pagine gialle casa

richiedi preventivo icon menu

magazine

Come scegliere il mutuo migliore

La scelta del mutuo è un processo importante che richiede attenzione, conoscenza e i giusti strumenti per poter assumere la miglior decisione possibile.

Un mutuo non vale l'altro e la scelta richiede conoscenza, tempo e attenzione. Non è usuale sentire l'errato ragionamento che molti compiono, affidandosi esclusivamente alla propria banca tradizionale oppure valutare al massimo un'altra alternativa. Le proposte presenti sul mercato sono oggi molteplici, varie l'una dall'altra e soprattutto sono diversi gli strumenti che consentono alle persone di effettuare una prima valutazione che possa scindere le soluzioni disponibili e dare un orientamento. Prima di procedere a qualunque tipologia di analisi è necessario disporre dei medesimi dati per ciascun preventivo: solo in questo modo è quindi possibile svolgere un confronto logico e oggettivo, senza fuorviare la scelta. Il confronto più semplice e immediato va dedicato al tipo di contratto da scegliere, cercando di capire quanto costa una soluzione rispetto ad un'altra: basta una calcolatrice che consenta di moltiplicare la rata mensile per il numero di rate complessive. Un conteggio più preciso prevede che al risultato ottenuto si aggiunga l'ammontare delle spese di istruttoria o di apertura pratica, oltre alle spese accessorie che possono esser presenti mensilmente per l'incasso delle rate da parte della parte mutuante.
Oltre a questa procedura di prima analisi è possibile instaurare una comparazione dei tassi di interesse. In un mutuo si distinguono due sigle: il TAN indica il tasso annuo e misura il reale interesse applicato al capitale, mentre il TAEG indica il reale costo del mutuo, sommando al TAN anche le spese accessorie. Confrontando proprio quest'ultimo tasso è possibile stabilire quale tra i mutui proposti, anche da banche differenti, sia più vantaggioso, o meglio, meno costoso. E' possibile anche comparare le rate, sulla base delle proprie esigenze e disponibilità finanziarie, oltre che il tempo di estinzione. Non è consigliabile optare per una rata elevata con l'unico scopo di anticipare l'estinzione del prestito, ma occorre anche avere lo sguardo proiettato al futuro. Infatti è possibile mettere in conto ulteriori spese famigliari, probabili cambiamenti lavorativi o eventuali altre spese a cui far fronte e di conseguenza cercare di alleggerire quanto più possibile la rata del mutuo. Per questo motivo è quindi consigliabile propendere per un mutuo che abbia una proposta di rata più bassa e per un intervallo di tempo lievemente superiore, anche se dovesse avere un tasso superiore ad altri.

Sempre a proposito di tassi, il mutuo può prevedere un tasso fisso o uno variabile. Il primo è a garanzia di sapere fin da subito l'importo della rata e il costo del prestito. Infatti il tasso non varierà nel tempo e le rate saranno costanti. Il mutuo a tasso variabile invece, seguirà l'andamento del mercato, variando la percentuale in base al parametro chiamato Euribor. Il tasso del mutuo quindi varierà nel tempo. Se tale pratica potrebbe essere vantaggiosa, in caso di movimenti e difficoltà nel mercato del denaro, il tasso sarà il primo a risentirne negativamente, sfavorendo colui il quale ha richiesto il mutuo. Si può generalmente affermare che un mutuo a tasso fisso inferiore al 3% possa rappresentare comunque una scelta probabilisticamente molto vantaggiosa e in generale mai sbagliata. Ad ampliare il ventaglio di possibilità e ad orientare le scelte, vi sono due ulteriori tipologie di mutui. Il primo è chiamato a tasso misto, il quale rappresenta una forma contrattuale particolare, in cui al richiedente è data la possibilità di beneficiare per un certo periodo iniziale del tasso fisso, per poi passare a quello variabile o viceversa. Altra opzione è il mutuo a tasso capped rate (o CAP), una variante del tasso variabile che prevede la fissazione di una percentuale massima oltre cui il tasso non potrà salire. Queste ultime due possibilità sono indicate maggiormente per "gli indecisi".
Sono diversi gli strumenti online che consentono al cliente di poter avere un'idea sulla scelta del mutuo migliore. Vi sono dei comparatori che in seguito all'inserimento di diversi dati e la compilazione di diversi campi, possono scandagliare un database di diversi istituti di credito e dare in tempo reale le soluzioni migliori, consentendo al richiedente di avere un'idea più precisa. Se si dispone di un consulente finanziario di fiducia è utile consultarlo, soprattutto se questo è esperto del settore. Esiste la figura del mediatore, ossia una persona che ha il compito non solo di trovare l'istituto di credito più idoneo alla richiesta del cliente, ma anche quello di e aiutare il cliente stesso nella scelta del mutuo migliore. Tra le varie clausole di un mutuo vi è quella di estinzione anticipata: una buon mutuo deve prevedere la possibilità al mutuatario di poter estinguere in anticipo il debito, interamente oppure in parte, senza il pagamento di alcuna penale.


  • mutuo
  • tasso

Potrebbe interessarti anche

Notai
Capire i mutui: la relazione notarile preliminare costo e tempi

La relazione preliminare notarile è necessaria quando si vuole ipotecare una casa affinché si possa stipulare un contratto di mutuo. E' altresì obbligatoria in questa fase la presenza di un notaio che firmi e deponga gli atti. In questo caso, però il lavoro del notaio che interviene si definisce in misura maggiore rispetto alla sola redazione, ma comprende anche molte attività che avvengono in una...

Notai
Case ereditate in vendita opportunità e rischi

La casa di proprietà è un sogno che tutti vorremmo realizzare, magari accedendo a pratiche agevolate come l’acquisto di una casa in eredità messa in vendita. Infatti sono molti i proprietari di immobili che non potendo sostenere i costi di mantenimento di una seconda o terza abitazione, decidono di venderla, rivolgendosi ad organi terzi che gestiscano la pratica per conto loro o talvolta...

Notai
Tutti i rischi e i vantaggi di comprare casa dal costruttore

Effettuare una compravendita diretta offre agevolazioni per l'acquisto della prima casa. Questa può rappresentare una soluzione molto vantaggiosa per il compratore, anche se comporta dei rischi. Farsi seguire da un notaio fin dal principio è la miglior arma a disposizione degli acquirenti per tutelarsi. Il vantaggio offerto da questo tipo di acquisto è legato ad un notevole risparmio sul costo...