Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

Accedi con le tue credenziali

MAGAZINE

chiedi preventivo

Qual è la funzione del dosatore di polifosfati?

Il dosatore di polifosfati è fondamentale per tutelare l'ambiente e il territorio, ma a cosa serve? È obbligatorio per Legge? Scopri tutto in questo articolo

Dosatore di polifosfati per caldaia
Chiedi un preventivo per certificazione impianto idraulico richiedi un preventivo gratis

Il dosatore di polifosfati è un accessorio fondamentale per la salute della nostra caldaia in quanto aiuta a prevenire i danni causati dal nemico numero uno della caldaia: il calcare. Questo apparecchio, integrato nella caldaia, diminuisce l’impatto del calcare sulle tubature e sulle parti vitali della caldaia. Il corretto funzionamento del dosatore, dipende dalla durezza dell’acqua che viene erogata dal nostro impianto.

Cos’è la durezza dell’acqua?

La durezza dell’acqua consiste nella quantità di sali di calcio e magnesio che, a causa dell’innalzamento della temperatura dell’acqua, causano incrostazioni di calcare. Maggiore è la presenza di calcio e magnesio, maggiore sarà la durezza dell’acqua.  Un’acqua particolarmente dura può avere effetti devastanti sul funzionamento del nostro sistema di riscaldamento, degli elettrodomestici, dei sanitari e sulle tubature. Inoltre il malfunzionamento di uno o piu impianti influirà sicuramente sulla spesa energetica innalzando i consumi.

Funzione del dosatore di polifosfati

Ecco a cosa serve il dosatore di polifosfati, per proteggere la caldaia da malfunzionamenti e garantire, un notevole risparmio sulle bollette, conseguenza di una maggiore efficienza dell’impianto. I polifosfati, oltre a svolgere una funzione anticalcare, agiscono creando una pellicola all’interno delle tubazioni, che protegge l’impianto evitando al magnesio e al calcio di aderire e alle pareti con conseguente formazione di depositi di calcare nei condotti. Non solo: installando il dosatore si può lavorare anche sull’eliminazione dei depositi già esistenti, grazie all’azione graduale di rilascio di polifosfati alimentari.

Ricordarsi di ricaricare i polifosfati nel dosatore

Ricordiamo che un ogni tanto i sali nel dosatore vanno reintegrati. Per farlo bisogna procurarsi una ricarica di sali di circa 80 grammi e una bacinella d’acqua in caso dovessimo chiudere il generale dell’acqua. Le operazioni necessarie sono molto semplici:

  • Chiudere l’acqua a valle del dosatore di polifosfati e allentare il tappino giallo
  • Svitare la ghiera bianca utilizzando le mani e togliere il bicchiere trasparente 
  • Mettere un bicchiere d’acqua nella coppa trasparente, versare la ricarica da 80 grammi di polifosfati e attendere 5 minuti
  • Rimontare il tutto inserendo il soffietto in plasticate la coppa trasparente facendo attenzione alla guarnizione nera tonda

Differenze tra dosatore di polifosfati e filtro anticalcare magnetico

La differenza tra i due prodotti è nel funzionamento, perché se i polifosfati rilasciano sostanze che prevengono la formazione di calcio, un filtro anticalcare magnetico per caldaia contiene magneti permanenti quindi questi filtri risultano resistenti all’ acqua e alle alte temperature, la cui azione non fa altro che calamitare il carbonato di calcio presente nell’acqua e, modificandone forma e composizione, impedirne le caratteristiche corrosive.

Normativa sulle caldaie

Anche la normativa italiana è sempre più attenta alle esigenze di tutela ambientale e del territorio, pertanto, con il decreto interministeriale del 26 giugno 2015 il ministero dell’ambiente ha modificato le linee guida specifiche per la certificazione energetica degli edifici, con particolare riferimento al trattamento delle acque negli impianti termici. Nello specifico, nelle nuove linee guide ci è l’obbligo di installare un dosatore di polifosfati sia nei nuovi impianti sia nelle operazioni di sostituzione di vecchie caldaie.

Prezzo del dosatore di polifosfati

Un modello base di dosatore può costare a partire dai 25 euro in su. Naturalmente, i modelli con più funzioni si discostano da questo prezzo base. Inoltre, se non si è pratici nella manutenzione della caldaia, conviene chiamare un tecnico specializzato e quindi con l’aggiunta dell’eventuale costo della chiamata e di manodopera relativa alla prestazione. Richiedete un preventivo gratuito.

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a certificazione impianto idraulico

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA