MAGAZINE
Logo Magazine

Consigli utili per un impianto Hi Fi completo

Come districarsi nel vasto mondo degli impianti Hi Fi e scegliere un prodotto su misura per le tue esigenze: impianto Hi Fi completo o mini?

18-12-2021
Chiedi un preventivo per
elettricisti

Sei un amante della musica e la ascolti ad ogni occasione? Soprattutto a casa, quando hai un po’ di tempo libero, pensi non ci sia niente di meglio che rilassarsi con un buon disco?

Per ascoltare musica con un suono di qualità, basta scegliere un buon impianto Hi Fi, completo di tutti i componenti ed accessori, con una tecnologia audio all’avanguardia e che rispetti alcune fondamentali caratteristiche.

Per comporre il tuo impianto Hi Fi per la casa nel migliore dei modi, innanzitutto devi scegliere un dispositivo audio che soddisfi le tue esigenze: se ascolti radio, cd o dischi in vinile, la tua scelta ricadrà inevitabilmente su un prodotto adatto al supporto da riprodurre, oltre a includere con ogni probabilità anche il formato Mp3, sempre più utilizzato e comodo per trasportare anche ingenti quantità di materiale audio.

 

Impianto Hi-Fi completo: quali sono i componenti

In generale, un impianto Hi Fi è costituito da diversi componenti: un corpo centrale, che può includere l’amplificatore integrato, i diffusori e i vari accessori che vi si possono aggiungere a seconda delle abitudini di fruizione.

Amplificatore

L’amplificatore, per esempio, è un componente fondamentale che regola la potenza del suono emesso: per l’uso domestico non è necessario dotarsi di un amplificatore estremamente potente, che non sarebbe utilizzato a pieno regime. L’amplificatore è inoltre l’elemento che generalmente distingue dagli altri gli impianti Hi Fi professionali: questi ultimi di solito sono dotati di due componenti distinti, pre-amplificatore e amplificatore finale.

Speaker

I diffusori, o speaker, invece, sono un altro elemento cruciale: deputati alla riproduzione delle frequenze sonore, devono essere di buona qualità per non distorcere il suono e possono essere più o meno sensibili a diverse frequenze. Alcuni impianti Hi Fi sono dotati di diffusori senza cavi, collegati tramite tecnologia bluetooth o NFC, e alcuni sono addirittura dotati di illuminazione.

Dispositivi e accessori per la lettura delle fonti audio

Il corpo centrale include i dispositivi e accessori per la lettura delle diverse sorgenti audio: i più completi annoverano tra i componenti il lettore cd, l’antenna radio con RDS, l’antenna DAB (per contenuti radio digitali), il giradischi e la porta USB, ed in particolare se sono di dimensioni compatte sono chiamati mini Hi Fi.

Consigli per la configurazione dell’HI-FI

È buona regola che un impianto Hi-Fi performante per una casa sia capace di fornire un’esperienza completa e soddisfacente. Tuttavia, il significato della parola “soddisfacente” è strettamente legato alle esigenze di chi usa l’impianto, che non sono sempre uguali per tutti. Il sistema audio ideale può richiedere l’acquisto e installazione e poco altro, ma anche la giusta collocazione degli elementi che ti abbiamo consigliato poc’anzi.

Insomma, l’acustica come piace a te dipende da moltissimi fattori diversi, non in ultimo la corretta collocazione delle casse dentro la stanza. Un impianto Hi-Fi dotato di un singolo componente si monta facile: l’unica scelta da fare è su quale piano collocarlo. Dovrai scegliere una stanza dimensionata per l’impianto acquistare e arredarla in maniera tale che il suono non possa essere bloccato da ostacoli come mobili alti o cartongesso. 

Le casse vanno sempre posizionate in lati opposti, in maniera da ottenere un suono omogeneo e piacevole in tutta la stanza, rendendo confortevole l’ascolto in qualsiasi punto ti starai spostando. Per essere sicuro che il collocamento sia giusto, potresti dover fare qualche prova. 

Per quanto concerne il tweeter, dovrai installarlo all’altezza delle orecchie dell’ascoltatore, in maniera da non ritrovarti con toni alti troppo forti o toni bassi fastidiosi. Anche il subwoofer va collocato bene: non tutti gli impianti lo hanno, ma può davvero migliorare la qualità audio se installato sotto alla postazione in cui prenderà posto l’ascoltatore.

Per il corretto funzionamento e la manutenzione del tuo nuovo impianto Hi-Fi, ricordati che potrebbe essere necessaria una pulizia periodica delle casse. Usa un piumino e, in caso di peli di animale o polvere abbondante, usa un aspirapolvere da auto. Non mettere in contatto le parti delicate dell’impianto con prodotti chimici.

Micro impianto Hi-Fi per case piccole

Se invece la tua casa è piccola e gli spazi sono ridotti, la scelta migliore potrebbe essere un impianto micro Hi Fi: prediligendo l’estetica e il design, non tralascia la qualità ma spesso si presenta in un monoblocco che include tutti i componenti sopra citati. L’importante in questo caso è verificare la presenza dei collegamenti necessari per poterlo connettere ad eventuali altri dispositivi.

Considerando tutte queste caratteristiche puoi ora districarti nel vasto mondo degli impianti Hi Fi e scegliere un prodotto su misura per le tue esigenze, adatto alla fruizione musicale di ottimo livello seppur in un contesto domestico.

Richiedi la consulenza di un professionista esperto e trova la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a elettricisti
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE