di essere potate ed alcune specie invece non sopportano potature troppo invasive.

Il momento perfetto per la potatura degli alberi è la cosiddetta fase di riposto vegetativo, intorno a ottobre e novembre: la caduta delle foglie consente di visualizzare al meglio la forma da dare alla pianta, mentre la potatura permette agli alberi di rinforzarsi in vista della ripresa vegetativa che sopraggiunge con la primavera.

Richiedi un preventivo gratuito

Con PG Casa puoi metterti in contatto in modo facile e veloce con i migliori professionisti nella manutenzione dei giardini e ricevere preventivi gratuiti e dettagliati per scegliere comodamente quello più adatto alle tue esigenze, visionando il profilo e le recensioni di ogni professionista proposto.

 


Aziende consigliate da noi