Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

MAGAZINE

chiedi preventivo

Pareti colorate: le tonalità giuste per la tua casa

Ecco come scegliere le tonalità migliori per imbiancare le pareti di casa, invece del solito bianco.

Il bianco è il colore più classico per la tinteggiatura delle pareti, in grado di illuminare una stanza e dilatare gli spazi. Chi vuole osare di più può però optare per pareti colorate con tonalità diverse, in modo da dare un'impressione più allegra e originale della propria casa.

Chiedi un preventivo per IMBIANCHINI richiedi un preventivo gratis

E' possibile scegliere un unico colore per l'imbiancatura di un intero locale, ma è anche possibile alternare bianco e colore o tonalità diverse o ancora realizzare diverse decorazioni sulle pareti.

Non tutte le nuance sono però adatte per ogni locale, perché i colori e l'illuminazione dello spazio in cui si vive è in grado di influenzare l'umore. Ogni colore ha un suo significato e una sua precisa influenza sulla psiche. Vediamo quindi come scegliere il colore giusto per le pareti di casa, per dare un tocco di colore e al tempo stesso di eleganza.

Pareti colorate, meglio se più chiare rispetto al pavimento

Per rinnovare le pareti di casa vi sono alcuni consigli importanti da seguire, ma è anche fondamentale il gusto personale e l'effetto finale che si vuole ottenere. L'unica regola generale che è importante tenere a mente è di realizzare pareti colorate che siano sempre più chiare rispetto al pavimento, a meno che questo non sia in parquet. Il legno infatti trasmette già di per sè un'impressione calda e accogliente.

Come scegliere i colori delle pareti delle varie stanze

La scelta del colore poi deve necessariamente passare attraverso le caratteristiche della stanza ed in particolare la metratura, l'esposizione al sole e l'illuminazione presente. Una stanza molto piccola e poco illuminata ad esempio non dovrebbe essere tinteggiata con colori scuri, perché aumenterebbero la sensazione quasi claustrofobica di trovarsi in uno spazio angusto e buio.

Se la stanza da ridipingere è già arredata bisogna scegliere un colore che si sposi bene con i mobili presenti e l'eventuale biancheria come le tende. Un arredamento molto classico ad esempio non si sposa con scelte cromatiche ardite e vivaci, a meno che non si voglia giocare proprio sul contrasto dei due elementi.

Alcuni colori, poi, trasmetto un'impressione ben precisa, ad esempio il rosa è percepito come un colore femminile, e quindi darà un'idea di romanticismo e sensibilità. Il verde trasmette invece una sensazione di allegria e luminosità, soprattutto nelle tinte più chiare, mentre l'arancione dà energia e ricorda l'estate. La scelta della tonalità giusta è del tutto personale, ma vi sono dei trend che è possibile decidere di seguire.

Per la cucina si utilizzano solitamente tinte molto chiare, per sottolineare la luminosità, l'ordine e la pulizia che dovrebbero regnare in questa stanza. Per il soggiorno e il salotto si possono invece utilizzare tinte più intense e vivaci, per dare energia alla stanza dove si trascorrono i momenti di relax e di tranquillità familiare. Tinte intense e luminose come quelle calde, dal giallo al rosso passando per l'arancione, sono perfette per il soggiorno. Chi vuole stemperare un po' l'intensità dei colori può optare per pareti di colori diversi, a seconda di come vengono illuminate naturalmente e da come sono posizionate le finestre. Il bagno è solitamente il regno del bianco, ma è possibile osare anche in questo locale, solitamente dedicato alla cura del corpo e al relax. In questo caso è essenziale tenere presente il colore delle piastrelle, sia del pavimento che sui muri, soprattutto se queste ultime occupano una parte importante delle pareti. Anche in bagno è possibile abbinare i colori in modo armonioso o giocare con i contrasti, a seconda che si voglia trasmettere un'impressione frizzante ed energica o si preferisca un ambiente più classico e sereno.

La zona notte e le camere da letto sono le aree della casa in cui, paradossalmente, si può osare di più e seguire le proprie inclinazioni personali. La camera da letto è un luogo privato e ognuno è libero di tinteggiarla come più preferisce. Il rosa e il viola chiaro creano un'atmosfera romantica, il blu concilia il riposo, mentre il rosso dà energia. L'utilizzo di quest'ultimo è generalmente sconsigliato nelle camere da letto, perché potrebbe interferire con il riposo, ma chi si sente frizzante ed energico anche in camera da letto potrebbe apprezzare molto delle pareti tinteggiate di rosso. In quest'ultimo caso non c'è nessun motivo per non osare.

La cameretta dei bambini è in genere un luogo allegro e pieno di colori. Spesso si ricorre, soprattutto per i bambini molto piccoli, al rosa e all'azzurro a seconda del sesso. Quando il bambino è più grande è possibile chiedere consiglio a lui stesso su quali siano i suoi colori preferiti e come vorrebbe che la sua camera venisse ritinteggiata. E' anche possibile farsi aiutare proprio dai bambini nei lavori di tinteggiatura, ovviamente assegnando ai più piccoli dei compiti più che altro simbolici, che diano loro l'impressione di essere utili ed importanti. In questo modo i bambini sentiranno un maggiore legame verso la stanza loro dedicata, e che avranno contribuito a realizzare.

In alternativa, se non sei molto pratico di fai da te, puoi sempre rivolgerti a un imbianchino professionista, che saprà anche consigliarti su come abbinare pareti colorate ad ambienti, pavimenti e arredamento.

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a IMBIANCHINI

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA
  • pareti colorate
  • imbiancare casa