magazine

tutti gli articoli

Architetto paesaggista: chi è e quando contattarlo

Scopriamo insieme chi è la figura professionale dell'architetto paesaggista, e quando possono tornare utili le sue competenze

Chiedi un preventivo per ESTERNI
richiedi preventivo


Architetto paesaggista: l’artista-designer del paesaggio



L’architetto paesaggista è il professionista che si occupa della progettazione di paesaggi in ambito urbano e rurale, tenendo conto degli elementi che li caratterizzano da un punto di vista naturale e culturale.


Il lavoro dell’architetto dei paesaggi, fra architettura e ambiente


L’architettura del paesaggio è una branca dell’architettura che si declina nella progettazione degli spazi esterni: parchi, giardini, e spazi aperti di diversa natura, fra i quali anche siti architettonici storici che necessitano di un restauro. Un paesaggista si occupa sia dell’ideazione che della realizzazione di progetti che si svolgono in collaborazione con appaltatori, costruttori, e altre figure professionali che ruotano nell’ambito della progettazione di ambienti. L’intento di un architetto paesaggista è quello di creare un rapporto armonico fra l’uomo e l’ambiente, attraverso la progettazione di architetture che rispondano a una serie di requisiti, principalmente estetici e funzionali; le parole chiave della sua attività sono l’armonia e la funzionalità, che devono permeare ogni progetto che abbia come destinazione finale la fruizione da parte dell’essere umano. Molto importante è l’attenzione alla sostenibilità di qualsiasi progetto architettonico che inglobi una porzione del paesaggio naturale, perché ne siano garantite la tutela e la salvaguardia.


Quali sono le competenze di un architetto paesaggista


L’architetto del paesaggio deve avere innanzitutto una conoscenza approfondita della storia ed evoluzione dell’architettura del paesaggio, oltre a nozioni di storia dell’arte. Deve inoltre padroneggiare i principali programmi di disegno tecnico e architettonico, per la fase di progettazione e l’esecuzione del relativo render, ovvero il modello tridimensionale del progetto presentato al cliente. Non ultimo, è necessario che un professionista di questo settore conosca la legislazione vigente in tema, per potersi destreggiare in ambito burocratico.


L’architettura di un giardino


L’architettura di paesaggio include anche il disegno di giardini pubblici e privati: un professionista del settore è in grado di fornire consulenza per la progettazione di giardini che siano il prolungamento di un’abitazione privata. Il compito di un architetto in questo caso è innanzitutto quello di fornire spunti di ispirazione dopo aver studiato come creare continuità e l’equilibrio ideale fra gli spazi interni e quelli esterni, occupandosi anche di valutare i materiali più idonei per realizzare l’arredo vegetale. Rivolgersi a un professionista del settore per la progettazione del proprio giardino è sempre consigliabile, in quanto il suo è un riferimento indispensabile per individuare il disegno di un giardino che sia in affinità con il resto della casa. Un paesaggista è anche in grado di fornire consigli competenti sulle piante da scegliere per creare il giardino ideale, selezionando elementi che non siano solo esteticamente attraenti, ma che rispondano anche a un’esigenza di sostenibilità ambientale.


Come diventare architetto paesaggista


Il primo passo per diventare architetto paesaggista e iniziare a esercitare la professione è seguire un corso di laurea in architettura, scegliendo la specializzazione in architettura del paesaggio. Successivamente è necessario superare l’esame di stato per potersi iscrivere all’Ordine nazionale degli Architetti, che consente di svolgere la professione in modo regolare. Un architetto paesaggista lavora presso studi di architettura, o può scegliere di svolgere la sua professione in modo indipendente, fornendo la sua consulenza come freelance.

Potrebbe interessarti anche