MAGAZINE
Logo Magazine

Quanti e quali sono i tipi di zecche e come eliminarle

Ci sono diversi tipi di zecche che possono essere estremamente pericolosi: ecco come evitare e come debellare questi parassiti

Chiedi un preventivo per
disinfestazione da zecche
richiedi un preventivo gratis

Le zecche (artropodi appartenenti alla classe degli aracnidi, ordine degli acari) sono parassiti ematofagi che possono essere pericolosi agenti di trasmissione di malattie infettive, per gli animali ma anche per l’uomo. Ci sono diversi tipi di zecche (se ne conoscono circa 900 specie) e sono diffuse in tutto il mondo. Seppur vivano generalmente all’esterno (tipicamente in campagna), possono raggiungere anche le nostre abitazioni, soprattutto se si vive in compagnia di un amico a quattro zampe.

Dal momento che sono numerose e gravi le patologie veicolate da questi parassiti, è importante sapere come sono fatte le zecche e dove vivono in casa, in modo da poter procedere a una completa disinfestazione in tutta sicurezza.

Tipi di zecche, caratteristiche e malattie veicolate

Le zecche sono lunghe più o meno 1-2 millimetri negli stadi giovanili e fino a oltre un centimetro nello stadio adulto. Sono di colore bruno-grigiastro e la loro forma è tondeggiante. La testa, non distinguibile dal resto del corpo, è dotata di un apparato buccale (chiamato rostro) che consente di penetrare la cute dell’ospite e succhiare il suo sangue.

Le 900 specie di zecche conosciute sono raggruppate in tre famiglie, di cui le principali sono le Ixodidae (zecche dure, con uno scudo dorsale chitinoso) e le Argasidae (zecche molli, sprovviste dello scudo dorsale). I tipi di zecche più diffusi e rilevanti da un punto di vista sanitario sono Ixodes ricinus (anche conosciuta come zecca dei boschi), Rhipicephalus sanguineus (zecca del cane), Hyalomma marginatum e Dermacentor reticulatus.

Il ciclo biologico di una zecca presenta 4 stadi distinti: uovo, larva, ninfa e adulto. Dopo la schiusa delle uova, ogni passaggio di stadio necessita di un pasto di sangue. Pertanto, anche le larve di zecche sono pericolose e, quindi, se trovate anche una sola larva di zecca in casa, fareste bene a iniziare ad allarmarvi. Il pasto, durante cui la zecca rimane sempre attaccata al suo ospite, si compie nell’arco di diverse ore per le zecche molli, ma può durare anche alcune settimane per quelle dure.

La presenza di zecche in casa o nei pressi dell’abitazione è essenzialmente legata a quella degli ospiti da parassitare. Con l’inizio della bella stagione, questi animaletti escono dal letargo invernale e abbandonano le piante (pur non saltando o volando) una volta individuata la propria “preda”. Dopodiché, si insediano nel corpo dell’ospite conficcandovi il rostro, iniziando così a succhiare il suo sangue. I parassiti si lasciano poi cadere spontaneamente dopo un periodo che oscilla in genere fra i 2 e i 7 giorni.

Il morso di una zecca è pericoloso per l’uomo in relazione alla possibilità di contrarre le malattie trasmesse da questi parassiti. Le principali patologie infettive veicolate dalle zecche che presentano rilevanza epidemiologica in Italia sono:

  • la malattia di Lyme o borrielosi;
  • l’encefalite da zecca o Tbe;
  • la rickettsiosi;
  • la febbre ricorrente da zecche;
  • la tularemia;
  • la meningoencefalite da zecche;
  • l’ehrlichiosi.

Disinfestazione zecche: come debellarle e come evitarle

Le zecche in casa si annidano generalmente in ambienti caldi e umidi, come crepe e fessure in muri e pavimenti. La loro presenza è spesso legata alla permanenza nell’abitazione di animali contagiati, ma può essere dovuta anche all’esistenza di portefinestre o finestre affacciate su prati incolti, dove possono annidarsi questi parassiti.

Pertanto, oltre a controllare e trattare con appositi prodotti gli animali domestici, è necessario prestare la massima attenzione alla lunghezza dell’erba del proprio giardino, così come bisogna tenere in ordine le foglie che si accumulano al suolo in cortile.

All’interno dell’abitazione, inoltre, è possibile intervenire su tutte le superfici (specie quelle più nascoste) pulendo prima con l’aspirapolvere e poi con acqua calda, detergenti specifici e appositi pesticidi.

Se l’invasione è eccessiva e se si vuole risolvere una volta per tutte il problema, però, è bene far ricorso all’aiuto di un’azienda in grado di fornire un preventivo gratuito per la disinfestazione dalle zecche. L’intervento di personale specializzato consentirà infatti di eliminare anche le eventuali uova dei vari tipi di zecche, scongiurando così ulteriori rischi.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a disinfestazione da zecche
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore

POTREBBE INTERESSARTI

Lavori da fare in casa?

Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona

TUTTE LE CATEGORIE

Accedi con le tue credenziali