magazine

tutti gli articoli

Come pulire la condotta fognaria in caso di disostruzione

La disostruzione fognature può essere indispensabile per evitare la formazione di ingorghi lungo gli scarichi: ecco come risolvere questo problema

La disostruzione fognature è utile per rimuovere gli ingorghi accumulati lungo gli scarichi delle condotte che possono ostruirsi per vari motivi. Una delle prime cause sono sicuramente gli oggetti biodegradabili che partono dal wc del bagno e tendono di conseguenza ad accumularsi lungo le fogne fino a causare una vera e propria occlusione. In altri casi può trattarsi anche di cause naturali come le radici degli alberi che tendono ad ampliarsi eccessivamente, impedendo il corretto funzionamento della condotta, fino a provocare danneggiamenti piuttosto rischiosi. Una volta individuato il problema non resta che occuparsi della disostruzione fognature, in modo tale da eseguire un'accurata pulizia e rimuovere l'ingorgo. Basterà mettere in atto dei semplici ed utili procedimenti e risolvere il problema. La prima cosa da fare è quella di procurarsi il materiale necessario e avere a disposizione una mascherina, dei guanti in lattice, una soda caustica ed un flessibile per sturare le tubature. Dopodiché si può procedere alla disostruzione scarichi che deve essere eseguita mediante dei pratici accorgimenti, individuando prima di tutto il pozzetto principale. Tuttavia, prima di eseguire questa procedura occorre tener presente che bisogna essere molto tollerabili ai cattivi odori.
È risaputo che le condotte siano soggette agli odori sgradevoli, per questo motivo è meglio tener presente che non si tratta di un'operazione piacevole. A tal proposito è fortemente indicato indossare sempre dei guanti protettivi ed una mascherina per proteggersi dai cattivi odori. Così facendo, sarà possibile tutelare il proprio olfatto ed anche il tatto, quindi la disostruzione fognature risulterà un'operazione più pratica. Non resta che scoprire il procedimento da eseguire passo dopo passo. Bisogna individuare il pozzetto principale della condotta, che generalmente nelle abitazioni moderne si può trovare facilmente con l'aiuto di tombini in vetroresina, che sono molto pratici da sollevare. Quest'ultimi sono caratterizzati da un sistema di fissaggio ed una filettatura in vetroresina che impedirà la formazione di ruggine. Dopo aver trovato il pozzetto, togliere il tappo e conservarlo. A questo punto si può procedere a rimuovere i residui di letame che si sono accumulati, aiutandosi con una paletta. Durante questa operazione è opportuno identificare lungo le cavità i numerosi fori collegati dalle varie diramazioni.

Questi fori sono fondamentali, poiché sono collegati allo scarico del water e alle altre tubature del bagno come doccia o vasca, e sono connessi anche al lavello della cucina. Inoltre se la distanza dall'abitazione è inferiore ai dieci metri, è possibile applicare un flessibile specifico nelle rispettive botole. Si tratta di un metodo molto utile per eseguire una disostruzione fognature ottimale. Dopo aver effettuato queste procedure bisogna controllare che l'operazione sia stata svolta correttamente. Il flessibile è dotato di una manovella che dovrà essere girata. Grazie all'estremità a forma di uncino sarà possibile attraversare le condotte e ripulirle dalla presenza di ostruzioni con facilità. Questo strumento è quindi particolarmente funzionale per favorire una valida disostruzione fognature e facilitare le fasi di pulizia. Una volta terminata questa ulteriore procedura, non resta che esaminare la funzione dello scarico dall'esterno dell'abitazione. In base alla scorrevolezza dell'acqua, sarà possibile stabilire se è il caso di procedere alla chiusura del pozzetto oppure effettuare un altro tentativo di rimozione dell'ingorgo.
Per concludere la disostruzione fognature è buona norma ricorrere ad un importante accorgimento per prevenire e contrastare le occlusioni. Dopo aver terminato tutte le fasi di pulizia è consigliabile versare della soda caustica all'interno di ogni condotta sanitaria e lasciarla agire per un po' di tempo, in modo che la sostanza contenuta nel prodotto smuova o sciolga qualsiasi residuo. Adottare questa abitudine con la giusta costanza favorisce l'eliminazione di qualsiasi tipo di incrostazione, che molto spesso tende a formarsi semplicemente a causa dell'accumulo di calcare. Ricorrere all'utilizzo della soda caustica è dunque un valido aiuto per eseguire un'accurata pulizia delle fognature e prevenire la formazione di ingorghi e calcare che potrebbero a lungo andare ostacolare l'efficienza dei condotti sanitari. Inoltre prima di procedere alla chiusura è importante controllare sempre che la pulizia sia stata effettuata adeguatamente, onde evitare di dover rismontare tutto e ripetere le varie fasi di pulizia. Pertanto, prendersi cura della propria abitazione significa dedicarsi non solo alla pulizia degli ambienti, ma anche eseguire regolarmente i trattamenti specifici per favorire una valida funzionalità dei condotti sanitari.

Potrebbe interessarti anche