magazine

tutti gli articoli

Quanto costa installare una veranda in vetro e alluminio per balconi?

Verande in vetro e alluminio: una soluzione perfetta per aggiungere uno spazio in più alla propria abitazione, un funzionale punto di congiunzione che unisce esterno e interno.

In una casa la presenza di balconi, terrazzi e verande permette ad ogni abitazione di acquisire un valore commerciale superiore rispetto ad altre che ne sono sprovviste. Le verande hanno una funzione molto importante: proteggono dalle intemperie, come ad esempio pioggia, vento e neve, e risultano essere una struttura molto comoda e funzionale da possedere. La veranda può essere utilizzata, infatti, come deposito e ripostiglio, ma anche come zona contigua all'immobile da sfruttare come area relax dove leggere un buon libro oppure zona pranzo in cui organizzare feste e cene con gli amici. A seconda dello spazio disponibile da ciascuna abitazione, la veranda può essere una struttura molto utile per tutti gli appassionati di giardinaggio dal pollice verde: essa, infatti, può trasformarsi anche in una sorta di serra in cui dedicarsi alla cura di fiori e piante. Ma realizzare una veranda è come aggiungere una camera in più ad un immobile, sia esso un appartamento oppure una villetta. Le verande vengono realizzate in diverse tipologie, possono essere costruite, infatti, a ridosso di muro direttamente in un giardino e in un terrazzo oppure semplicemente chiudendo un balcone. Una delle soluzioni più belle e versatili è l'installazione di una veranda in vetro e allumino, una soluzione interessante ed elegante per creare uno spazio di grande gusto e raffinatezza. Ma quanto costa installare una veranda in vetro e alluminio?
L’alluminio è un tipo di materiale che possiede una perfetta solidità, garantisce un'ottima stabilità alla struttura della veranda e possiede una grande resistenza contro le intemperie. Per quanto riguarda l'impatto estetico, è possibile scegliere tra una vasta gamma di colorazioni diverse, prediligendo soprattutto quella che ben si armonizza al resto dell'edificio. Per l'installazione di una veranda, inoltre, sono diversi i fattori che incidono profondamente sul suo prezzo: il tipo di materiale utilizzato, la scelta di doppi vetri o tripli vetri e la possibilità di dover effettuare dei lavori di muratura. Molto spesso la scelta di una veranda in alluminio presenta dei costi maggiori rispetto ad una veranda realizzata in pvc. E' bene, tuttavia, sempre informarsi prima da un rivenditore specializzato, oppure consultarne diversi, ed effettuare dei preventivi che possano calcolare effettivamente le spese da dover affrontare. Per la realizzazione di una veranda in vetro e alluminio i costi oscillano da un minimo di 500 ad un massimo di 2000 euro, costo che varia anche a seconda della qualità degli infissi scelti. E'possibile fruire anche di detrazioni fiscali, come quelle sulle ristrutturazioni edilizie, ma soltanto in determinati casi: - se vengono apportate esclusivamente delle innovazioni alla veranda già esistente, come ad esempio la sostituzione dei vetri; - se la veranda viene realizzata ex novo su un balcone; - se la veranda realizzata in un edificio condominiale rispetti il carattere originale dell'edificio. Un altro tipo di detrazione fiscale è quella sul risparmio energetico, che prevede la sostituzione dei serramenti o delle vetrate di una veranda che rispettino i valori di trasmittanza termica.


Un fattore molto importante da considerare è, quindi, anche l'isolamento termico che una veranda deve garantire. Una soluzione conveniente sarebbe quella di utilizzare vetri basso emissivi, i quali permettono non solo un grande risparmio energetico ma garantiscono, soprattutto durante la stagione invernale, di trattenere il calore presente all’interno della veranda. Un altro aspetto fondamentale è la sicurezza. I vetri non devono essere soltanto resistenti alle intemperie, come vento, pioggia e grandine, ma evitare incursioni da parte di terzi, come ladri e malintenzionati. Inoltre bisogna scegliere dei vetri resistenti agli urti e a eventuali danneggiamenti, in modo da garantire la sicurezza per sè stessi e per la propria famiglia. Molte sono le tipologie di vetri disponibili tra cui scegliere: -vetro accoppiato oppure vetro temperato, molto resistenti e duraturi nel tempo; -vetro assorbente, perfetto per poter mantenere la giusta temperatura all'interno della veranda, in particolar modo durante la calda stagione estiva, permettendo al calore di non penetrare all'interno ma di rimanere all'esterno; -vetro fonoassorbente, che garantisce un grande isolamento acustico; -vetro autopulente, realizzato con degli speciali materiali altamente tecnologici che permettono allo sporco di essere eliminato, grazie all'azione dei raggi solari e della pioggia. Il costo, ovviamente, varierà a seconda della tipologia di vetro scelto per la veranda: maggiore per vetri dalle proprietà assorbenti, fonoassorbenti e autopulenti. Nel caso si utilizzino vetri che puntino al miglioramento termico dell'edificio, è possibile fruire delle detrazioni fiscali stabilite dalla legge di stabilità del 2016. Scegliere tipologie di vetro basso emissivi, resistenti alle intemperie e agli urti, significa un costo maggiore per la realizzazione della veranda; in realtà si tratta di un vero e proprio investimento, fondamentale per potersi godere totalmente la propria veranda, in qualsiasi stagione dell'anno.
Tuttavia è importante conoscere perfettamente le normative vigenti per realizzare una veranda esterna, in particolare capire se per l'immobile in questione ci sia volumetria da poter sfruttare. L'installazione di una veranda fa cubatura e viene considerata, quindi, come una nuova costruzione che comporta un'aumento della volumetria dell'abitazione. Prima di realizzare il progetto è importante possedere un permesso, rivolgendosi direttamente ad un responsabile del proprio comune di appartenenza, in modo tale da conoscere quali sono le misure da adottare e se l'aumento volumetrico del proprio immobile rientri nei parametri urbanistici locali. L'installazione di una veranda in giardino o in terrazzo, oppure la sua creazione tramite la chiusura di un balcone, incide profondamente anche sull'aspetto estetico dell'edificio, per questo motivo se si abita in un condominio è necessario ottenere l'approvazione da parte di tutti i condomini.


Potrebbe interessarti anche