pagine gialle casa

richiedi preventivo icon menu

magazine

Impianti idraulici della cucina, scopri l’importanza di un buon progetto

L'impianto idraulico della cucina è parte fondamentale per la realizzazione ottimale di quest'area della casa. Scopriamo quali sono i passi più importanti.

L’impiantistica della nostra abitazione è un argomento fondamentale per rendere la nostra casa funzionale e abitabile. In particolare è l’impianto idraulico, assieme a quello elettrico e del gas, uno dei sistemi essenziali di un’abitazione. Per questo motivo è utile progettare attentamente l’ impianto idraulico , affinché risponda efficientemente alle nostre necessità, adattandosi anche alle strutture già esistenti. Indifferentemente che si debba intervenire su un impianto già installato oppure di nuova realizzazione, è importante affidarsi a professionisti del settore, anche se ciò può comportare una spesa maggiore, affinché venga realizzato un impianto durevole e sicuro, piuttosto che realizzare un impianto idraulico in cucina fai da te, più esposto a falle e possibili rotture nel corso del tempo. L’impianto idraulico della cucina deve assolvere a tre bisogni fondamentali: fornire l’acqua nell’abiente della cucina, sia per uso alimentare che per i comuni bisogni domestici e smaltire l’acqua sporca utilizzata, ad esempio, per il lavaggio delle stoviglie. Per questo motivo le tubature che compongono gli impianti sono collegate a due diversi sistemi, uno per la fornitura di acqua pulita e l’altro per lo smaltimento delle cosiddette acque nere. Quando parliamo di immobili che si trovano in un complesso abitativo unico, come un palazzo o un condominio, spesso i singoli impianti idraulici si collegano ad un impianto generale che provvede alle necessità di tutto l’edificio.
Nelle singole abitazioni poi sono presenti i dispositivi che regolano l’accesso al servizio idraulico, per rendere ovviamente indipendente ogni immobile dalla struttura. Tra i dispositivi che non possono mancare nell’impianto idraulico della nostra cucina vi è in primis il rubinetto di intercettazione, che spesso si trova proprio in questa zona della casa, per comodità e per tradizione. Questo rubinetto regola la fornitura di acqua nell’intero immobile e si consiglia ad esempio di chiudere l’impianto quando si programma un’assenza prolungata dalla casa, per prevenire eventuali danni e perdite. Sono presenti poi nell’impianto idraulico della cucina anche le condutture, ovvero le tubature che forniscono l’acqua e la smaltiscono verso il pozzo delle acque nere. Un buon sistema idraulico deve essere nel complesso ben organizzato, affinché ad esempio non permangano i cattivi odori delle acque sporche all’interno dell’immobile.Le tubature di un impianto idraulico in cucina sono generalmente costruite in pvc, poiché è un materiale economico e altamente funzionale per il trasporto delle acque, resistendo all’usura e garantendo l’igiene dell’acqua.

Per la progettazione dell’impianto idraulico in cucina bisogna tener conto della struttura stessa della nostra cucina. Infatti esistono in genere due tipologie di cucine: la cucina contro parete e la cucina ad isola. Ovviamente essendo organizzato diversamente lo spazio, i collegamenti all’impianto idraulico della casa richiederanno soluzioni differenti. Poiché nelle cucine contro parete spesso l’unico spazio accessibile è quello posto sotto al lavandino, è utile che tutti i dispositivi di regolazione vengano installati in questa area, per rendere più facili eventuali lavori di manutenzione dell’impianto. Se ciò non è possibile, è utile sapere che nelle cucine più moderne le aziende hanno previsto uno spazio vuoto, ovvero un vano di circa 20 cm, affinché eventuali tubature possano passare senza danneggiare la funzionalità del mobile. In questo caso l’idraulico al quale vi rivolgerete per i lavori vi suggerirà di far passare due tubature a quote diverse, per prevenire interferenze tra i due condotti in caso di danni al sistema idraulico. Tuttavia questa soluzione è da considerarsi come ultima spiaggia, perché come già detto è più comodo che l’impianto presenti una parte di intervento facilmente accessibile agli addetti ai lavori.
Per quanto riguarda invece il posizionamento dei rubinetti dal quale l’acqua viene erogata o dei dispositivi di smaltimento, la scelta si limita solamente alla struttura della nostra cucina. Ad esempio sono molto versatili i modelli di cucine con gambe a vista, poiché consentono di posizionare gli scarichi all’interno dell’area coperta dal lavello. Può rivelarsi invece problematica l’installazione degli scarichi dove fosse presente un lavello sospeso, poiché si rischierebbe di far comparire le tubature al di sotto del mobile. Per le cucine ad isola la situazione potrebbe essere più complicata, poiché essendo separata dalle mura, potrebbe trovarsi in una zona difficile da collegare all'impianto idraulico. Tuttavia bastano alcuni accorgimenti al momento dell'installazione del lavello, come ad esempio la scelta di posizionarlo sopra uno dei tubi di fornitura dell'acqua pulita e le condutture di scarico. Inoltre bisogna tener conto della presenza necessaria di un tubo di scarico che occuperà una ventina di cm sotto la cucina e che si collegherà all'impianto idraulico della casa.


  • Impianto idraulico
  • cucina

Potrebbe interessarti anche

Idraulici
Installazione, manutenzione e riparazione degli impianti di riscaldamento e condizionamento

Sulle normative per la manutenzione della caldaia vige molta disinformazione, con molti utenti convinti che sia obbligatorio un controllo annuale da parte di tecnici specializzati. Se la caldaia ha un problema è ovvio che vada chiamato un tecnico, ma se non ci sono malfunzionamenti non è obbligatorio il controllo annuale: ogni produttore infatti, sul libretto di istruzioni rilasciato all'acquisto,...

Idraulici
Impianti idraulici e termoidraulici: come prendersi cura della propria casa

Far realizzare impianti idraulici è un'operazione lunga e difficile, non solo per i lavori richiesti, ma perché è necessario informarsi sui costi dei materiali, sui prodotti disponibili e sulle scelte che possono adattarsi alla propria casa. Per questo motivo, è sempre bene avvalersi dell'aiuto di un esperto del settore. Il primo aspetto da decidere riguarda i materiali di costruzione, in quanto...

Idraulici
Impianti di riscaldamento: prendersi cura della propria casa

Mantenere una temperatura stabile e gradevole in casa è molto importante, perché consente di condurre una vita confortevole e di preservare anche le pareti e l'arredamento, che potrebbero essere rovinati dall'umidità o da fenomeni di condensa. Le possibilità tra cui scegliere sono varie, quindi è consigliabile chiedere l'aiuto di un esperto, per farsi spiegare quali sono le soluzioni migliori e...