MAGAZINE
Logo Magazine

L'illuminazione del terrazzo senza corrente: le soluzioni smart

Devi illuminare il tuo giardino ma senza corrente elettrica? Ecco tutte le soluzioni che fanno al caso tuo anche utilizzando sistemi a basso impatto ambientale ed energetico

Chiedi un preventivo per
illuminazione da giardino
richiedi un preventivo gratis

Quando le serate si allungano e le temperature lentamente iniziano a diventare più gradevoli, anche il desiderio di stare fuori la sera prende corpo e si inizia a pensare come organizzare l’illuminazione per l’esterno.
Chi ha già un sistema di illuminazione collaudato, non ha che da scegliere tra le mille proposte che si trovano oggi negli store. Ma se, invece, la vostra terrazza o il vostro giardino sono sprovvisti di corrente elettrica, dovrete cercare una soluzione alternativa.

Vediamo, allora come illuminare un terrazzo senza corrente elettrica.

Illuminare un terrazzo senza elettricità: il fotovoltaico

Fino a qualche anno fa pensare di illuminare un terrazzo senza elettricità era un’impresa non da poco.
Oggi le nuove tecnologie e le energie rinnovabili non solo sono in grado di risolvere il problema, ma forniscono un vantaggio in più: quello di offrire una buona illuminazione con una spesa contenuta. Una volta fatto un piccolo investimento per i materiali, non ci sarà più alcuna spesa in bolletta. Quindi si tratta di un’ottima scelta per illuminare un terrazzo spendendo poco. Inoltre, niente più problemi di cavi da tirare che costringono a un surplus di lavoro e a volte non garantiscono una resa estetica apprezzabile.

Ecco, allora, le lampade senza corrente come funzionano e quali elementi richiedono.

Per impianto di luci alimentate con il fotovoltaico bisogna procurarsi:

    • Kit fotovoltaico composto da pannelli fotovoltaici, inverter e accumulatore.
    • Lampade a led
    • Supporti per le lampade

Attraverso i pannelli viene catturata l’energia solare, trasformata in energia elettrica e accumulata in una batteria. Una buona soluzione è quella che prevede l’utilizzo di un crepuscolare e di un sensore di movimento. In questo modo si accenderanno solo nel momento in cui la luce naturale non è sufficiente: di sera, di notte e nelle giornate particolarmente buie. Inoltre, il sensore di movimento permette l’accensione automatica quando viene rilevato un movimento.Si tratta di un’ottima soluzione nelle zone di passaggio perché non è necessario accendere manualmente la luce.Ci sono anche soluzioni che prevedono un’accensione temporizzata abbinata o meno al sensore di movimento.

La scelta delle varie soluzioni è dipendente dal tipo di uso che se ne intende fare: per tenere accesa la luce a lungo sono necessari pannelli solari di dimensioni maggiori, che hanno anche costi maggiori, e accumulatori con una potenza superiore. In ogni caso, è necessario studiare bene l’esposizione: i pannelli devono essere posizionati in un luogo in cui la luce solare non sia coperta da ombre. Inoltre, anche l’angolo con cui la luce del sole si appoggia sul pannello può determinare una produzione diversa di energia elettrica.

Non sai esattamente dove posizionarle? Contatta adesso uno dei nostri esperti e richiedi un preventivo gratuito: le ditte specializzate sapranno fornirti le giuste indicazioni e condurti all’acquisto della migliore soluzione per te.

Quale modello scegliere?

Tra le lampade solari, ci sono varie possibilità di scelta. Pur tenendo conto che, in ogni caso, è più vantaggiosa una lampadina a led, in quanto consuma meno e offre un’illuminazione piacevole, le lampade possono essere di vario genere:

  • Lampioni e lampioncini: sorretti da un supporto verticale, possono essere di varie misure. I veri e propri lampioni richiedono un kit fotovoltaico con inverter e accumulatore, ma ci sono anche lampioncini di dimensioni più contenute che hanno già tutto compreso. È sufficiente piantarle a terra senza più doversi occupare di nulla;
  • Faretti: anche questo tipo di lampade può essere sorretto da un supporto verticale oppure possono essere montati a parete per una illuminazione, per esempio, dei punti di passaggio come porte o portoncini;
  • Applique da parete: simili ai faretti, vengono montate sulle pareti e offrono una illuminazione più diffusa rispetto al classico faretto
  • Torce: simili ai lampioncini, le torce generalmente contengono già tutto il necessario per funzionare, ovvero un piccolo pannello solare che accumula energia e la trasforma in luce. Offrono una luce meno intensa rispetto agli altri supporti, ma sono più economici e possono essere disposti in serie sul terrazzo.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a illuminazione da giardino
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali