pagine gialle casa

richiedi preventivo icon menu

magazine

Idee fai da te per recuperare un mobile di casa tarlato

La disinfestazione da tarli vi preoccupa? Nessuna paura, con dei semplici accorgimenti è possibile riciclare un vecchio mobile

La disinfestazione da tarli permette di sbarazzarsi una volta per tutte di questi fastidiosi insetti tipici del legno, che molto spesso tendono a danneggiarlo gravemente. Infatti, la peculiarità di questi parassiti è proprio quella di nutrirsi delle sostanze contenute nel legno. Nel momento in cui un mobile viene infestato da tarli e tarme è di buon auspicio cercare sin da subito di arrestare questa situazione attraverso numerosi stratagemmi, onde evitare che i mobili vengano definitivamente rovinati. Per quanto riguarda la disinfestazione da tarli, occorre considerare che per quanto questa lotta possa sembrare terminata, è meglio non abbassare mai la guardia perchè il problema potrebbe ripresentarsi col passare del tempo. Se in un primo momento i parassiti sembrano sconfitti, dopo alcuni anni potrebbe essere necessario eseguire nuovamente i trattamenti sui mobili. Tarli e tarme si nutrono principalmente delle fibre del legno presenti sia nei mobili che sui tronchi degli alberi, oppure nelle varie tipologie di legname. Non esistono tipi di legno che possono essere immuni all'infestazione dei tarli, anche perchè questi insetti si distinguono in varie specie.
L'infestazione dei tarli nel legno generalmente avviene quando si schiudono le uova, i parassiti iniziano a farsi strada all'interno del materiale, talvolta fino ad arrivare in prossimità della superficie e danneggiando la vernice. Se sul mobile si notano dei fori di colore giallastro significa che i tarli sono da poco fuoriusciti dalla struttura, ma ciò non toglie la possibilità che all'interno vi sia ancora la presenza di altri parassiti. Al contrario, se i fori sono di colore più scuro, significa che il mobile è stato definitivamente abbandonato dai parassiti. Un mobile tarlato non deve necessariamente essere buttato o dato via, poiché esistono numerose soluzioni fai da te che, oltre ad essere semplici, consentono di recuperarlo e di riutilizzarlo tranquillamente, soprattutto se si tratta di arredi a cui si è particolarmente affezionati. Non bisogna quindi lasciarsi intimorire dai piccoli fori causati dai tarli, basterà poco per far rivivere il proprio mobile. Per mettere in atto la disinfestazione da tarli occorre innanzitutto conoscere alcune tecniche per eseguire i corretti trattamenti contro questi fastidiosi parassiti.

Dunque, se sul mobile sono presenti dei piccoli buchi di colore scuro, quindi l'infestazione dei tarli è terminata, basterà munirsi di stucco a cera solido, facendo attenzione che la tonalità sia quasi la stessa del colore del legno. Questo primo metodo permette quindi di andare a richiudere accuratamente tutti i fori lasciati dai parassiti e dopo aver eseguito una corretta applicazione del prodotto, l'aspetto del mobile sarà molto più gradevole. Se invece il mobile presenta danneggiamenti lungo parti come piedi, tavoli o sedie bisogna contribuire a fortificare la struttura. A tal proposito è necessario avere a disposizione della colla vinilica da inserire lungo i fori scavati da tarli e tarme, preferibilmente miscelata con dell'acqua, in modo tale che arrivi in profondità. Qualora si trattasse di danneggiamenti profondi è consigliabile applicare più di una volta la colla, per essere sicuri di aver chiuso tutti i fori nel miglior modo possibile, dopodiché si potrà procedere all'applicazione dello stucco per chiudere definitivamente i buchi. Tuttavia, durante questo procedimento bisogna tener presente che la colla tende ad asciugarsi poco a poco durante la sua applicazione.
La disinfestazione da tarli deve invece essere assolutamente eseguita nel momento in cui è ancora in atto l'attacco di questi parassiti all'interno del mobile che si intende recuperare. In questo caso è buona norma ricorrere prima di tutto ad un trattamento con un prodotto antitarlo, facilmente reperibile in commercio. Prima di effettuare questa operazione è fondamentale procedere ad un'accurata pulizia del legno, in modo tale da togliere i residui di polvere che ostacolerebbero l'efficacia del prodotto. Il liquido va prima passato a pennello su tutta la superficie del legno, in particolare sulle zone in cui si è staccata la vernice e dove il materiale presenta piccoli spazi vuoti. Dopodiché con l'uso di una siringa bisogna iniettare il liquido accuratamente in tutti i buchi, cercando sempre di inserire l'ago in profondità. Durante questa fase potrebbe verificarsi la fuoriuscita del liquido che è possibile arrestare con l'utilizzo di un semplice straccio, in seguito alla prima applicazione è consigliabile attendere che il prodotto agisca all'interno della struttura e ripetere nuovamente l'operazione. Infine, se si desidera conservare il mobile, onde evitare di imbattersi nello stesso problema è preferibile smontare le parti che lo compongono e chiuderle in delle buste ben sigillate nelle quali inserire dei recipienti contenenti il prodotto antitarlo.


  • disinfestazione da tarli
  • mobili

Potrebbe interessarti anche

Disinfestazione
Disinfestazione e sanificazione ambientale

Non è raro trovare negli ambienti occupati dall'uomo la presenza di animali, insetti e batteri che possono mettere a rischio il normale livello igienico-sanitario di un luogo. A causare i danni possono essere pochi esemplari di una determinata specie, altre volte possono essere intere colonie, specialmente nel caso di insetti. In questo caso si parla di infestazione ed è assolutamente necessario...

Disinfestazione
Ambience service: disinfestazione e non solo

Da diversi anni ormai la ditta Ambience Service srl di Gussago si occupa della disinfestazione degli ambienti pubblici e privati, uffici, ambienti destinati allo sport e così via. Vengono utilizzati strumenti e attrezzature d'avanguardia per offrire al cliente la massima qualità possibile dell'intervento. L'azienda opera con continuità e qualità dal 2010, grazie al progetto di 3 giovani...

Disinfestazione
La disinfestazione per la sicurezza di tutti gli edifici

I cambiamenti climatici degli ultimi anni hanno portato ad un notevole aumento di insetti appartenenti alla famiglia degli imenotteri. Questi insetti con l'aumento delle temperature riescono a resistere fino a dicembre, per poi nidificare nuovamente in primavera. Se le api, che in fondo svolgono un ruolo molto importante in quanto producono miele, pappa reale, propoli, possono essere considerate...